Renault Captur 1.3 TCe, crescono potenza e allestimenti [TEST DRIVE]

Renault Captur si aggiorna al MY 2019

Un rinnovato allestimento ed un potente motore benzina, da 130 o 150 CV, innalzano ulteriormente il livello della Renault Captur.

La “regina” delle SUV segmento B porta ad inizio 2019 un aggiornamento sul piano meccanico ed uno su quello estetico. Così la Renault Captur punta a conquistare una fetta di mercato ancora più ampia, in particolare con l’introduzione del motore turbo-benzina 1.3 TCe FAP in due declinazioni di potenza ed il rinnovato allestimento Sport Edition 2019.

Design e Easy Life: così la Captur conquista il pubblico

Il titolo onorifico non glielo abbiamo certo assegnato noi, bensì i numeri di vendita. Nel 2018 infatti la crossover più piccola di casa Renault ha fatto segnare un trend positivo nel mercato italiano. Da quanto confermato sono state 29.589 le immatricolazioni nell’anno ormai concluso, per un totale di 140.399 immatricolazioni dal lancio. In particolare piace alle donne che rappresentano il 52% della domanda.
Le chiavi del successo si basano su due pilastri che Laurens van Den Acker (Capo Designer Renault) ha voluto iniettare con cura nella Captur: il design attrattivo e la semplicità anche nelle piccole cose.

Con questa visione il Model Year 2019 ha portato la nuova versione Sport Edition caratterizzata da svariati equipaggiamenti: fari full-led, Tinte Be-Style, nuovi cerchi in lega da 16” per gli esterni. All’interno dell’abitacolo si hanno la selleria Black Tweed, il volante in pelle TEP, il Cassetto Easy Life Ivory con illuminazione interna. La vita a bordo è resa semplice dalla tecnologia di cui questa versione dispone di serie: parking camera con sensori di parcheggio posteriori, Smart Nav Evolution con schermo touch da 7’’ e Radio DAB.
Tale versione, da noi provata con il motore da 130 CV, si affianca alla già esistente Sport Edition 2 (leggasi: “al quadrato”), che in aggiunta prevede di serie: R-LINK Evolution compatibile con Android Auto, Easy Access System II (ossia il sistema “Mani Libere”, per facilitare accesso a bordo e accensione senza l’utilizzo delle chiavi), sensori di parcheggio anteriori, climatizzatore automatico, sellerie in tessuto e pelle TEP, SKI Anteriore e posteriore oltre a cerchi in lega da 17” diamantati Black. La Sport Edition 2 è altresì opzionabile sul più potente 1.3 TCe da 150 CV.

Nuovo benzina 1.3 TCe: un’alleanza che fa la forza

La seconda importante novità della Renault Captur 2019 si trova sotto al cofano: è infatti presente il motore 1.3 turbo-benzina Turbo Control efficiency (TCe) in due differenti declinazioni di potenza. Quella da 130 CV e 220 Nm di coppia, abbinata al cambio manuale 6 marce, e quella da 150 CV e 250 Nm che può essere abbinata al cambio automatico EDC.
Questo propulsore, che nasce dall’alleanza tra il gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi e quello Daimler, porta dentro sé varie tecnologie, tra cui il FAP per rispettare le normative WLTP (dunque è catalogabile come Euro 6d-Temp).

Secondo quanto dichiarato da Renault per la nuova Captur, questa nuova motorizzazione offre progressi significativi in termini di piacere di guida, con una coppia più elevata ai bassi regimi e una disponibilità della potenza maggiore e costante agli alti regimi, contenendo parallelamente i consumi e le emissioni di anidride carbonica. Per il 130 CV i consumi sono di 5,6/5,9 l/100 km nel ciclo misto, con emissioni pari a 128/134 g/km. Per il 150 CV con cambio manuale i consumi sono di 5,5/6,0 l/100 km sempre nel ciclo misto, con emissioni di 126/137 g/km.
Tra le tecnologie adottate vi è il Bore Spray Coating, una tecnologia di rivestimento dei cilindri ripresa dal motore della Nissan GT-R, che migliora l’efficienza riducendo gli attriti e ottimizzando la conducibilità termica. La pressione è stata portata a 250 bar ed è presente una nuova camera di combustione, progettata per ottimizzare la miscela aria/carburante.
Infine, la tecnologia Dual Variable Timing Camshaft gestisce le valvole di aspirazione e di scarico, in funzione delle sollecitazioni del motore. Ciò permette di ottenere più coppia ai bassi regimi, l’ideale negli ambienti urbani.

Renault Captur 1.3 TCe MY 2019: il nostro test drive

La prima parte del nostro test drive è stata con la motorizzazione 1.3 TCe da 130 CV, abbinata al cambio manuale a 6 marce. Nei percorsi cittadini la Captur MY 2019 ha dimostrato grande maneggevolezza ed un ottimo assorbimento delle asperità, mentre in autostrada il piccolo turbo-benzina risulta ben silenzioso, coadiuvato da un’ottima insonorizzazione dell’abitacolo. La scelta delle sei marce inoltre permette di avere l’ultimo rapporto ideale proprio nelle lunghe percorrenze, abbassando così i consumi. Senza dubbio risulta questa la potenza più adatta per le nostre strade, soprattutto in città, dove la frizione è piuttosto morbida – a volte troppo – e non affatica se ci si ritrova nel traffico.
Passando successivamente alla più potente Captur da 150 CV con allestimento Sport Edition 2 (abbinata al cambio automatico a doppia frizione EDC), abbiamo potuto apprezzare la spinta in più che il 1.3 TCe riesce a fornire e l’allungo, davvero notevole per una B-SUV. L’EDC si è dimostrato a suo agio in ogni occasione e non sembra esserci necessità di optare sul manuale. I 20 cavalli in più sono l’ideale per chi cerca brio anche al di fuori delle città, gustando un lato inaspettato di questa vettura.

Renault Captur MY 2019: listino prezzi e arrivo in concessionaria

Il Model Year 2019 della Renault Captur sarà visionabile presso le concessionarie nei weekend del 16-17 e 23-24 Marzo. I prezzi partono da 16.650 euro per l’allestimento Life e la motorizzazione 90 Tce. Passando invece ai modelli della nostra prova per la Sport Edition TCe 130 FAP la casa francese segnala un prezzo di 21.300 euro, che divengono 24.800 con la Sport Edition 2 TCE 150 FAP EDC (se ne risparmiano 1.600 optando per il manuale).

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati