Mercedes e Smart: pioggia di stelle al Salone di Ginevra 2019 [FOTO e VIDEO INTERVISTA]

A Ginevra pioggia di novità ed anteprime mondiali per Mercedes

Al Salone di Ginevra 2019, Mercedes presenta in world première la nuova CLA Shooting Brake e, per la prima volta, il concept EQV e il facelift Mercedes GLC. Anteprima assoluta anche per la smart forease+. Bagno di folla per la la Mercedes-AMG GLE 53 4MATIC+ e la sportiva AMG GT R Roadster.

In occasione dell’89ma edizione del Salone di Ginevra, Mercedes lancia un’offensiva di prodotto davvero ragguardevole e caratterizzata da succulente novità a 360°. Una pioggia di stelle a tre punte impreziosisce il cielo sopra Ginevra che si ritrova a fare da sfondo ad un insieme di novità luminose a tutto tondo. Una station wagon, due SUV, un MPV, una roadster ed una ultra compatta sono le stelle a tre punte che risplendono ancor di più sotto i riflettori del Geneva International Motor Show 2019 che, in attesa di aprire le porte al pubblico dal 7 al 17 marzo prossimi, ospita gli addetti del settore stampa per una due giorni ricca di novità ed anteprime mondiali. Nell’occasione abbiamo avuto modo di intervistare Vadim Odinzoff, PR Manager Mercedes Benz Italia, che ci ha guidato tra le numerose novità portate dalla Stella al Salone di Ginevra 2019.

Mercedes CLA Shooting Brake: la sportività senza rinunciare alla praticità

Tra le anteprime mondiali proposte da Mercedes, a dominare la scena nel suo rosso fuoco vi è la nuovissima CLA Shooting Brake: nata sulla base della seconda generazione della CLA, il nuovo modello rappresenta l’interpretazione sportiva delle station wagon della Stella con l’intento non troppo celato di unire funzionalità e praticità ad un design unico e fortemente distintivo. Non a caso, infatti, la vista di profilo della CLA Shooting Brake colpisce per le sue proporzioni grazie ad una ricetta stilistica che prevede il cofano motore allungato, la linea dei finestrini tipica dei coupé, le spalle muscolose sopra i passaruota posteriori ed una inedita coda “dolcemente schiacciata”. Proprio in questa zona, ovviamente, si concentrano i tratti distintivi della nuova nata in casa Mercedes che propone una sportività a prova di comfort grazie ad un design di sicuro impatto ma che non rinuncia ad offrire un buon grado di praticità.

Del resto la CLA Shooting Brake è stata creata con un obiettivo ben preciso: “Con il design particolarmente espressivo di CLA Shooting Brake vogliamo rivolgerci ai giovani che vogliono distinguersi. Inoltre il nuovo CLA Shooting Brake offre ancora più spazio del modello precedente, per trasportare attrezzature sportive e non solo” ha affermato il management della Stella. Linee sinuose e praticità di livello passano anche per misure e proporzioni che rispetto alla precedente generazione guadagnano, oltre ad una maggiore presenza su strada, anche qualche centimetro a tutto favore dell’abitabilità interna: i 48 millimetri di più in lunghezza e i 53 mm di più in larghezza ne sono la testimonianza. Stesso discorso inoltre sia per la spaziosità dell’abitacolo, che cresce in tutte le direzioni, che per l’apertura del vano di carico che è passata da 635 mm a 871 mm e la capacità dello stesso che da 495 litri è arrivata a 505 litri. Come specificato in apertura la nuova Mercedes CLA Shooting Brake è stata appena presentata a Ginevra in anteprima mondiale: l’arrivo sul mercato italiano è previsto per il prossimo mese di settembre.

Sulla Mercedes-AMG GLE 53 4MATIC+ debutta la tecnologia ibrida EQ Boost

A Ginevra fa bella mostra di sè anche la nuova Mercedes-AMG GLE 53 4MATIC+ con EQ Boost che negli intenti della Stella è chiamata ad inaugurare una nuova serie di vetture ad alte prestazioni della famiglia GLE. In tal contesto la dinamica di marcia tipicamente sportiva di AMG è frutto del motore 3.0 sei cilindri in linea, della trazione integrale completamente variabile 4MATIC+ Performance AMG, dell’agile cambio automatico a nove marce 9G SPEEDSHIFT TCT AMG, dei programmi di marcia specifici di AMG e dell’assetto ACTIVE RIDE CONTROL AMG basato sul RIDE CONTROL+ AMG con sospensioni pneumatiche e stabilizzazione elettromeccanica del rollio. Il cuore di tutto il sistema è rappresentato dal propulsore elettrificato da 3.0 litri con doppia sovralimentazione mediante turbocompressore a gas di scarico e compressore elettrico supplementare. In tale configurazione il sei cilindri in linea arriva ad erogare una potenza di ben 435 cv ed una coppia massima di 520 Nm. Nello specifico la presenza nell’apparato motoristico dell’inedito alternatore-starter EQ Boost consente di godere fino a circa 22 cv di potenza e 250 Nm di coppia momentanee in più per prestazioni decisamente elevate come lo scatto da 0 a 100 km/h messo a segno in soli 5,3 secondi e la velocità massima massima di 250 km/h limitata elettronicamente.

L’inedita Mercedes EQV Concept rappresenta il futuro dei veicoli MPV elettrici

Tra le novità assolute presentate da Mercedes alla kermesse svizzera rientra il Concept EQV che segna l’ingresso dei VAN nella famiglia 100% elettrica della Stella. Si tratta infatti del primo MPV (multi-purpose vehicle) al mondo del segmento premium ad essere dotato di una trazione completamente elettrica in grado, secondo quanto dichiarato dalla Stella, “di combinare la mobilità a zero emissioni con massima performance, estrema funzionalità e un design unico ed distintivo.” L’apparato tecnico della Concept EQV gode infatti di un propulsore elettrico da 204 cv di potenza e di un pacco batterie da 100 kWh, peculiarità che permettono alla nuova MPV a zero emissioni della Stella di arrivare ad una autonomia di 400 km e di raggiungere una velocità massima di 160 km/h. Stando a quanto comunicato da Mercedes, il nuovo VAN 100% elettrico è anche in grado di raggiungere un’autonomia di 100 km con una ricarica rapida di soli 15 minuti. Allo stato attuale, la EQV rappresenta una concept car ma la stessa Mercedes non ha mancato di affermare che l’annuncio di un modello completamente di serie potrebbe arrivare a stretto giro.

Mercedes GLC: a Ginevra si rifà il trucco, sia esteticamente che tecnologicamente

Al Salone di Ginevra 2019 spicca tra le anteprime mondiali anche la nuova Mercedes GLC che si presenta alla rassegna elvetica con un carico di novità estetiche e tecniche. Innazitutto il design della bestseller della Stella gode ora di una sportività più marcata per merito di alcuni sapienti dettagli estetici quali gli elementi cromati, ora di serie, che impreziosiscono sia il frontale che la coda, i gruppi ottici a LED High Performance di serie caratterizzati da una superficie minore e dal motivo a fiaccola per le luci di marcia diurne, la mascherina del radiatore pronunciata con le doppie lamelle dinamiche e la griglia a rombi.

Oltre alla parte estetica, la rinnovata Mercedes GLC celebra a Ginevra 2019 un apparato tecnologico ai massimi livelli grazie alla presenza del sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience) dotato di intelligenza artificiale evoluta e contraddistinto da display multimediali con comandi touchscreen e gesture control, navigazione con Realtà Aumentata, connettività e interfaccia utente migliorate, azioni vocali intelligenti che si attivano dall’apposito tasto o pronunciando l’ormai classico “Hey Mercedes”. Grazie alla nuova esperienza multimediale garantita dal MBUX, tutte le informazioni importanti per il guidatore vengono visualizzate su due display ad alta definizione, strumentazione che è disponibile a richiesta con dimensioni di 12,3″ e con il display multimediale sospeso in posizione centrale che può avere due dimensioni: 7″, con risoluzione di 960 x 540 pixel, oppure 10,25″, con risoluzione di 1920 x 720 pixel.

La rinnovata Mercedes GLC presente a Ginevra ha anche il compito di portare al debutto una nuova generazione di motori a quattro cilindri sia benzina che diesel. Nel dettaglio il quattro cilindri benzina M 264 da 2.0 litri si caratterizza in particolare per la maggiore potenza e i consumi nettamente inferiori rispetto alle precedenti versioni: la GLC 200 4MATIC gode ora di 197 cv, mentre la GLC 300 4MATIC arriva a 258 cv. Sul fronte diesel, il quattro cilindri OM 654 è stato concepito nella prospettiva di ridurre ulteriormente consumi, emissioni e costi di esercizio, nonché di migliorare la potenza. In tal contesto il nuovo quattro cilindri gode di 163 cv sulla GLC 200d 4MATIC, 194 cv sulla GLC 220d 4MATIC e 245 cv sulla GLC 300d 4MATIC.

Mercedes AMG GT R Roadster: forti prestazioni in tutta libertà

Al Salone di Ginevra 2019 ampio risalto alla nuova Mercedes-AMG GT R Roadster, vettura ad elevate prestazioni che va a completare la gamma di sportive decappottabili della Stella di Affalterbach. Si tratta, afferma Mercedes, di una Roadster “semplicemente irresistibile e proposta in edizione limitata a soli 750 esemplari in tutto il mondo.” Il cuore della nuova nata open air della Stella è il motore V8 biturbo AMG da 4,0 litri che può contare su una potenza di 585 cv ed una coppia massima di 700 Nm per prestazioni davvero esaltanti riassumibili in uno 0/100 km/h in appena 3,6 secondi ed una velocità massima di ben 317 km/h. Da segnalare sulla Mercedes-AMG GT R Roadster la presenza dell’asse posteriore sterzante di serie che permette reazioni al volante ancora più sensibili grazie ad una ideale combinazione di agilità e stabilità, qualità che normalmente sono in perenne contrasto tra loro. In tal contesto fino a 100 km/h di velocità le ruote posteriori sterzano in direzione opposta alle ruote anteriori per garantire molta più agilità in curva, molto più divertimento nella guida e contestualmente meno sforzo al volante. Ad andature superiori a 100 km/h, invece, il sistema sterza le ruote posteriori nella stessa direzione di quelle anteriori: in questo modo si ha un allungamento virtuale del passo che migliora sensibilmente la stabilità di marcia alle alte velocità.

Il Salone di Ginevra 2019 rappresenta anche l’opportunità per il brand tedesco di presentare la forease+, una showcar elettrica che rappresenta l’evoluzione del prototipo forease presentato allo scorso Salone di Parigi. Rispetto a quest’ultima vettura, la nuova forease+ monta un tetto removibile con capote in tela concepito per affrontare ogni condizione atmosferica in tutta tranquillità. Basata sulla Smart fortwo EQ, la nuova nata mette in mostra un design minimalista con decisi pigli sportivi: è il caso della nuova capote in tessuto, piatta e allungata fino alla parte posteriore, che fa somigliare il design della forease+ a quello di una sportiva speedster. Come spiegato dai progettisti, “il tetto, ancorato verso il basso, si tende all’estremo fino alla coda, sopra le due caratteristiche cupole. È un elemento di contrasto che mostra cosa intendano i designer per ‘rooflove’: uno stile completamente nuovo.” A livello tecnico l’inedita forease+ è una paladina della mobilità sostenibile ed una indicatrice del futuro firmato Smart: difatti il brand smart si convertirà completamente alle auto a trazione elettrica entro il 2020. Così facendo Smart sarà il primo marchio automobilistico al mondo a passare dai motori a combustione interna alla sola trazione elettrica. A tal proposito il brand tedesco ha chiosato: “La Smart forease+ è una rappresentazione stilistica che esprime lo spirito del brand: individuale, essenziale e sostenibile. Questa showcar è un’altra chiara espressione delle qualità tipiche di smart, perché è cool e urbana.”

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati