WP_Post Object ( [ID] => 608618 [post_author] => 60 [post_date] => 2019-03-06 10:56:22 [post_date_gmt] => 2019-03-06 09:56:22 [post_content] => Intervenuto durante la presentazione dei modelli Jeep Renegade e Compass ibride, Mike Manley ha confermato il piano di investimento di 5 miliardi previsto per le fabbriche italiane, sottolineando come il piano iniziare non abbia subito variazioni rispetto al passato. Secondo quanto riportato dall'Amministratore delegato del gruppo Fiat Chrysler, infatti, il marchio ha concluso il processo di revisione avviato qualche mese fa ed è pronto a entrare nella seconda fase del piano che prevede una serie di investimenti nel nostro paese. “In Italia abbiamo parlato di una revisione del piano annunciato in novembre, ora abbiamo finito questa revisione", ha dichiarato Mike Manley durante la press conference. "Gli investimenti andranno avanti come pianificato in origine”. Sui risultati finanziari del gruppo ha precisato: “Il futuro di Fca è indipendente, ma aperto a valutare opportunità”, ha aggiunto Mike Manley, sottolineando come il gruppo abbia raggiunto tutti i risultati finanziari sperati. “Il Bilancio non è mai stato così positivo, con ebit record e niente debito". Sulla Cina e i relativi investimenti ha invece dichiarato: "La Cina è importante, siamo molto impegnati. Abbiamo due stabilimenti con il nostro partner Gac per Jeep e miglioreremo anche Alfa e Maserati. Siamo aperti ad alleanze, fusioni e collaborazioni, se ci danno la possibilità di crescere e rafforzarci". Proprio in tal senso, nessun riferimento preciso a PSA: "Il gruppo francese Psa? Parlo in generale…”. Piattaforma elettrica e possibile sinergia con Volkswagen L'Amministratore delegato di FCA, proprio in tal senso, ha posto l'attenzione sullo sviluppo elettrico e su una possibile collaborazione con Volkswagen per quello che riguarda la piattaforma, sottolineando come il gruppo abbia la possibilità di sviluppare un proprio concetto indipendentemente dalle collaborazione che si potranno formare nel prossimo futuro. “Stiamo sviluppando da soli la nostra piattaforma e non abbiamo preso in considerazione eventuali collaborazioni", ha dichiarato Manley. "Nel 2025 avremo abbastanza elettrificazione nel nostro portafoglio per essere in grado di raggiungere gli obiettivi Ue. La domanda però è: il mercato le vorrà comprare? Oggi i veicoli elettrici rappresentano meno del 2% del mercato europeo e se guardiamo alle previsioni crescerà al 30% al 2024. E’ un grande aumento rispetto a oggi e quindi noi stiamo analizzando le opzioni per cui se il mercato vuole comprare noi avremo i veicoli giusti da offrire”. Jeep Renegade e Compass ibride e possibile immissione sul mercato Concludendo, Manley ha posto l'attenzione sui modelli ibridi presentati nella giornata di ieri a Ginevra, sottolineando come il gruppo immetterà fin da subito i modelli di Renegade e Compass sul mercato. Per quanto riguarda la 500, invece, bisognerà aspettare il 2020. “Entro la fine dell’anno le vetture ibride che avete visto oggi entreranno in produzione e all’inizio del 2020 arriverà anche la 500", ha affermato l'Amministratore delegato di FIAT. "Abbiamo un piano chiaro, dobbiamo elettrificare la maggior parte delle nostre linee, gli investimenti annunciati servono a questo”. Maserati e Lancia Ovviamente non sono mancati dei riferimenti ai marchi Lancia e Maserati, con Manley che non ha voluto sottovalutare il potenziale di questi due bacini d'utenza: “Per quanto riguarda Maserati, parliamo di un brand nazionale per via della sua storia e della sua eredità. Lo scorso anno ha fatto 45-46.000 unità, è un marchio in salute che fa il suo meglio in Italia dove resterà. Maserati invece non è in vendita”, [post_title] => FCA, Manley conferma il piano da cinque miliardi di investimenti in Italia: "Si andrà avanti come pianificato in origine" [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fca-manley-conferma-il-piano-da-cinque-miliardi-di-investimenti-in-italia-si-andra-avanti-come-pianificato-in-origine [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-03-06 10:56:22 [post_modified_gmt] => 2019-03-06 09:56:22 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=608618 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Salone di Ginevra 2019

FCA, Manley conferma il piano da cinque miliardi di investimenti in Italia: “Si andrà avanti come pianificato in origine”

"Entro la fine dell’anno le vetture ibride che avete visto oggi entreranno in produzione e all’inizio del 2020 arriverà anche la 500", ha dichiarato il Manager

L'Amministratore delegato di Fiat Chryler ha inoltre commentato la situazione di Lancia e Maserati, sottolineando come la seconda non sia assolutamente in vendita
FCA, Manley conferma il piano da cinque miliardi di investimenti in Italia: “Si andrà avanti come pianificato in origine”

Intervenuto durante la presentazione dei modelli Jeep Renegade e Compass ibride, Mike Manley ha confermato il piano di investimento di 5 miliardi previsto per le fabbriche italiane, sottolineando come il piano iniziare non abbia subito variazioni rispetto al passato.

Secondo quanto riportato dall’Amministratore delegato del gruppo Fiat Chrysler, infatti, il marchio ha concluso il processo di revisione avviato qualche mese fa ed è pronto a entrare nella seconda fase del piano che prevede una serie di investimenti nel nostro paese.

“In Italia abbiamo parlato di una revisione del piano annunciato in novembre, ora abbiamo finito questa revisione”, ha dichiarato Mike Manley durante la press conference. “Gli investimenti andranno avanti come pianificato in origine”.

Sui risultati finanziari del gruppo ha precisato: “Il futuro di Fca è indipendente, ma aperto a valutare opportunità”, ha aggiunto Mike Manley, sottolineando come il gruppo abbia raggiunto tutti i risultati finanziari sperati. “Il Bilancio non è mai stato così positivo, con ebit record e niente debito”.

Sulla Cina e i relativi investimenti ha invece dichiarato: “La Cina è importante, siamo molto impegnati. Abbiamo due stabilimenti con il nostro partner Gac per Jeep e miglioreremo anche Alfa e Maserati. Siamo aperti ad alleanze, fusioni e collaborazioni, se ci danno la possibilità di crescere e rafforzarci”. Proprio in tal senso, nessun riferimento preciso a PSA: “Il gruppo francese Psa? Parlo in generale…”.

Piattaforma elettrica e possibile sinergia con Volkswagen

L’Amministratore delegato di FCA, proprio in tal senso, ha posto l’attenzione sullo sviluppo elettrico e su una possibile collaborazione con Volkswagen per quello che riguarda la piattaforma, sottolineando come il gruppo abbia la possibilità di sviluppare un proprio concetto indipendentemente dalle collaborazione che si potranno formare nel prossimo futuro.

“Stiamo sviluppando da soli la nostra piattaforma e non abbiamo preso in considerazione eventuali collaborazioni”, ha dichiarato Manley. “Nel 2025 avremo abbastanza elettrificazione nel nostro portafoglio per essere in grado di raggiungere gli obiettivi Ue. La domanda però è: il mercato le vorrà comprare? Oggi i veicoli elettrici rappresentano meno del 2% del mercato europeo e se guardiamo alle previsioni crescerà al 30% al 2024. E’ un grande aumento rispetto a oggi e quindi noi stiamo analizzando le opzioni per cui se il mercato vuole comprare noi avremo i veicoli giusti da offrire”.

Jeep Renegade e Compass ibride e possibile immissione sul mercato

Concludendo, Manley ha posto l’attenzione sui modelli ibridi presentati nella giornata di ieri a Ginevra, sottolineando come il gruppo immetterà fin da subito i modelli di Renegade e Compass sul mercato. Per quanto riguarda la 500, invece, bisognerà aspettare il 2020.

“Entro la fine dell’anno le vetture ibride che avete visto oggi entreranno in produzione e all’inizio del 2020 arriverà anche la 500″, ha affermato l’Amministratore delegato di FIAT. “Abbiamo un piano chiaro, dobbiamo elettrificare la maggior parte delle nostre linee, gli investimenti annunciati servono a questo”.

Maserati e Lancia

Ovviamente non sono mancati dei riferimenti ai marchi Lancia e Maserati, con Manley che non ha voluto sottovalutare il potenziale di questi due bacini d’utenza: “Per quanto riguarda Maserati, parliamo di un brand nazionale per via della sua storia e della sua eredità. Lo scorso anno ha fatto 45-46.000 unità, è un marchio in salute che fa il suo meglio in Italia dove resterà. Maserati invece non è in vendita”,

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati