Ferrari F8 Tributo: dare una nuova definizione alla potenza [VIDEO]

Ferrari F8 Tributo: dare una nuova definizione alla potenza [VIDEO]

Un motore V8 da 720 cavalli

Un filmato, proposto dalla casa del Cavallino Rampante, consente di osservare l'elevato dinamismo della nuova creazione di Maranello
Ferrari F8 Tributo: dare una nuova definizione alla potenza [VIDEO]

Il dato di potenza pareggia quello della funambolica Ferrari 488 Pista, ma la F8 Tributo rappresenta un nuovo livello di partenza della gamma sportiva di Maranello. Ipotizzando dunque un’eventuale futura serie speciale legata a questa coupé, persino i pensieri iniziano a scorrere più veloci.

Un motore fortemente pulsante

La nuova nata del Cavallino Rampante è animata sempre da un motore V8 Turbo. L’unità più potente realizzata per una vettura di serie, caratterizzata da una spinta di 720 cavalli (ovvero 185 CV/l) e 770 Nm di coppia. Una forza che, rapportata a una massa in ordine di marcia di 1.435 kg (partendo da un peso a secco più contenuto di 40 kg rispetto alla 488 GTB), a una meccanica sofisticata e a un’aerodinamica arricchita da soluzioni specifiche, consente di raggiungere i 100 km/h da fermi in 2,9 secondi, sino a 340 km/h di velocità massima. Ritornando all’aerodinamica, si segnala un’efficienza superiore del 10%, considerando una nuova generazione di Side Slip Angle Control.

Estetica grintosa

L’integrazione della soluzione S-Duct è uno degli aspetti peculiari di uno stile ridefinito e ancora più articolato. Sinuoso ma anche tagliente, l’aspetto della F8 Tributo ne anticipa già l’enorme potenza. Il design aerodinamico dei gruppi ottici anteriori è rimarcato da una firma LED alla base, abbinati anche a ulteriori sezioni scavate. Osservando invece il lunotto posteriore si ritrova qualche affinità estetica con la storica F40, sebbene in ben altre forme. Particolarmente sportiva, ma anche ricercata, è la zona posteriore. È visibile nuovamente la configurazione a doppio faro circolare, sormontata da uno spoiler integrato che completa una specie di cornice con gli altri elementi sottostanti e che abbracciano la sezione. Un’area altrettanto scavata ed elaborata, che rafforza e completa la visione complessiva del modello.
Infine, all’interno, la posizione di guida risulta sportiva, ritrovando le caratteristiche tipiche delle vetture a otto cilindri realizzate dai tecnici di Maranello. Un ambiente riplasmato e arricchito da una nuova HMI (Human Machine Interface), una volante di nuova generazione, un display dedicato a passeggero touchscreen da 7 pollici e bocchette di forma rotonda.

Video: Ferrari

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati