WP_Post Object ( [ID] => 610163 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-03-08 09:35:00 [post_date_gmt] => 2019-03-08 08:35:00 [post_content] => Dopo averla svelata in anteprima a Barcellona, la Seat Minimò concept fa il suo primo incontro con il pubblico al Salone di Ginevra 2019, aperto fino a domenica 17 marzo. Si tratta di un quadriciclo 100% elettrico, progettato per i servizi di mobilità condivisa, con cui il marchio spagnolo prefigura la mobilità urbana del futuro. Ha un’autonomia dichiarata di oltre 100 chilometri.

Le caratteristiche della Seat Minimò

“Lega i vantaggi legati alle dimensioni compatte di una motocicletta alla sicurezza ed al comfort di un’auto”, così viene presentato questo prototipo da parte della casa iberica. La Seat Minimò è lunga 2,5 metri e larga 1,24 metri ed ha un ingombro inferiore alla media delle citycar, potendo così districarsi con maggiore agilità nel traffico cittadino, trovando anche più facilmente parcheggio. Tra le altre caratteristiche di questo veicolo troviamo le grandi ruote scoperte da 17”, una posizione di seduta rialzata e la presenza di un solo proiettore anteriore, un po’ come avviene sulle moto. Le porte sono asimmetriche ed incernierate e non manca anche lo spazio per il passeggero posteriore. Non manca la connettività all’interno dell’abitacolo, con una chiave digitale e la tecnologia wireless Android Auto. Un display digitale centrale dietro il volante coniuga le funzioni della strumentazione e il contenuto digitale presente nello smartphone dell’utente con l’impiego di comandi al volante e dell’assistente vocale di Google.

Seat Minimò: 100 chilometri di autonomia

Come dicevamo, la Seat Minimò è elettrica e, grazie al pacco batteria ad alta densità, ha un’autonomia di oltre 100 chilometri. Inoltre, essendo alloggiata all’interno di un telaio sotto il pianale del veicolo, è possibile sostituirla in pochi secondi con una batteria già carica, rendendo quindi molto limitati i tempi di sosta, prima di poter riprendere la propria marcia. La piattaforma è inoltre pronta ad incorporare futuri sviluppi. Il Minimó prepara la strada alle prossime tecnologie autonome di livello 4, che permetteranno al veicolo di andare a prendere l’utente su richiesta, risolvendo uno dei principali problemi di chi utilizza il carsharing. [post_title] => Seat Minimò concept: la mobilità urbana del futuro a Ginevra 2019 [FOTO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => seat-minimo-concept-la-mobilita-urbana-del-futuro-a-ginevra-2019-foto-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-03-08 09:35:00 [post_modified_gmt] => 2019-03-08 08:35:00 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=610163 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Salone di Ginevra 2019

Seat Minimò concept: la mobilità urbana del futuro a Ginevra 2019 [FOTO LIVE]

Autonomia di oltre 100 km e sostituzione della batteria

La Seat Minimò concept è la visione del futuro della mobilità urbana, secondo il marchio spagnolo. Si tratta di un veicolo molto compatto, 100% elettrico e con la possibilità di sostituire la batteria, con una già carica, in pochi secondi.

Dopo averla svelata in anteprima a Barcellona, la Seat Minimò concept fa il suo primo incontro con il pubblico al Salone di Ginevra 2019, aperto fino a domenica 17 marzo. Si tratta di un quadriciclo 100% elettrico, progettato per i servizi di mobilità condivisa, con cui il marchio spagnolo prefigura la mobilità urbana del futuro. Ha un’autonomia dichiarata di oltre 100 chilometri.

Le caratteristiche della Seat Minimò

“Lega i vantaggi legati alle dimensioni compatte di una motocicletta alla sicurezza ed al comfort di un’auto”, così viene presentato questo prototipo da parte della casa iberica. La Seat Minimò è lunga 2,5 metri e larga 1,24 metri ed ha un ingombro inferiore alla media delle citycar, potendo così districarsi con maggiore agilità nel traffico cittadino, trovando anche più facilmente parcheggio.

Tra le altre caratteristiche di questo veicolo troviamo le grandi ruote scoperte da 17”, una posizione di seduta rialzata e la presenza di un solo proiettore anteriore, un po’ come avviene sulle moto. Le porte sono asimmetriche ed incernierate e non manca anche lo spazio per il passeggero posteriore.

Non manca la connettività all’interno dell’abitacolo, con una chiave digitale e la tecnologia wireless Android Auto. Un display digitale centrale dietro il volante coniuga le funzioni della strumentazione e il contenuto digitale presente nello smartphone dell’utente con l’impiego di comandi al volante e dell’assistente vocale di Google.

Seat Minimò: 100 chilometri di autonomia

Come dicevamo, la Seat Minimò è elettrica e, grazie al pacco batteria ad alta densità, ha un’autonomia di oltre 100 chilometri. Inoltre, essendo alloggiata all’interno di un telaio sotto il pianale del veicolo, è possibile sostituirla in pochi secondi con una batteria già carica, rendendo quindi molto limitati i tempi di sosta, prima di poter riprendere la propria marcia.

La piattaforma è inoltre pronta ad incorporare futuri sviluppi. Il Minimó prepara la strada alle prossime tecnologie autonome di livello 4, che permetteranno al veicolo di andare a prendere l’utente su richiesta, risolvendo uno dei principali problemi di chi utilizza il carsharing.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati