Gruppo Volkswagen: un elettrizzante prossimo futuro

Quasi 70 modelli elettrici entro il 2028

Il gruppo tedesco anticipa la propria strategia sul versante elettrico, iniziando proprio dall'anno in corso. Il solo marchio Volkswagen segnala su questo fronte un investimento di 19 miliardi di euro sino al 2023
Gruppo Volkswagen: un elettrizzante prossimo futuro

Circa 70 nuovi esemplari elettrici, rispetto ai 50 precedentemente accennati, nell’arco dei prossimi dieci anni. Il Gruppo Volkswagen offre spunti sulla sua strategia orientata verso la mobilità elettrica, considerando funzionale, o meglio “nevralgico” un passaggio alla cosiddetta “e-mobility”, per una neutralizzazione dei valori di CO2. Un obiettivo da raggiungere entro il 2050, da quanto suggerito.

Una strategia elettrica che parte già dal 2019

Si ipotizza, impiegando le specifiche piattaforme studiate per le diverse vetture e in particolare quella MEB, lo sviluppo di ben 22 milioni di esemplari nell’ampio piano decennale. Già dai prossimi mesi, secondo le anticipazioni, sarebbe previsto il debutto delle prime vetture alimentate da batterie di ultima generazione, mentre nel 2020 si prospetta quello di diversi altri esemplari di variegate taglie. Il solo marchio Volkswagen, come segnalato, prevede una intensificazione degli investimenti sulle tematiche future da questo anno al 2023, evidenziando una cifra di 19 miliari di Euro su questo fronte. Ottimizzando al massimo costi e ridimensionando le versioni dei modelli, quindi allo stesso tempo incrementando la produttività degli stabilimenti e i margini di profitto, secondo quanto indicato. “La Marca stima che l’automazione di funzioni rutinarie comporterà tra 5.000 e 7.000 posti di lavoro in meno entro il 2023. Verranno assorbiti tramite la mancata sostituzione di coloro che lasceranno l’Azienda per andare in pensione”, è stato precisato in occasione della conferenza annuale del marchio dedicato ai media, riorganizzando anche la fase lavorativa e l’occupazione connessa.
Tornando ai possibili modelli, la produzione tradizionale continuerà ad essere comunque una presenza forte, considerando nei nove mesi a seguire vari modelli cruciali come il compatto SUV di Volkswagen, il T-Cross, oppure quello compatto di Skoda il Kamiq, affiancato alla nuova berlina Scala. Quindi il nuovo SEAT Tarraco che completa nella parte alta la proposta Sport Utility Vehicle nel marchio iberico o anche un modello inedito come l’Audi Q3 Sportback. Senza dimenticare il debutto dell’ottava generazione di Volkswagen Golf, che potrebbe essere introdotta alla prossima edizione del Salone di Francoforte, per poi essere proposta sul mercato probabilmente nella prima metà del prossimo anno.
Discorso a parte, seppure comprese nella proposta più “tradizionale”, per le nuove creazioni di Porsche e Bentley. Case legate al grande gruppo tedesco.

Sigle diverse che sottolineano una spinta elettrica

Volkswagen ID. rappresenta l’atteso modello che anticipa la nuova visione totalmente elettrica del marchio di Wolfsburg, ma all’interno del Gruppo affiorano già diverse denominazioni legate ai modelli privi di unità termiche, sviluppati dai vari costruttori. La nuova ID. potrebbe essere presentata a breve distanza dalle già annunciate Audi e-tron (protagonista di un prossimo articolo dedicato, dopo una prova su strada del modello) e Porsche Tycan. Quest’ultima anticipata dalla visionaria concept car Mission E. Il debutto della ID. avverrebbe nella seconda metà di questo anno, proiettando la sua commercializzazione nel prossimo. Sempre nel 2020, poi, si prefigura la presentazione di altri modelli di serie realizzati sulla piattaforma modulare MEB e ispirati o legati a concept car già mostrate nel corso di vari saloni. Dalle varie Volkswagen ID. Buzz, ID. Crozz e ID. Vizzion, alla recentissima SEAT El-Born o all’altrettanto ricercata Skoda Vision E. Nella prima parte dell’accennata strategia, considerando quanto affiorato nel corso della conferenza annuale del Gruppo, si fa cenno anche a una “MEB entry family”, ossia a diverse vetture compatte, forse di segmento B, sviluppate sulla citata piattaforma destinata alle auto elettriche. Interessante anche la presenza nel quadro proposto di una filante Audi e-tron GT, affiancata da un altro modello legato alla e-tron Sportback concept. Dunque per Porsche si anticipa una versione collegata alla visionaria Mission E Cross Turismo, considerando sempre quanto segnalato.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati