WP_Post Object ( [ID] => 611124 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-03-14 11:04:38 [post_date_gmt] => 2019-03-14 10:04:38 [post_content] => L’elettrica tra salite, discese, neve e ghiaccio. L’Audi e-tron è la prima 100% elettrica della casa di quattro anelli ed abbiamo avuto l’occasione di metterla alla prova, sulle strade nei dintorni di Madonna di Campiglio e verso il Passo del Tonale. Un centinaio di chilometri per avere una prima impressione su come va questo SUV a zero emissioni, in varie condizioni stradali. Aspettando di avere, prossimamente, l’occasione di affrontare una vera e propria prova su strada, potendo così avere dei dati reali su autonomia e ricarica, dopo che la casa tedesca ha dichiarato la possibilità di poter percorrere oltre 400 chilometri (ciclo WLTP) con una batteria al 100% e la possibilità di recuperare l’80% dell’autonomia in 30 minuti.

Audi e-tron: la qualità della casa dei quattro anelli

L’Audi e-tron si presenta come una vera vettura del marchio tedesco, potendola riconoscere subito sin dal primo sguardo, grazie alla classica calandra single frame Audi, ma quasi integralmente chiusa per sottolineare la trazione elettrica del modello. Tra gli altri elementi caratteristici di questo modello troviamo i proiettori LED Audi Matrix, con un design specifico e-tron, gli inserti neri dei sottoporta e la fascia luminosa posteriore, elemento condiviso con tutti i modelli top di gamma della casa. Entrando nell’abitacolo si nota un ambiente di alta qualità, nello stile Audi, con una plancia molto simile a quelle presenti sulle recenti Q8 e A6, e due ampi schermi per poter gestire in maniera intuitiva sia le funzioni della vettura che i dati della vettura, senza doversi distrarre dalla strada. Il navigatore è facile da impostare e preciso nelle sue istruzioni, così come è possibile restare sempre connessi, grazie all’hotspot WLAN, con supporto alla rete LTE advanced. Non mancano alcuni vani portaoggetti, dove riporre anche il proprio smartphone (disponibile anche la ricarica wireless a richiesta), così come i sedili sono comodi e si possono regolare facilmente, trovando così immediatamente la posizione di guida ideale. Trattandosi di un SUV, si tratta di una posizione più rialzata e la visibilità è più che buona sia all’anteriore che al posteriore, dove comunque si viene aiutati dalla retrocamera, quando si effettuano manovre in retromarcia. Anche se, nel modello da noi provato, non c’erano i nuovi monitor retrovisori, ma i classici specchietti.

Lo sprint dell’Audi e-tron

Ora possiamo, dunque, accendere l’unità elettrica da 408 cavalli, con due propulsori elettrici (184 CV all’anteriore, 224 CV al posteriore), anche se non si sente ovviamente il rombo, come su tutte le vetture a zero emissioni. La silenziosità è un pregio importante di questo modello, non solo legata al motore ma anche per quanto riguarda il rotolamento degli pneumatici. Non si sente praticamente nessun fruscio, nemmeno quando si raggiungono velocità più elevate. L’accelerazione è ben modulata e consente di avere uno sprint vivace, anche se appare più un modello orientato al comfort, rispetto alle prestazioni. Quando si attiva la modalità S si può sfruttare la funzione Boost, per poter così sfruttare a pieno la potenza, anche se non disponibile immediatamente in automatico premendo a fondo il piede dell’acceleratore (sarebbe stato meglio secondo noi), ma dovendo appunto selezionare la funzione S. Lo sterzo è preciso e risponde in maniera più che egregia, come abbiamo potuto notare sui tornanti verso il Tonale, mentre un altro punto di forza dell’Audi e-tron è la frenata, consente sempre di controllare sempre in maniera efficace la vettura, anche su terreni più viscidi, come quelli innevati. A questo proposito, il recupero del livello di energia in fase di rilascio o in frenata consente di aumentare l’autonomia della vettura: scendendo dal Tonale, infatti, siamo riusciti a recuperare più di 10 chilometri di percorrenza, secondo i dati del display sul cruscotto.

Qualche traverso con l’Audi e-tron sul ghiaccio

La chiusura di questo evento è stata legata al divertimento ed alla possibilità di effettuare qualche giro di pista sul lago ghiacciato di Madonna di Campiglio, assistiti dagli istruttori della casa dei quattro anelli e con degli speciali pneumatici chiodati. Abbiamo così fatto anche qualche traverso, ma sempre in sicurezza, visto che, oltre al nostro lavoro sullo sterzo e sull’acceleratore, i sistemi elettronici della vettura (che si possono anche disinserire completamente premendo l’apposito tasto) consentivano di riportare l’Audi e-tron comunque sulla retta via molto rapidamente. Chiudendo il discorso sulla prima Audi 100% elettrica, la produzione della e-tron è in corso nello stabilimento certificato carbon neutral di Bruxelles ed il prezzo sul mercato italiano parte da 83.930 euro, con l’accordo effettuato con Enel X, grazie al quale i clienti beneficiano di un bonus gratuito di 3.300 kWh di energia in due anni, pari a circa 14.000 chilometri.

Audi ed il futuro elettrico

L’Audi e-tron è solo il primo modello di serie a zero emissioni della casa tedesca. Già nel corso del 2019 sarà presentata la e-tron Sportback, seguito dal SUV compatto Q4 e-tron e dalle e-tron GT (affidata alla consociata high performance Audi Sport GmbH), mentre entro il 2025 saranno dodici i modelli 100% elettrici del marchio dei quattro anelli ad entrare nella gamma. L’investimento previsto da parte di Audi per l’offensiva elettrica è di 40 miliardi, con la previsione di una consegna di un terzo delle proprie vetture elettrificate nel 2025, per un totale di 800.000 automobili. [post_title] => Audi e-tron: il SUV elettrico alla prova della montagna [VIDEO TEST DRIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => audi-e-tron-il-suv-elettrico-alla-prova-della-montagna-video-test-drive [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-03-14 11:05:08 [post_modified_gmt] => 2019-03-14 10:05:08 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=611124 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Audi e-tron: il SUV elettrico alla prova della montagna [VIDEO TEST DRIVE]

Come va la prima vettura 100% elettrica dei quattro anelli

L'Audi e-tron sulle strade tra Madonna di Campiglio ed il Passo del Tonale. Il primo SUV 100% elettrico del marchio dei quattro anelli alla prova su strada, neve e ghiaccio: ecco le nostre prime impressioni di guida.

L’elettrica tra salite, discese, neve e ghiaccio. L’Audi e-tron è la prima 100% elettrica della casa di quattro anelli ed abbiamo avuto l’occasione di metterla alla prova, sulle strade nei dintorni di Madonna di Campiglio e verso il Passo del Tonale. Un centinaio di chilometri per avere una prima impressione su come va questo SUV a zero emissioni, in varie condizioni stradali.

Aspettando di avere, prossimamente, l’occasione di affrontare una vera e propria prova su strada, potendo così avere dei dati reali su autonomia e ricarica, dopo che la casa tedesca ha dichiarato la possibilità di poter percorrere oltre 400 chilometri (ciclo WLTP) con una batteria al 100% e la possibilità di recuperare l’80% dell’autonomia in 30 minuti.

Audi e-tron: la qualità della casa dei quattro anelli

L’Audi e-tron si presenta come una vera vettura del marchio tedesco, potendola riconoscere subito sin dal primo sguardo, grazie alla classica calandra single frame Audi, ma quasi integralmente chiusa per sottolineare la trazione elettrica del modello. Tra gli altri elementi caratteristici di questo modello troviamo i proiettori LED Audi Matrix, con un design specifico e-tron, gli inserti neri dei sottoporta e la fascia luminosa posteriore, elemento condiviso con tutti i modelli top di gamma della casa.

Entrando nell’abitacolo si nota un ambiente di alta qualità, nello stile Audi, con una plancia molto simile a quelle presenti sulle recenti Q8 e A6, e due ampi schermi per poter gestire in maniera intuitiva sia le funzioni della vettura che i dati della vettura, senza doversi distrarre dalla strada. Il navigatore è facile da impostare e preciso nelle sue istruzioni, così come è possibile restare sempre connessi, grazie all’hotspot WLAN, con supporto alla rete LTE advanced.

Non mancano alcuni vani portaoggetti, dove riporre anche il proprio smartphone (disponibile anche la ricarica wireless a richiesta), così come i sedili sono comodi e si possono regolare facilmente, trovando così immediatamente la posizione di guida ideale. Trattandosi di un SUV, si tratta di una posizione più rialzata e la visibilità è più che buona sia all’anteriore che al posteriore, dove comunque si viene aiutati dalla retrocamera, quando si effettuano manovre in retromarcia. Anche se, nel modello da noi provato, non c’erano i nuovi monitor retrovisori, ma i classici specchietti.

Lo sprint dell’Audi e-tron

Ora possiamo, dunque, accendere l’unità elettrica da 408 cavalli, con due propulsori elettrici (184 CV all’anteriore, 224 CV al posteriore), anche se non si sente ovviamente il rombo, come su tutte le vetture a zero emissioni. La silenziosità è un pregio importante di questo modello, non solo legata al motore ma anche per quanto riguarda il rotolamento degli pneumatici. Non si sente praticamente nessun fruscio, nemmeno quando si raggiungono velocità più elevate.

L’accelerazione è ben modulata e consente di avere uno sprint vivace, anche se appare più un modello orientato al comfort, rispetto alle prestazioni. Quando si attiva la modalità S si può sfruttare la funzione Boost, per poter così sfruttare a pieno la potenza, anche se non disponibile immediatamente in automatico premendo a fondo il piede dell’acceleratore (sarebbe stato meglio secondo noi), ma dovendo appunto selezionare la funzione S.

Lo sterzo è preciso e risponde in maniera più che egregia, come abbiamo potuto notare sui tornanti verso il Tonale, mentre un altro punto di forza dell’Audi e-tron è la frenata, consente sempre di controllare sempre in maniera efficace la vettura, anche su terreni più viscidi, come quelli innevati. A questo proposito, il recupero del livello di energia in fase di rilascio o in frenata consente di aumentare l’autonomia della vettura: scendendo dal Tonale, infatti, siamo riusciti a recuperare più di 10 chilometri di percorrenza, secondo i dati del display sul cruscotto.

Qualche traverso con l’Audi e-tron sul ghiaccio

La chiusura di questo evento è stata legata al divertimento ed alla possibilità di effettuare qualche giro di pista sul lago ghiacciato di Madonna di Campiglio, assistiti dagli istruttori della casa dei quattro anelli e con degli speciali pneumatici chiodati. Abbiamo così fatto anche qualche traverso, ma sempre in sicurezza, visto che, oltre al nostro lavoro sullo sterzo e sull’acceleratore, i sistemi elettronici della vettura (che si possono anche disinserire completamente premendo l’apposito tasto) consentivano di riportare l’Audi e-tron comunque sulla retta via molto rapidamente.

Chiudendo il discorso sulla prima Audi 100% elettrica, la produzione della e-tron è in corso nello stabilimento certificato carbon neutral di Bruxelles ed il prezzo sul mercato italiano parte da 83.930 euro, con l’accordo effettuato con Enel X, grazie al quale i clienti beneficiano di un bonus gratuito di 3.300 kWh di energia in due anni, pari a circa 14.000 chilometri.

Audi ed il futuro elettrico

L’Audi e-tron è solo il primo modello di serie a zero emissioni della casa tedesca. Già nel corso del 2019 sarà presentata la e-tron Sportback, seguito dal SUV compatto Q4 e-tron e dalle e-tron GT (affidata alla consociata high performance Audi Sport GmbH), mentre entro il 2025 saranno dodici i modelli 100% elettrici del marchio dei quattro anelli ad entrare nella gamma.

L’investimento previsto da parte di Audi per l’offensiva elettrica è di 40 miliardi, con la previsione di una consegna di un terzo delle proprie vetture elettrificate nel 2025, per un totale di 800.000 automobili.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati