WP_Post Object ( [ID] => 611415 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-03-14 13:01:44 [post_date_gmt] => 2019-03-14 12:01:44 [post_content] => Nissan entra sempre più nel futuro ed ha iniziato i test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible con il 5G. Dopo averla presentata lo scorso gennaio al CES di Las Vegas, ora il marchio giapponese ha potuto effettuare le prime prove sul circuito ‘Grandrive’ Nissan a Yokohama, utilizzando la connettività mobile di quinta generazione 5G dell’operatore telefonico giapponese Docomo.

La tecnologia Invisible-to-Visible di Nissan

Entrando nel dettaglio, questa tecnologia I2V consente di coniugare il mondo reale con quello virtuale, permettendo una guida più sicura ed anche la possibilità di avere un avatar tridimensionale a realtà aumentata per tenere compagnia durante il viaggio o fornire assistenza. I2V combina le informazioni trasmesse dai sensori esterni ed interni al veicolo con i dati provenienti dal cloud, aiutando i guidatori a “vedere l’invisibile”, ad esempio cosa c’è in fondo a una lunga strada, dietro un edificio o dopo una curva. Tramite Metaverse, invece, si entra nel mondo virtuale, sotto forma di avatar. Familiari, amici o altre persone che si trovano in luoghi lontani possono essere visualizzati a bordo dell’auto, appunto, sotto forma di avatar tridimensionali a realtà aumentata.

La prova su strada della tecnologia I2V Nissan

La prova su strada della tecnologia ‘Invisible-to-Visible’ è stata effettuata con un veicolo basato sul modello Nissan NV340 Caravan ed utilizzando appunto la connettività 5G ad alta velocità, tramite la quale vengono trasmessi i dati dell’avatar all’interno del veicolo in tempo reale. Tramite il test, le aziende valuteranno come le persone a bordo dell’auto e quelle rappresentate tramite avatar percepiscono la presenza le une delle altre tramite le interfacce utente. Inoltre, sarà esaminata anche la praticità d’uso delle funzionalità di comunicazione interattiva della tecnologia I2V. Questo è solamente un primo test su strada di questa tecnologia, visto che le due aziende “intendono continuare le attività congiunte di test e di ricerca della tecnologia I2V e le sue applicazioni”. [post_title] => Nissan: via ai test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible con il 5G [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nissan-via-i-test-su-strada-della-tecnologia-invisible-to-visible-con-il-5g [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-03-14 13:02:12 [post_modified_gmt] => 2019-03-14 12:02:12 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=611415 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nissan: via ai test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible con il 5G

Presente nel veicolo anche un avatar tridimensionale

Nissan ha iniziato i test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible in Giappone: consente di coniugare il mondo reale con quello virtuale, con anche gli avatar tridimensionale a realtà aumentata a bordo.
Nissan: via ai test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible con il 5G

Nissan entra sempre più nel futuro ed ha iniziato i test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible con il 5G. Dopo averla presentata lo scorso gennaio al CES di Las Vegas, ora il marchio giapponese ha potuto effettuare le prime prove sul circuito ‘Grandrive’ Nissan a Yokohama, utilizzando la connettività mobile di quinta generazione 5G dell’operatore telefonico giapponese Docomo.

La tecnologia Invisible-to-Visible di Nissan

Entrando nel dettaglio, questa tecnologia I2V consente di coniugare il mondo reale con quello virtuale, permettendo una guida più sicura ed anche la possibilità di avere un avatar tridimensionale a realtà aumentata per tenere compagnia durante il viaggio o fornire assistenza.

I2V combina le informazioni trasmesse dai sensori esterni ed interni al veicolo con i dati provenienti dal cloud, aiutando i guidatori a “vedere l’invisibile”, ad esempio cosa c’è in fondo a una lunga strada, dietro un edificio o dopo una curva.

Tramite Metaverse, invece, si entra nel mondo virtuale, sotto forma di avatar. Familiari, amici o altre persone che si trovano in luoghi lontani possono essere visualizzati a bordo dell’auto, appunto, sotto forma di avatar tridimensionali a realtà aumentata.

La prova su strada della tecnologia I2V Nissan

La prova su strada della tecnologia ‘Invisible-to-Visible’ è stata effettuata con un veicolo basato sul modello Nissan NV340 Caravan ed utilizzando appunto la connettività 5G ad alta velocità, tramite la quale vengono trasmessi i dati dell’avatar all’interno del veicolo in tempo reale.

Tramite il test, le aziende valuteranno come le persone a bordo dell’auto e quelle rappresentate tramite avatar percepiscono la presenza le une delle altre tramite le interfacce utente. Inoltre, sarà esaminata anche la praticità d’uso delle funzionalità di comunicazione interattiva della tecnologia I2V.

Questo è solamente un primo test su strada di questa tecnologia, visto che le due aziende “intendono continuare le attività congiunte di test e di ricerca della tecnologia I2V e le sue applicazioni”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati