Toyota, nuove partnership nel mondo dello sport: sarà sponsor del Giro d’Italia 2019

La Casa giapponese a fianco anche delle Deejay ten

Toyota sarà sponsor del Giro d'Italia 2019 che prenderà il via il prossimo 11 maggio con le nuova RAV4 Hybrid e Corolla Hybrid a fare da auto ufficiali dell'importante gara ciclistica.
Toyota, nuove partnership nel mondo dello sport: sarà sponsor del Giro d’Italia 2019

Toyota annuncia una serie di nuove partnership nel mondo dello sport. Già legata al Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e al Comitato Paralimpico (CIP), la Casa giapponese ha deciso di intraprendere quest’anno un nuovo percorso: Toyota sarà partner ufficiale del Giro d’Italia 2019, che prenderà il via il prossimo 11 maggio. 

Toyota si lega al ciclismo

Ai nastri di partenza della corsa ciclistica più importante del nostro Paese ci sarà una flotta di auto Toyota Full Hybrid Electric. In particolare ci saranno il nuovo RAV4 Hybrid e la nuova Corolla Hybrid nelle vesti di auto ufficiali del Giro d’Italia. La collaborazione tra Toyota e il mondo del ciclismo si estenderà, già a partire da questo mese, ad altre due grandi classiche, come la “Tirreno-Adriatica” e la “Milano-Sanremo”.

In ottica promozione della sostenibilità, fattore sulla quale Toyota punta molto, la Casa nipponico lancerà, in concomitanza al Giro d’Italia, il Giro E, una corsa non competitiva caratterizzata dall’uso di ebike, nel quale potranno testimonial, amatori ed ex-ciclisti professionisti.

Toyota sponsor delle Deejay ten

Oltre al mondo del ciclismo, Toyota è anche main sponsor delle Deejay ten, le corse non competitive di Radio Deejay che quest’anno si tengono nelle città di Bari, Firenze, Milano e Roma. Il primo appuntamento, quello di Bari, si è svolto domenica 10 marzo con il nuovo Toyota RAV4 che ha fatto da apripista ai runner presenti e con Arianna Fontana, medaglia d’oro alle ultime Olimpiadi invernali e membro del Toyota Team, che ha accolto i partecipanti insieme alla nuova Toyota Corolla Hybrid.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati