Porsche 917K: il ruggito di una storica combattente [VIDEO]

Porsche 917K: il ruggito di una storica combattente [VIDEO]

Gli acuti di un motore boxer composto da 12 cilindri

Un filmato dedicato a un esemplare di Porsche 917K ripreso in azione sul tracciato di Monza
Porsche 917K: il ruggito di una storica combattente [VIDEO]

Respira regolare, alitando focosamente la sua energia prima di sprigionarla in pista. È il battito di un motore boxer di 12 cilindri ad arricchire un filmato dedicato a un esemplare di Porsche 917K del 1970, ripreso sull’asfalto dell’Autodromo di Monza.

La voce di una leggenda

Il filmato proposto da 19Bozzy92 consente di ammirare una storica Porsche 917K (chassis 917-025) con veste bianca e blu della Zitro Racing guidata da Peter Vögele, secondo le indicazioni fornite.
La versione contrassegnata con la K (Kurzheck, codacorta) rappresenta una delle diverse tipologie legate alla sigla 917, sviluppate in varianti a coda lunga o coda corta, come nel caso dell’esemplare protagonista del filmato. Il modello è frutto di un’evoluzione dello stesso prototipo. Un affinamento dell’aerodinamica per generare il carico necessario, considerando la notevole potenza espressa dal propulsore. Dopo un suggerimento da parte degli esperti della scuderia inglese John Wyer Automotive Engineering, i tecnici del marchio intervennero nella zona posteriore troncando la coda e introducendo un profilo proteso verso l’alto. Tale configurazione garantì maggior stabilità, favorendo persino un’affidabilità superiore alla componente termica, ora maggiormente visibile assieme ad altri elementi meccanici.
Disposto centralmente e in modo longitudinale figura dunque un voluminoso 12 cilindri boxer. Originariamente un’unità da 4.494 cm³, in grado di fornire in un primo stadio già 520 cavalli a 8.000 giri al minuto, sviluppato utilizzando leghe leggere tra cui titanio e magnesio e composto da due monoblocchi di unità boxer a 6 cilindri ciascuna da 2.2 litri, presenti sulla prima Porsche 911 R secondo quanto emerso sul progetto. La variante evoluta da 4.907 cm³ sviluppa 580 cavalli. Caratteristici anche un telaio a traliccio tubolare sviluppato in alluminio e una carrozzeria composta da pannelli in poliestere, partendo da una originaria Porsche 908. Il peso della sola vettura Sport si aggirava sugli 800 kg.
In base ai regolamenti di allora, furono realizzati 25 esemplari partendo dall’estate del 1968. La vettura fu introdotta al Salone di Ginevra del 1969 e il marchio, di recente, ne ha ricordato proprio il 50° anniversario. Questo anno, dunque, sono previsti degli appuntamenti anticipati dal Museo Porsche per ricordare uno degli esemplari più iconici della sua produzione, come segnalato in un articolo già pubblicato.

Video: 19Bozzy92

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati