WP_Post Object ( [ID] => 614784 [post_author] => 80 [post_date] => 2019-03-25 22:42:24 [post_date_gmt] => 2019-03-25 21:42:24 [post_content] => Le cinture di sicurezza sono obbligatorie per tutti gli occupanti dei veicoli e sono un dispositivo fondamentale, soprattutto sulle auto moderne dove lavorano unitamente agli altri dispositivi di sicurezza, come ad esempio gli airbag. Se l'obbligo per il conducente è noto a tutti, lo è forse un po' meno l'obbligo per i passeggeri, compresi anche quelli seduti dietro.

Il conducente è responsabile del comportamento dei passeggeri

Far rispettare questo obbligo è un dovere del conducente, in quanto è in parte responsabile per eventuali danni in caso di incidente anche se il sinistro non è stato causato da lui. La Cassazione conferma questo con l'ordinanza n. 2531/19 della sezione III Civile, depositata il 30 gennaio, ribadendo che “Il conducente risulta responsabile dell'utilizzo delle cinture di sicurezza da parte del passeggero. La causazione del danno derivante da mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, quindi, è imputabile sia al guidatore sia al passeggero che non le indossa, posto che chi si trova al volante è responsabile del loro utilizzo anche per il passeggero”. Il concetto era stato evidenziato anche nel 2017, sempre dalla Cassazione, con questa sentenza: “Il conducente di un veicolo è tenuto, in base alle regole della comune diligenza e prudenza, ad esigere che il passeggero indossi la cintura di sicurezza e, in caso di sua renitenza, anche a rifiutarne il trasporto o ad omettere l’intrapresa della marcia. Ciò a prescindere dall'obbligo e dalla sanzione di chi deve fare uso della detta cintura”. Qui si dice addirittura di far scendere dal veicolo l'eventuale passeggero che si rifiuti di indossare le cinture, cosa che difficilmente verrà fatta, ma comunque viene ribadito l'obbligo a carico del conducente e la sua conseguente responsabilità.

Multa e 5 punti in meno per il mancato uso delle cinture

Per chi viaggia senza cinture la legge prevede una sanzione che va da 80 fino a 323 euro. Questa sanzione si somma alla decurtazione di 5 punti se è il conducente del veicolo a commettere l'infrazione, e nel caso risulti recidivo la patente può essere sospesa da 15 giorni fino a 2 mesi. Nel caso dei passeggeri se sono maggiorenni la multa è a carico loro, mentre se sono minorenni la multa è a carico del tutore se presente oppure del conducente stesso. La legge quindi conferma quello che deve essere una abitudine, cioè allacciare sempre e per tutti gli occupanti dei veicoli le cinture di sicurezza, che sono il primo strumento per salvare la vita in caso di incidente. [post_title] => Indossare le cinture di sicurezza: il conducente ne è responsabile [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => indossare-le-cinture-di-sicurezza-il-conducente-ne-e-responsabile [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-03-25 22:42:24 [post_modified_gmt] => 2019-03-25 21:42:24 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=614784 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Indossare le cinture di sicurezza: il conducente ne è responsabile

L'obbligo delle cinture deve essere fatto rispettare dal conducente

I passeggeri devono tutti allacciare le cinture di sicurezza, altrimenti anche il conducente è nei guai
Indossare le cinture di sicurezza: il conducente ne è responsabile

Le cinture di sicurezza sono obbligatorie per tutti gli occupanti dei veicoli e sono un dispositivo fondamentale, soprattutto sulle auto moderne dove lavorano unitamente agli altri dispositivi di sicurezza, come ad esempio gli airbag. Se l’obbligo per il conducente è noto a tutti, lo è forse un po’ meno l’obbligo per i passeggeri, compresi anche quelli seduti dietro.

Il conducente è responsabile del comportamento dei passeggeri

Far rispettare questo obbligo è un dovere del conducente, in quanto è in parte responsabile per eventuali danni in caso di incidente anche se il sinistro non è stato causato da lui. La Cassazione conferma questo con l’ordinanza n. 2531/19 della sezione III Civile, depositata il 30 gennaio, ribadendo che “Il conducente risulta responsabile dell’utilizzo delle cinture di sicurezza da parte del passeggero. La causazione del danno derivante da mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, quindi, è imputabile sia al guidatore sia al passeggero che non le indossa, posto che chi si trova al volante è responsabile del loro utilizzo anche per il passeggero”. Il concetto era stato evidenziato anche nel 2017, sempre dalla Cassazione, con questa sentenza: “Il conducente di un veicolo è tenuto, in base alle regole della comune diligenza e prudenza, ad esigere che il passeggero indossi la cintura di sicurezza e, in caso di sua renitenza, anche a rifiutarne il trasporto o ad omettere l’intrapresa della marcia. Ciò a prescindere dall’obbligo e dalla sanzione di chi deve fare uso della detta cintura”. Qui si dice addirittura di far scendere dal veicolo l’eventuale passeggero che si rifiuti di indossare le cinture, cosa che difficilmente verrà fatta, ma comunque viene ribadito l’obbligo a carico del conducente e la sua conseguente responsabilità.

Multa e 5 punti in meno per il mancato uso delle cinture

Per chi viaggia senza cinture la legge prevede una sanzione che va da 80 fino a 323 euro. Questa sanzione si somma alla decurtazione di 5 punti se è il conducente del veicolo a commettere l’infrazione, e nel caso risulti recidivo la patente può essere sospesa da 15 giorni fino a 2 mesi. Nel caso dei passeggeri se sono maggiorenni la multa è a carico loro, mentre se sono minorenni la multa è a carico del tutore se presente oppure del conducente stesso. La legge quindi conferma quello che deve essere una abitudine, cioè allacciare sempre e per tutti gli occupanti dei veicoli le cinture di sicurezza, che sono il primo strumento per salvare la vita in caso di incidente.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Assicurazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Autovelox: multe non valide se nascosti

La Cassazione si esprime sull'uso degli Autovelox
L’importanza di regolamentare la circolazione stradale è fondamentale per evitare incidenti e causare danni o peggio vittime, e sicuramente ha