Bici elettriche: in arrivo casco, targa e assicurazione

Bici elettriche: in arrivo casco, targa e assicurazione

"Sono simili ad un motorino e sono più pericolose"

Le bici elettriche sono al centro di un nuovo disegno di legge presentato qualche giorno fa: viene richiesto l'obbligo di utilizzo di casco, targa ed assicurazione, così come vietata la circolazione contromano nei centri urbani.
Bici elettriche: in arrivo casco, targa e assicurazione

Chi utilizza una bicicletta elettrica presto dovrà mettere il casco e fornirsi di targa e assicurazione. E’ stato presentato, nei giorni scorsi, un disegno di legge proprio per introdurre queste normative: “Sono simili a un motorino e hanno una maggiore pericolosità – le parole di Andrea de Bertoldi, il senatore (Fratelli d’Italia) che ha presentato il DDL – Non fanno rumore e hanno una velocità più consistente rispetto alle classiche biciclette”.

Divieto di circolazione contromano per le bici elettriche

Entrando più nel dettaglio di questo disegno di legge, dedicato alle bici elettriche, il testo prevede l’introduzione di un contrassegno apposto sul telaio, dell’obbligo di indossare il casco protettivo e dell’assicurazione RCA, di una targa posteriore e del divieto di circolare contromano all’interno dei centri abitati.

Quest’ultima è un’altra novità importante, dopo le maggiori libertà per i ciclisti discusse da M5S e Lega recentemente: “Spesso gli automobilisti investono ciclisti che imboccano le strade contromano e si trovano automaticamente senza patente se la prognosi del ferito supera un certo numero di giorni – ha proseguito De Bertoldi – Io non sono del partito contro i ciclisti, ma del partito dei cittadini che devono comportarsi seguendo le regole”.

Le bici elettriche e l’assicurazione RCA

L’assicurazione è un altro tema chiave del disegno di legge, per coprire eventuali danni causati da un incidente con la bicicletta elettrica. “Se si investe qualcuno, si rischia di mangiarsi la casa per pagare i danni – le parole di De Bertoldi – Quindi l’assicurazione per la responsabilità civile è il minimo”.

Inoltre, secondo il senatore, l’introduzione della RCA consentirà di “ridurre il peso sui cittadini a causa dei furti e dei sinistri causati proprio dalle stesse biciclette”.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Circolazione stradale

    Lascia un commento

    3 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Gigi ha detto:

      Ci era rimasta solo la bici per avere un po’ di libertà…
      Non ci sono solo i fanatici ciclomani da combattimento! Vogliamo far mettere il casco e targa anche ai pedoni? Saluti

    • leonardo ha detto:

      Uno scandalo….. fra un po’ ci toccherà assicurare anche i respiro…..

    • Roberto ha detto:

      Oltre a tutto non è nemmeno vero che vadano più forte di una bicicletta normale, quelle a pedalata assistita sono limitate a 25 km/h una bici da corsa va molto più veloce.

    Articoli correlati