WP_Post Object ( [ID] => 616787 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-04-01 11:37:26 [post_date_gmt] => 2019-04-01 09:37:26 [post_content] => Tante novità in arrivo sul Codice della Strada. E’ stato trovato l’accordo nella Commissione Trasporti sul testo base, che approderà in Parlamento, probabilmente entro l’inizio del mese di maggio. Dalle multe più salate per chi utilizzerà il cellulare alla guida, passando per i limiti di velocità in autostrada o per l’apertura ad autostrada e tangenziali per gli scooter 125.

Cellulare alla guida: multe più salate

Il cellulare alla guida è un problema importante di questi anni ed il nuovo Codice della Strada introdurrà delle multe più salate per chi viene beccato mentre sta utilizzando (senza cuffie o vivavoce) il proprio smartphone mentre sta guidando: le sanzioni andranno da 422 a 1.697 euro. Inizialmente si era parlato anche della sospensione della patente da due a sei mesi, mentre in questo accordo la mano è più leggera con uno stop da sette a trenta giorni, oppure da uno a tre mesi in caso di infrazione reiterata.

Limiti di velocità: discussione aperta sul 150 km/h

Non è stato trovato un accordo, invece, sull’aumento dei limiti di velocità a 150 chilometri orari su autostrade a tre corsie: la Lega ha chiesto questo cambiamento, sul quale però non sono d’accordo il Movimento 5 Stelle e nemmeno il Ministero dei Trasporti. I due partiti al governo, invece, sono d’accordo sulla possibilità di abbassare il limite di velocità su alcune strade extraurbane, soprattutto nei pressi dei grandi centri.

Parcheggi gratis, controlli e auto storiche

Tra le novità nel Codice della Strada c’è anche delle strisce rosa per i parcheggi a vantaggio delle donne incinte e gratuità dei parcheggi destinati ai disabili. Sanzioni raddoppiate per chi va in giro senza assicurazione, così come la polizia stradale avrà la possibilità di effettuare un test della droga su un automobilista, nel caso lo ritenga necessario, anche senza segni di alterazione. Confermata l'abolizione della tassa di possesso per i veicoli storici e la cancellazione dell'obbligo degli anabbaglianti di giorno per le auto fuori dai centri abitati.

Gli scooter 125 potranno andare in autostrada

L’Italia è l’unico paese dell’Unione Europea che vieta la circolazione degli scooter 125 in autostrade e tangenziali. Non sarà più così, visto che il nuovo Codice della Strada eliminerà questo divieto, a patto che alla guida ci sia un maggiorenne. Via libera anche alle moto elettriche in autostrada, mentre viene valutato l'obbligo per i motociclisti di dotarsi di abbigliamento tecnico protettivo e per i ciclisti di indossare il casco. Per quanto riguarda la possibilità di andare contromano in bici, invece, la valutazione verrà fatta direttamente dalle amministrazioni comunali. Infine, per la prima volta, vengono introdotti nel Codice della Strada i mezzi categorizzabili di micro mobilità elettrica di piccola taglia come i segway, i monopattini, gli skate e gli hoverboard. [post_title] => Codice della Strada, le novità: cellulare alla guida, limiti di velocità e scooter 125 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => codice-della-strada-le-novita-cellulare-alla-guida-limiti-di-velocita-e-scooter-125 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-04-01 11:37:26 [post_modified_gmt] => 2019-04-01 09:37:26 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=616787 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Codice della Strada, le novità: cellulare alla guida, limiti di velocità e scooter 125

Il testo dovrebbe andare in Parlamento entro inizio maggio

Il Codice della Strada è pronto a subire una rivoluzione, in numerosi punti: dalla possibilità di andare in autostrada e tangenziale con gli scooter 125 a multe più salate per il cellulare alla guida e molte altre novità in arrivo.
Codice della Strada, le novità: cellulare alla guida, limiti di velocità e scooter 125

Tante novità in arrivo sul Codice della Strada. E’ stato trovato l’accordo nella Commissione Trasporti sul testo base, che approderà in Parlamento, probabilmente entro l’inizio del mese di maggio. Dalle multe più salate per chi utilizzerà il cellulare alla guida, passando per i limiti di velocità in autostrada o per l’apertura ad autostrada e tangenziali per gli scooter 125.

Cellulare alla guida: multe più salate

Il cellulare alla guida è un problema importante di questi anni ed il nuovo Codice della Strada introdurrà delle multe più salate per chi viene beccato mentre sta utilizzando (senza cuffie o vivavoce) il proprio smartphone mentre sta guidando: le sanzioni andranno da 422 a 1.697 euro.

Inizialmente si era parlato anche della sospensione della patente da due a sei mesi, mentre in questo accordo la mano è più leggera con uno stop da sette a trenta giorni, oppure da uno a tre mesi in caso di infrazione reiterata.

Limiti di velocità: discussione aperta sul 150 km/h

Non è stato trovato un accordo, invece, sull’aumento dei limiti di velocità a 150 chilometri orari su autostrade a tre corsie: la Lega ha chiesto questo cambiamento, sul quale però non sono d’accordo il Movimento 5 Stelle e nemmeno il Ministero dei Trasporti.

I due partiti al governo, invece, sono d’accordo sulla possibilità di abbassare il limite di velocità su alcune strade extraurbane, soprattutto nei pressi dei grandi centri.

Parcheggi gratis, controlli e auto storiche

Tra le novità nel Codice della Strada c’è anche delle strisce rosa per i parcheggi a vantaggio delle donne incinte e gratuità dei parcheggi destinati ai disabili. Sanzioni raddoppiate per chi va in giro senza assicurazione, così come la polizia stradale avrà la possibilità di effettuare un test della droga su un automobilista, nel caso lo ritenga necessario, anche senza segni di alterazione.

Confermata l’abolizione della tassa di possesso per i veicoli storici e la cancellazione dell’obbligo degli anabbaglianti di giorno per le auto fuori dai centri abitati.

Gli scooter 125 potranno andare in autostrada

L’Italia è l’unico paese dell’Unione Europea che vieta la circolazione degli scooter 125 in autostrade e tangenziali. Non sarà più così, visto che il nuovo Codice della Strada eliminerà questo divieto, a patto che alla guida ci sia un maggiorenne.

Via libera anche alle moto elettriche in autostrada, mentre viene valutato l’obbligo per i motociclisti di dotarsi di abbigliamento tecnico protettivo e per i ciclisti di indossare il casco. Per quanto riguarda la possibilità di andare contromano in bici, invece, la valutazione verrà fatta direttamente dalle amministrazioni comunali.

Infine, per la prima volta, vengono introdotti nel Codice della Strada i mezzi categorizzabili di micro mobilità elettrica di piccola taglia come i segway, i monopattini, gli skate e gli hoverboard.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati