WP_Post Object ( [ID] => 618512 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-04-05 18:44:54 [post_date_gmt] => 2019-04-05 16:44:54 [post_content] => Il lato prestazionale e sportivo di Alfa Romeo, in particolare il suo legame storico e attuale con la Formula 1, è uno dei temi in evidenza all'interno dello stand di FCA Heritage alla 31esima edizione di Techno Classica ad Essen, in Germania.

Alfa Romeo e il Circus iridato

Due delle monoposto più rappresentative del percorso compiuto da marchio in Formula 1 sono presenti ad Essen, proprio per ricordare l'impegno di Alfa in una delle massime competizioni automobilistiche di livello mondiale. Due esempi di performance estreme e grande potenza nei rispettivi periodi. La vincente e indimenticabile Gran Premio Tipo 159, detta anche "Alfetta", risalente al 1951 e condotta al successo dal celebre Juan Manuel Fangio nell'allora giovane Formula 1, dopo il precedente successo di Nino Farina su Alfa Romeo 158. Rispetto a questa, la 159 risulta più affinata a livello aerodinamico, dotata di sospensioni posteriori in configurazione "De Dion" e una poderosa unità sovralimentata a 8 cilindri in linea da 1,5 litri in grado di sviluppare 425 cavalli. Consentiva di raggiungere i 305 km/h. Un dato già notevole per il periodo. Una vettura accattivante quanto la Brabham-Alfa Romeo BT45 pilotata dall'argentino Carlos Reutemann e dal brasiliano Carlos Pace nel Mondiale del 1977. Vettura interessante per l'impostazione tecnica legata a un cuore 12 cilindri boxer da 500 cavalli imparentato a quello della vincente Sport Alfa Romeo 33 TT 12. La vettura presente ad Essen è un esemplare di prova impiegato proprio nella stagione del 1977. La partnership tra la casa milanese e la Brabham si concluse nel 1978 con la versione BT-48, ma già in precedenza a bordo della BT-46 Niki Lauda riuscì ad imporsi nei Gran Premi svolti in Italia e Svizzera. I modelli mostrati in occasione di Techno Classica 2019 sono solitamente ammirabili al Museo Storico Alfa Romeo di Arese – La Macchina del Tempo, assieme ad altri numerosi e pregiati esemplari che testimoniano i progressi tecnici e sportivi del marchio. Una storia di competizioni che prosegue attualmente, sempre in Formula 1, dopo il rientro nel 2018 affiancando Sauber e adesso con la denominazione "Alfa Romeo Racing" e la dicitura "since 1910", che sottolinea la storicità della casa già vittoriosa al debutto nelle corse, a Modena, un anno dopo la sua fondazione. Sempre ad Essen è possibile osservare da vicino l'ultima serie speciale a tiratura limitata di Giulia Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing", presentata allo scorso Salone di Ginevra. Quindi è visibile l'altrettanto ruggente Stelvio Quadrifoglio NRING in edizione limitata, una versione dedicata al record stabilito nel 2017 sul tracciato del Nürburgring, girando in 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi.

Abarth e “Reloaded by Creators”

Tra le novità interessanti figura il debutto internazionale della nuova "Cassetta di trasformazione Abarth Classiche 595", che rimanda all'originale e connotativo kit degli anni Sessanta con i pezzi necessari per rafforzare la spinta del motore sulle classiche Fiat 500 o sostituire elementi corrosi delle Abarth 595 classiche. Come segnalato, un esempio è rappresentato proprio da un modello di Fiat 500 allestita da FCA Heritage per testare il kit di elaborazione alla Targa Florio Classica del 2018, assieme a una pregiata Fiat Nuova 500 da record elaborata Abarth e risalente al 1958, minuziosamente restaurata in modo conservativo. Da quanto si apprende, il primo storico esemplare elaborato dagli specialisti di Carlo Abarth, apparsa anche sull'anello d'alta velocità dell'autodromo di Monza, firmando ben 6 record internazionali di velocità. Non mancano poi i modelli di "Reloaded by Creators". Il progetto di FCA Heritage presenta un numero limitato di auto storiche in vendita, dopo un'attenta valutazione, certificazione e restauro da parte di specialisti di ogni marchio. In occasione di Techno Classica sono proposti esemplari di Pininfarina Spidereuropa, Alfa Romeo 8C Competizione e Alfa Romeo 8C Spider, tre vetture ricercate e con caratteristiche esclusive. [post_title] => FCA Heritage presente in occasione di Techno Classica 2019 a Essen [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fca-heritage-presente-in-occasione-di-techno-classica-2019-a-essen-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-04-05 18:44:54 [post_modified_gmt] => 2019-04-05 16:44:54 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=618512 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

FCA Heritage presente in occasione di Techno Classica 2019 a Essen [FOTO]

In programma dal 10 al 14 aprile

FCA Heritage prende parte alla nuova edizione della rassegna Techno Classica in Germania. Uno degli appuntamenti europei più importanti dedicati alle vetture d'epoca

Il lato prestazionale e sportivo di Alfa Romeo, in particolare il suo legame storico e attuale con la Formula 1, è uno dei temi in evidenza all’interno dello stand di FCA Heritage alla 31esima edizione di Techno Classica ad Essen, in Germania.

Alfa Romeo e il Circus iridato

Due delle monoposto più rappresentative del percorso compiuto da marchio in Formula 1 sono presenti ad Essen, proprio per ricordare l’impegno di Alfa in una delle massime competizioni automobilistiche di livello mondiale. Due esempi di performance estreme e grande potenza nei rispettivi periodi. La vincente e indimenticabile Gran Premio Tipo 159, detta anche “Alfetta”, risalente al 1951 e condotta al successo dal celebre Juan Manuel Fangio nell’allora giovane Formula 1, dopo il precedente successo di Nino Farina su Alfa Romeo 158. Rispetto a questa, la 159 risulta più affinata a livello aerodinamico, dotata di sospensioni posteriori in configurazione “De Dion” e una poderosa unità sovralimentata a 8 cilindri in linea da 1,5 litri in grado di sviluppare 425 cavalli. Consentiva di raggiungere i 305 km/h. Un dato già notevole per il periodo. Una vettura accattivante quanto la Brabham-Alfa Romeo BT45 pilotata dall’argentino Carlos Reutemann e dal brasiliano Carlos Pace nel Mondiale del 1977. Vettura interessante per l’impostazione tecnica legata a un cuore 12 cilindri boxer da 500 cavalli imparentato a quello della vincente Sport Alfa Romeo 33 TT 12. La vettura presente ad Essen è un esemplare di prova impiegato proprio nella stagione del 1977. La partnership tra la casa milanese e la Brabham si concluse nel 1978 con la versione BT-48, ma già in precedenza a bordo della BT-46 Niki Lauda riuscì ad imporsi nei Gran Premi svolti in Italia e Svizzera. I modelli mostrati in occasione di Techno Classica 2019 sono solitamente ammirabili al Museo Storico Alfa Romeo di Arese – La Macchina del Tempo, assieme ad altri numerosi e pregiati esemplari che testimoniano i progressi tecnici e sportivi del marchio.
Una storia di competizioni che prosegue attualmente, sempre in Formula 1, dopo il rientro nel 2018 affiancando Sauber e adesso con la denominazione “Alfa Romeo Racing” e la dicitura “since 1910”, che sottolinea la storicità della casa già vittoriosa al debutto nelle corse, a Modena, un anno dopo la sua fondazione.
Sempre ad Essen è possibile osservare da vicino l’ultima serie speciale a tiratura limitata di Giulia Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing”, presentata allo scorso Salone di Ginevra. Quindi è visibile l’altrettanto ruggente Stelvio Quadrifoglio NRING in edizione limitata, una versione dedicata al record stabilito nel 2017 sul tracciato del Nürburgring, girando in 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi.

Abarth e “Reloaded by Creators”

Tra le novità interessanti figura il debutto internazionale della nuova “Cassetta di trasformazione Abarth Classiche 595”, che rimanda all’originale e connotativo kit degli anni Sessanta con i pezzi necessari per rafforzare la spinta del motore sulle classiche Fiat 500 o sostituire elementi corrosi delle Abarth 595 classiche. Come segnalato, un esempio è rappresentato proprio da un modello di Fiat 500 allestita da FCA Heritage per testare il kit di elaborazione alla Targa Florio Classica del 2018, assieme a una pregiata Fiat Nuova 500 da record elaborata Abarth e risalente al 1958, minuziosamente restaurata in modo conservativo. Da quanto si apprende, il primo storico esemplare elaborato dagli specialisti di Carlo Abarth, apparsa anche sull’anello d’alta velocità dell’autodromo di Monza, firmando ben 6 record internazionali di velocità.
Non mancano poi i modelli di “Reloaded by Creators”. Il progetto di FCA Heritage presenta un numero limitato di auto storiche in vendita, dopo un’attenta valutazione, certificazione e restauro da parte di specialisti di ogni marchio. In occasione di Techno Classica sono proposti esemplari di Pininfarina Spidereuropa, Alfa Romeo 8C Competizione e Alfa Romeo 8C Spider, tre vetture ricercate e con caratteristiche esclusive.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati