WP_Post Object ( [ID] => 618731 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-04-08 12:53:27 [post_date_gmt] => 2019-04-08 10:53:27 [post_content] => Il Gruppo FCA acquisterà dei "crediti verdi", pagando centinaia di milioni di euro, da Tesla potendo così conteggiare le auto elettriche della Casa californiana nella propria gamma europea, in modo da rientrare nei limiti delle emissioni di CO2 che entreranno in vigore nel 2021 (95 g/km), e che diventeranno ancora più stringenti nel 2025 e nel 2030. 

L'inedito accordo

L'indiscrezione è riportata dal Financial Times che afferma che tale intesa tra FCA e Tesla è stata già raggiunta qualche settimana fa, confermata anche dai documenti della Commissione Europea. Si tratta di un accordo consentito dal punto di vista normativo, anche se finora tale strada non è mai stata intrapresa da nessuna Casa automobilistica.

Così evita una multa da 2 miliardi di euro

Il Financial Times, citando alcuni analisti come l'Ubs, scrive che il livello di emissioni medie del Gruppo FCA è di 128 g/km nel 2018. Numeri che con l'ingresso in vigore delle nuove normative porterebbero il costruttore italo-americano a dover pagare un multa all'Unione Europa, che secondo gli esperti, ammonterebbe a 2 miliardi di euro. Una sanzione che FCA riuscirebbe ad evitare grazie all'accordo con Tesla che le permetterebbe di abbassare la media delle emissioni della gamma europea.

Crediti Zero Emission Vehicle anche in Europa

Dell'accordo, che sarebbe stato perfezionato lo scorso 25 febbraio, non si conoscono i dettagli economici. Tuttavia, com'è facilmente intuibile dai suoi effetti si parla di cifre importanti. L'insolita intesa tra FCA e Tesla porta in Europa qualcosa di simile ai cosiddetti crediti Zev (Zero Emission Vehicle) californiani, maturati attraverso la produzione di veicoli elettrici e ceduti a costruttori, anche concorrenti, che devono compensare le emissioni della gamma per abilitare le vendite. [post_title] => Gruppo FCA acquista crediti verdi da Tesla per stare nei limiti di CO2 delle normative europee [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gruppo-fca-acquista-crediti-verdi-da-tesla-per-stare-nei-limiti-di-co2-delle-normative-europee [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-04-08 12:53:27 [post_modified_gmt] => 2019-04-08 10:53:27 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=618731 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Gruppo FCA acquista crediti verdi da Tesla per stare nei limiti di CO2 delle normative europee

Indiscrezioni riportata dal Financial Times

Il Gruppo FCA, secondo il Financial Times, ha stretto un accordo per comprare "crediti verdi" da Tesla che gli permetterebbero di abbassare la media delle emissioni di CO2 della gamma europea ed evitare così la pesante multa derivante dall'ingresso in vigore della nuova normativa nel 2021.
Gruppo FCA acquista crediti verdi da Tesla per stare nei limiti di CO2 delle normative europee

Il Gruppo FCA acquisterà dei “crediti verdi”, pagando centinaia di milioni di euro, da Tesla potendo così conteggiare le auto elettriche della Casa californiana nella propria gamma europea, in modo da rientrare nei limiti delle emissioni di CO2 che entreranno in vigore nel 2021 (95 g/km), e che diventeranno ancora più stringenti nel 2025 e nel 2030. 

L’inedito accordo

L’indiscrezione è riportata dal Financial Times che afferma che tale intesa tra FCA e Tesla è stata già raggiunta qualche settimana fa, confermata anche dai documenti della Commissione Europea. Si tratta di un accordo consentito dal punto di vista normativo, anche se finora tale strada non è mai stata intrapresa da nessuna Casa automobilistica.

Così evita una multa da 2 miliardi di euro

Il Financial Times, citando alcuni analisti come l’Ubs, scrive che il livello di emissioni medie del Gruppo FCA è di 128 g/km nel 2018. Numeri che con l’ingresso in vigore delle nuove normative porterebbero il costruttore italo-americano a dover pagare un multa all’Unione Europa, che secondo gli esperti, ammonterebbe a 2 miliardi di euro. Una sanzione che FCA riuscirebbe ad evitare grazie all’accordo con Tesla che le permetterebbe di abbassare la media delle emissioni della gamma europea.

Crediti Zero Emission Vehicle anche in Europa

Dell’accordo, che sarebbe stato perfezionato lo scorso 25 febbraio, non si conoscono i dettagli economici. Tuttavia, com’è facilmente intuibile dai suoi effetti si parla di cifre importanti. L’insolita intesa tra FCA e Tesla porta in Europa qualcosa di simile ai cosiddetti crediti Zev (Zero Emission Vehicle) californiani, maturati attraverso la produzione di veicoli elettrici e ceduti a costruttori, anche concorrenti, che devono compensare le emissioni della gamma per abilitare le vendite.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati