WP_Post Object ( [ID] => 621510 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-04-15 09:15:37 [post_date_gmt] => 2019-04-15 07:15:37 [post_content] => La DS 7 Crossback, il SUV compatto del marchio premium parigino, ha tra i suoi punti di forza l'elevato livello di raffinatezza, eleganza e prestigio che riesce ad esprimere. Qualità che si legano a doppio filo alle caratteristiche estetiche degli esterni, ma che è soprattutto all'interno dell'abitacolo che trovano la loro massima espressione, nonché l'apice della percezione da parte di chi sale a bordo della DS 7 Crossback.

DS 7 Crossback apre le porte all'artigianalità

Basta infatti aprire le portiere della DS 7 Crossback e gettare un sguardo agli interni per rendersi conto dell'elevatissimo livello di cura  e di attenzioni che il costruttore francese ha dedicato alla progettazione e allo sviluppo della vettura. La DS 7 Crossback, in particolar modo l'abitacolo, sfrutta l'artigianalità a tutto tondo, dalle lavorazioni ai materiali passando per la scelta dei colori, per dar forma ad una cabina in cui gli occupanti vengono sedotti e cullati da un atmosfera contemporaneamente ricca di fascino ed estremamente confortevole e familiare. L'abitacolo della DS 7 Crossback nasce anche dalla collaborazione del marchio parigino con alcuni esperti, come i Meilleurs Ouvriers de France per i rivestimenti in pelle e i designer dagli stili più diversi tra cui architetti di interni, esperti del colore, ingegneri. Puntando ad offrire un veicolo completo, pratico e bello da vivere, DS si è circondata di esperti dell'artigianalità lavorando con loro e studiando con cura ogni singolo dettaglio.

Interni DS 7 Crossback: compromesso tra razionalità e creatività

Un obiettivo, quello perseguito nella progettazione degli interni della DS 7 Crossback, che emerge in maniera chiara e immediata dalla parole di Sabine Le Masson Pannetrat, responsabile della divisione Design Colori e Materiali DS: "I materiali vengono selezionati tenendo conto del posizionamento della vettura, del target di clientela e dell'ambiente interno che si vuole creare. All'inizio ci poniamo pochi limiti, nonostante delle specifiche tecniche da rispettare, perché l'idea è proprio quella di superare i limiti. I materiali selezionati dai designer vengono poi testati dal reparto tecnico, che ne verifica la resistenza alla luce o all'abrasione. Cerchiamo di essere più creativi possibile, ci sono ancora cose che non possono essere realizzate nel mondo dell'auto. Per questo, insieme ai nostri fornitori e sulla base della nostra esperienza, cerchiamo di trovare le migliori soluzioni che mettano d'accordo razionalità e inventiva".

L'ambiente esclusivo della DS 7 Crossback

Gli interni della DS 7 Crossback offrono diverse esclusive, come ad esempio il "point perle", un'impuntura decorativa che crea piccoli punti a forma di perla e che è stata applicata su plancia e pannelli delle porte. Per la convalida tecnica, ovvero i testi di resistenza allo sfregamento e all'abrasione, di tale trattamento sono stati necessari oltre quattro anni di lavoro da parte dei team DS e dei fornitori di equipaggiamenti, con un processo attualmente unico nel mondo dell'auto. Unicità che riguarda anche la finitura in legno, con una superficie coperta decisamente superiore a quella di altre auto. Inoltre l'essenza di legno scelta per la DS 7 Crossback ha permesso anche un utilizzo in diagonale della venatura, lavorazione che richiede una tecnica particolare, sia dagli uomini di DS che da parte dei fornitori, come spiega Sabine Le Masson Pannetrat: "Lavorare il legno è difficile, perché il materiale è molto sensibile all'umidità e alla temperatura. Tenevamo molto a proporre un legno poco verniciato, con una finitura a 'pori aperti'. Per questo abbiamo dovuto avviare un rigorosissimo processo di selezione, per estrarre il meglio per i nostri clienti". [post_title] => DS 7 Crossback: interni frutto dell'artigianalità al servizio dell'industria [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ds-7-crossback-interni-frutto-dellartigianalita-al-servizio-dellindustria [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-04-15 09:15:37 [post_modified_gmt] => 2019-04-15 07:15:37 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=621510 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

DS 7 Crossback: interni frutto dell’artigianalità al servizio dell’industria

Materiali, colori e lavorazioni puntano all'esclusività

La DS 7 Crossback propone un elevato livello di raffinatezza ed eleganza, in particolar modo negli interni. Dentro il SUV troviamo un mix di materiali, colori e lavorazioni realizzati all'insegna dell'artigianalità e della cura maniacale di ogni singolo dettaglio.
DS 7 Crossback: interni frutto dell’artigianalità al servizio dell’industria

La DS 7 Crossback, il SUV compatto del marchio premium parigino, ha tra i suoi punti di forza l’elevato livello di raffinatezza, eleganza e prestigio che riesce ad esprimere. Qualità che si legano a doppio filo alle caratteristiche estetiche degli esterni, ma che è soprattutto all’interno dell’abitacolo che trovano la loro massima espressione, nonché l’apice della percezione da parte di chi sale a bordo della DS 7 Crossback.

DS 7 Crossback apre le porte all’artigianalità

Basta infatti aprire le portiere della DS 7 Crossback e gettare un sguardo agli interni per rendersi conto dell’elevatissimo livello di cura  e di attenzioni che il costruttore francese ha dedicato alla progettazione e allo sviluppo della vettura. La DS 7 Crossback, in particolar modo l’abitacolo, sfrutta l’artigianalità a tutto tondo, dalle lavorazioni ai materiali passando per la scelta dei colori, per dar forma ad una cabina in cui gli occupanti vengono sedotti e cullati da un atmosfera contemporaneamente ricca di fascino ed estremamente confortevole e familiare.

L’abitacolo della DS 7 Crossback nasce anche dalla collaborazione del marchio parigino con alcuni esperti, come i Meilleurs Ouvriers de France per i rivestimenti in pelle e i designer dagli stili più diversi tra cui architetti di interni, esperti del colore, ingegneri. Puntando ad offrire un veicolo completo, pratico e bello da vivere, DS si è circondata di esperti dell’artigianalità lavorando con loro e studiando con cura ogni singolo dettaglio.

Interni DS 7 Crossback: compromesso tra razionalità e creatività

Un obiettivo, quello perseguito nella progettazione degli interni della DS 7 Crossback, che emerge in maniera chiara e immediata dalla parole di Sabine Le Masson Pannetrat, responsabile della divisione Design Colori e Materiali DS: “I materiali vengono selezionati tenendo conto del posizionamento della vettura, del target di clientela e dell’ambiente interno che si vuole creare. All’inizio ci poniamo pochi limiti, nonostante delle specifiche tecniche da rispettare, perché l’idea è proprio quella di superare i limiti. I materiali selezionati dai designer vengono poi testati dal reparto tecnico, che ne verifica la resistenza alla luce o all’abrasione. Cerchiamo di essere più creativi possibile, ci sono ancora cose che non possono essere realizzate nel mondo dell’auto. Per questo, insieme ai nostri fornitori e sulla base della nostra esperienza, cerchiamo di trovare le migliori soluzioni che mettano d’accordo razionalità e inventiva”.

L’ambiente esclusivo della DS 7 Crossback

Gli interni della DS 7 Crossback offrono diverse esclusive, come ad esempio il “point perle”, un’impuntura decorativa che crea piccoli punti a forma di perla e che è stata applicata su plancia e pannelli delle porte. Per la convalida tecnica, ovvero i testi di resistenza allo sfregamento e all’abrasione, di tale trattamento sono stati necessari oltre quattro anni di lavoro da parte dei team DS e dei fornitori di equipaggiamenti, con un processo attualmente unico nel mondo dell’auto.

Unicità che riguarda anche la finitura in legno, con una superficie coperta decisamente superiore a quella di altre auto. Inoltre l’essenza di legno scelta per la DS 7 Crossback ha permesso anche un utilizzo in diagonale della venatura, lavorazione che richiede una tecnica particolare, sia dagli uomini di DS che da parte dei fornitori, come spiega Sabine Le Masson Pannetrat: “Lavorare il legno è difficile, perché il materiale è molto sensibile all’umidità e alla temperatura. Tenevamo molto a proporre un legno poco verniciato, con una finitura a ‘pori aperti’. Per questo abbiamo dovuto avviare un rigorosissimo processo di selezione, per estrarre il meglio per i nostri clienti”.

DS 7 Crossback: interni frutto dell’artigianalità al servizio dell’industria
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati