WP_Post Object ( [ID] => 622036 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-04-16 11:21:55 [post_date_gmt] => 2019-04-16 09:21:55 [post_content] => La nuova Peugeot 208 è arrivata al Salone di Ginevra 2019 ed ha fatto il suo debutto italiano la scorsa settimana con la presenza alla Milano Design Week. Una vettura importante per il marchio francese, non solo perché viene declinata anche con motore 100% elettrico, ma anche per un rinnovamento nel design. Ne abbiamo parlato con Gilles Vidal, direttore dello stile del Leone.

Nuova Peugeot 208: un po’ 508 ed un po’ 205

L’estetica della nuova Peugeot 208 prende spunto dalla sorella maggiore 508, in particolare per l’inedita firma luminosa con luci diurne a LED e nuovi gruppi ottici, composti dai tre artigli del Leone. “Siccome la 508 era l’ammiraglia del marchio, abbiamo introdotto su di lei una nuova firma luminosa per riconoscerla immediatamente, ma senza inserire troppi nuovi elementi – le parole di Vidal - E sulla 208 abbiamo mantenuto la stessa logica, mantenendo le stesse caratteristiche, ovviamente su una vettura più piccola”. Non manca anche qualche stilema ripreso dal passato: “La 208 prende ispirazione anche dalla 205, in alcuni dettagli, come sbalzi ridotti, parabrezza più verticale e muso più lungo”. Senza però, per questo intreccio con un modello storico, rendere la vettura meno moderna.

Il nuovo i-Cockpit sulla 208, per la prima volta 3D

Un altro elemento in primo piano dello stile della nuova Peugeot 208 è l’evoluzione dell’i-Cockpit. “Per la prima volta, in anteprima mondiale nel segmento B, presentiamo un i-Cockpit 3D – spiega Vidal - Abbiamo puntato sull’ergonomia e sul fornire informazioni chiare ed istantanee”. Sono presenti il volante a due razze di dimensione ridotte, appiattito nella parta alta e bassa, il quadro strumenti completamente digitale in posizione rialzata ed il display touch dell’infotainment al centro della plancia, disponibile da cinque a dieci pollici.

I motori della nuova Peugeot 208

La nuova Peugeot 208 è disponibile con il motore tre cilindri benzina da 1.2 litri da 75, 100 o 130 CV, mentre sul versante diesel la proposta è completata dal quattro cilindri 1.5 litri da 100 CV. La vera novità, però, è la versione 100% elettrica: la e-208, con motore a zero emissioni da 136 CV.

Il design del futuro di casa Peugeot

Questi nuovi stilemi li rivedremo anche nei prossimi modelli, dove non mancheranno ulteriori novità: “Dovremo essere sicuri che ogni auto rappresenti un passo avanti molto forte nel futuro. Pur difendendo la riconoscibilità e l’omogeneità del marchio – conclude Vidal, parlando della filosofia del Leone in tema di stile - Su quale modello? Lo scoprirete molto presto...”. [post_title] => Peugeot 208: lo stile della nuova generazione [INTERVISTA VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-peugeot-208-stile-design-motori-intervista [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-04-16 11:26:11 [post_modified_gmt] => 2019-04-16 09:26:11 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=622036 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Peugeot 208: lo stile della nuova generazione [INTERVISTA VIDEO]

Intervista a Gilles Vidal sulla rinnovata vettura francese

La nuova Peugeot 208 è stata la protagonista della Milano Design Week 2019: un modello rinnovato nello stile, nella tecnologia e nelle motorizzazioni. Ce ne ha parlato Gilles Vidal, direttore dello stile del marchio francese.
Peugeot 208: lo stile della nuova generazione [INTERVISTA VIDEO]

La nuova Peugeot 208 è arrivata al Salone di Ginevra 2019 ed ha fatto il suo debutto italiano la scorsa settimana con la presenza alla Milano Design Week. Una vettura importante per il marchio francese, non solo perché viene declinata anche con motore 100% elettrico, ma anche per un rinnovamento nel design. Ne abbiamo parlato con Gilles Vidal, direttore dello stile del Leone.

Nuova Peugeot 208: un po’ 508 ed un po’ 205

L’estetica della nuova Peugeot 208 prende spunto dalla sorella maggiore 508, in particolare per l’inedita firma luminosa con luci diurne a LED e nuovi gruppi ottici, composti dai tre artigli del Leone. “Siccome la 508 era l’ammiraglia del marchio, abbiamo introdotto su di lei una nuova firma luminosa per riconoscerla immediatamente, ma senza inserire troppi nuovi elementi – le parole di Vidal – E sulla 208 abbiamo mantenuto la stessa logica, mantenendo le stesse caratteristiche, ovviamente su una vettura più piccola”.

Non manca anche qualche stilema ripreso dal passato: “La 208 prende ispirazione anche dalla 205, in alcuni dettagli, come sbalzi ridotti, parabrezza più verticale e muso più lungo”. Senza però, per questo intreccio con un modello storico, rendere la vettura meno moderna.

Il nuovo i-Cockpit sulla 208, per la prima volta 3D

Un altro elemento in primo piano dello stile della nuova Peugeot 208 è l’evoluzione dell’i-Cockpit. “Per la prima volta, in anteprima mondiale nel segmento B, presentiamo un i-Cockpit 3D – spiega Vidal – Abbiamo puntato sull’ergonomia e sul fornire informazioni chiare ed istantanee”.

Sono presenti il volante a due razze di dimensione ridotte, appiattito nella parta alta e bassa, il quadro strumenti completamente digitale in posizione rialzata ed il display touch dell’infotainment al centro della plancia, disponibile da cinque a dieci pollici.

I motori della nuova Peugeot 208

La nuova Peugeot 208 è disponibile con il motore tre cilindri benzina da 1.2 litri da 75, 100 o 130 CV, mentre sul versante diesel la proposta è completata dal quattro cilindri 1.5 litri da 100 CV. La vera novità, però, è la versione 100% elettrica: la e-208, con motore a zero emissioni da 136 CV.

Il design del futuro di casa Peugeot

Questi nuovi stilemi li rivedremo anche nei prossimi modelli, dove non mancheranno ulteriori novità: “Dovremo essere sicuri che ogni auto rappresenti un passo avanti molto forte nel futuro. Pur difendendo la riconoscibilità e l’omogeneità del marchio – conclude Vidal, parlando della filosofia del Leone in tema di stile – Su quale modello? Lo scoprirete molto presto…”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati