DS 7 Crossback: Xavier Savignac, direttore del progetto, ci svela i punti di forza

DS 7 Crossback: Xavier Savignac, direttore del progetto, ci svela i punti di forza

Dal comfort all'eleganza, passando per tecnologia e spazio

La DS 7 Crossback scopre le sue carte vincenti attraverso le parole di Xavier Savignac, direttore del progetto DS 7 Crossback, che ci spiega cosa il crossover premium francese offre in più rispetto alla concorrenza.
DS 7 Crossback: Xavier Savignac, direttore del progetto, ci svela i punti di forza

La DS 7 Crossback ha tante carte vincenti da giocarsi sul tavolo della competizione. Del resto parliamo di un crossover che è stato in grado di alzare l’asticella su più fronti, diventando un vero e proprio punto di riferimento all’interno della sua categoria di mercato.

Come ogni vettura nata da DS Automobiles, marchio premium di proprietà di Groupe PSA, la DS 7 Crossback fa leva su una moltitudine diversificata di fattori qualitativi per conquistare la fiducia degli automobilisti. Ma quali sono i punti di forza dell’elegante crossover parigino? Per scoprirlo è utile affidarsi alle parole di chi la vettura l’ha vista nascere e crescere passo passo, guidandone la realizzazione, ovvero Xavier Savignac, direttore del progetto DS 7 Crossback, che risponde così a tre domande.

Quali criteri avete usato per stabilire il livello di comfort di DS 7 Crossback?

“È un lavoro di squadra tra tutti i comparti del marchio, soprattutto tra le donne e gli uomini del centro stile: sono loro a vedere più lontano all’interno dell’azienda, e individuano il tipo di vettura, di equipaggiamenti e di servizi che saranno più richiesti dalla clientela. Ovviamente le tendenze sono poi confermate dalle indagini di marketing, ma tutto questo ci permette di essere visionari e in linea con le aspettative dei clienti. Per gli interni, le cose erano chiare sin dall’inizio. Volevamo essere i primi sotto ogni aspetto: comfort nel senso più ampio del termine, ma anche connettività e abitabilità”.

Le prestazioni immaginate all’interno hanno avuto un’incidenza sulle dimensioni esterne?

“Le specifiche tecniche prevedevano il miglior equilibrio possibile tra stile esterno, proporzioni e abitabilità. Abbiamo comunque avuto molte discussioni sulla lunghezza, perché DS 7 Crossback raggiunge 4,57 metri (e 4,60 metri in Cina, targa inclusa, ndr), mentre la media del segmento è 4,45 metri. Ma in ogni caso volevamo più spazio a bordo, soprattutto dietro, mantenendo un gran volume del bagagliaio, che è di 555 litri. Inoltre, tenendo conto della piattaforma scelta, abbiamo anche fatto in modo che la tecnologia E-Tense, l’ibrido benzina ricaricabile di DS, non influisse sui volumi interni. Per tutti questi motivi, era necessario posizionarci al livello alto del segmento, che tra l’altro è perfetto per un veicolo dalla vocazione internazionale”.

Cosa offre DS 7 Crossback più della concorrenza?

“Un trattamento dell’abitacolo fuori dal comune, che attraverso la ricerca delle superfici e dei volumi propone un comfort che si ispira a quello di un salotto. Inoltre, la proposta di differenti universi in base alle differenti ‘ispirazioni DS’ è una cosa inedita. Offriamo innegabilmente possibilità e scelte che non esistono altrove. Anche la qualità dei sedili, lo spazio a bordo, il numero di alloggiamenti e l’insonorizzazione sono stati portati ai massimi livelli, e ridefiniscono gli standard del lusso alla francese all’interno di un’automobile. DS 7 Crossback è anche altamente tecnologico, con due display da 12 pollici, di cui uno HD, un sistema hi-fi di alta qualità e una connettività avanzata. Questo veicolo riunisce tutto il meglio della categoria, con un tocco di eleganza in più. Quando ci si siede per la prima volta dentro a DS 7 Crossback, si sente”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati