WP_Post Object ( [ID] => 624601 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-04-23 17:34:10 [post_date_gmt] => 2019-04-23 15:34:10 [post_content] => Alzi la mano chi si ricorda della Fiat 127. Scommettiamo che tanti di coloro che hanno qualche anno in più non possono esimersi dall'evocare un qualche ricordo legato alla Fiat 127, una delle vetture che hanno segnato la scena automobilistica italiana degli anni '70 e '80. La berlina a due volumi del marchio torinese, nata come sostituita della Fiat 850, venne lanciata nel 1971 e rimase in produzione, attraverso tre serie, fino al 1987, quando a raccoglierne l'eredità fu la Fiat Uno.

Stilemi moderni sulle forme originali

Tornando indietro nel tempo e riprendendo le proporzioni e le forme concettuali di quella vettura, la Fiat 127 rivive in un'audace, evocativa ed emozionante versione moderna che nasce dalla creatività del designer David Obendorfer. I render danno vita a una Fiat 127 che propone le originali linee squadrate e il design angolare che caratterizzavano l'aspetto complessivo dell'auto di oltre 30 anni fa, dall'anteriore col muso piatto e perpendicolare fino al posteriore spiovente con il lunotto inclinato che si unisce in un tutt'uno al resto della coda, portellone compreso.

Immaginati gli interni

La nuova Fiat 127 qui immaginata, oltre a reinterpretare i tratti della matita di Pio Manzù che ne firmò il design, dà concretezza grafica anche all'abitacolo. Per la nuova Fiat 127 viene ipotizzato un interno all'insegna della semplicità, con uno stile sobrio e minimale, con display centrale per l'infotainment, sopra il quale sono collocate le bocchette centrali dell'areazione di forma ovale, mentre sotto c'è spazio per tre manopole coi comandi del climatizzatore. I rivestimenti mescolano le tinte marrone, nero e grigio, caratterizzando anche il look di quadro strumenti analogico e volante con comandi integrati.

Render delle versioni 5 porte, Sport e Abarth

Il designer David Obendorfer ha realizzato un progetto ampio che va ben oltre la semplice Fiat 127 con classica carrozzeria a 3 porte. Come si può vedere nelle immagini dei render presenti nella gallery in calce all'articolo, la nuova Fiat 127 è stata declinata anche in una più pratica e comoda versione a 5 porte, oltre che in una variante con un pizzico di sportività in più, la Fiat 127 Sport, fino ad arrivare alla declinazione maggiormente votata a dinamismo e performance: la Fiat 127 Abarth. [post_title] => Fiat 127: così l'iconica berlina è declinata ai giorni nostri [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fiat-127-cosi-liconica-berlina-e-declinata-ai-giorni-nostri-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-04-23 17:34:10 [post_modified_gmt] => 2019-04-23 15:34:10 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=624601 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Fiat 127: così l’iconica berlina è declinata ai giorni nostri [RENDERING]

Le linee squadrate incontrano il design moderno

La Fiat 127 ritorna in chiave moderna nel progetto di render del designer David Obendorfer che immagina l'iconica berlina del marchio torinese ai giorni nostri, anche in versione 5 porte, Sport e Abarth.

Alzi la mano chi si ricorda della Fiat 127. Scommettiamo che tanti di coloro che hanno qualche anno in più non possono esimersi dall’evocare un qualche ricordo legato alla Fiat 127, una delle vetture che hanno segnato la scena automobilistica italiana degli anni ’70 e ’80.

La berlina a due volumi del marchio torinese, nata come sostituita della Fiat 850, venne lanciata nel 1971 e rimase in produzione, attraverso tre serie, fino al 1987, quando a raccoglierne l’eredità fu la Fiat Uno.

Stilemi moderni sulle forme originali

Tornando indietro nel tempo e riprendendo le proporzioni e le forme concettuali di quella vettura, la Fiat 127 rivive in un’audace, evocativa ed emozionante versione moderna che nasce dalla creatività del designer David Obendorfer. I render danno vita a una Fiat 127 che propone le originali linee squadrate e il design angolare che caratterizzavano l’aspetto complessivo dell’auto di oltre 30 anni fa, dall’anteriore col muso piatto e perpendicolare fino al posteriore spiovente con il lunotto inclinato che si unisce in un tutt’uno al resto della coda, portellone compreso.

Immaginati gli interni

La nuova Fiat 127 qui immaginata, oltre a reinterpretare i tratti della matita di Pio Manzù che ne firmò il design, dà concretezza grafica anche all’abitacolo. Per la nuova Fiat 127 viene ipotizzato un interno all’insegna della semplicità, con uno stile sobrio e minimale, con display centrale per l’infotainment, sopra il quale sono collocate le bocchette centrali dell’areazione di forma ovale, mentre sotto c’è spazio per tre manopole coi comandi del climatizzatore. I rivestimenti mescolano le tinte marrone, nero e grigio, caratterizzando anche il look di quadro strumenti analogico e volante con comandi integrati.

Render delle versioni 5 porte, Sport e Abarth

Il designer David Obendorfer ha realizzato un progetto ampio che va ben oltre la semplice Fiat 127 con classica carrozzeria a 3 porte. Come si può vedere nelle immagini dei render presenti nella gallery in calce all’articolo, la nuova Fiat 127 è stata declinata anche in una più pratica e comoda versione a 5 porte, oltre che in una variante con un pizzico di sportività in più, la Fiat 127 Sport, fino ad arrivare alla declinazione maggiormente votata a dinamismo e performance: la Fiat 127 Abarth.

Fiat 127: così l’iconica berlina è declinata ai giorni nostri [RENDERING]
4.7 (93.91%) 23 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati