Dash cam: sono legali in Italia?

Dash cam: sono legali in Italia?

Cosa sono e come si usano le dash cam

Le dash cam cominciano ad essere presenti anche in Italia, vediamo se sono legali e quando costituiscono una prova di un evento
Dash cam: sono legali in Italia?

Viaggiando su strade e autostrade si può assistere o purtroppo essere coinvolti in vari tipi di eventi, da quelli minori come incidenti senza persone ferite fino a quelli ben più gravi. Spesso si pensa che filmare l’accaduto sia la soluzione migliore per ripercorrere gli eventi e capirne veramente la dinamica, stabilendo anche di chi sono le responsabilità. Per poter fare questo sono in vendita le dash cam, delle videocamere da installare all’interno del parabrezza che riprendono quanto accade davanti all’auto.

Dash cam: un occhio sulla strada

Questi dispositivi hanno una memoria interna in grado di immagazzinare video di durata variabile e registrano a ciclo continuo, possono essere doppie con una lente che riprende l’interno dell’auto e il lunotto e registrare anche la posizione GPS. Vediamo cosa dice la legge riguardo l’uso di queste dash cam e se sono legali in Italia. La risposta è affermativa, cioè queste camere sono legali nel nostro paese a patto di rispettare alcune condizioni fondamentali per l’uso, che sono: il campo visivo della telecamere deve essere limitato a quello necessario per osservare la strada, il proprietario deve utilizzarle in modo responsabile ed evitare che i dati contenuti possano essere presi da altri, i dati registrati non devono essere diffusi a terzi e che solo le persone fisiche possono utilizzarle e per scopi strettamente personali. Quindi sono utilizzabili sulle auto, purché vengano gestite in modo responsabile e senza violare la privacy di altre persone.
L’installazione inoltre non deve ostacolare la visuale del guidatore, in questo caso infatti può essere emessa una multa.

Le dash cam si possono usare rispettando privacy e sicurezza

Un’altra domanda legata all’uso di questi dispositivi è se sono o no utilizzabili come prova nel caso di incidente o processo da parte dell’autorità giudiziaria. Qui la legge non è chiara in quanto non c’è ancora una giurisprudenza dedicata, ma le registrazioni posso rientrare nelle prove definite “atipiche” e devono essere valutate caso per caso dal Giudice. Nel caso di sinistri o contestazioni da parte delle forza dell’ordine è poi importante chiedere di prendere come testimonianza il video subito dopo l’accaduto, per tentare di usarlo appunto come prova.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    2 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Giovanni ha detto:

      gli autobus hanno montato una telecamera molto più professionale di quelle da “ebay” come dashcam per registrazione in caso di incidenti… sicuramente non sono persone fisiche… quindi come la mettiamo ?

    • giuseppe ibba ha detto:

      Vorrei capire se sono probanti per le assicurazioni .Se si quali?
      Grazie

    Articoli correlati