WP_Post Object ( [ID] => 627510 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-05-08 20:07:02 [post_date_gmt] => 2019-05-08 18:07:02 [post_content] => Prima il silenzio, le montagne sullo sfondo del Gran San Bernardo e poi sempre più vivo e improvvisamente tonante il focoso suono di una Lamborghini Miura P400 rivestita di un vivace "Arancio Miura", condotta tra i tornanti con maestria dall'attore Rossano Brazzi. Sognata, desiderata dagli appassionati, occupa subito la scena nel famoso film "The Italian Job" della Paramount Pictures. Quella stessa auto, dopo 50 anni di ricerche e indiscrezioni, è nuovamente protagonista grazie alla certificazione del Polo Storico Lamborghini. Il frutto di un'accurata ricostruzione per tappe, tra documenti e testimonianze, accertando il numero di telaio di quello storico esemplare, reso immortale dalla celeberrima pellicola del 1969.

Il giallo dell'incidente

Gli amanti del cinema ricordano la dolorosa fine della vettura nel film. Distrutta dopo un violento incidente. Ma non si trattava della stessa auto protagonista. Allora la produzione aveva già individuato una Miura P400 identica, ma già incidentata, da utilizzare proprio nella scena clou. Lamborghini allora aveva fornito un'altra Miura, secondo quanto appreso.

L'esemplare certificato

Dopo una minuziosa ricostruzione effettuata dagli specialisti del Polo Storico Lamborghini, consultati dal proprietario della vettura, The Kaiser Collection of Vaduz (FL), questi hanno identificato il numero di telaio di quella Miura condotta da Brazzi. La vettura è stata inviata a Sant’Agata Bolognese. Gli esperti del marchio, consultando la documentazione storica, tenendo presente il prezioso contributo di testimonianze di conoscitori ed ex dipendenti di Lamborghini, come lo stesso Enzo Moruzzi che portò sul set e condusse come controfigura quella Miura di color Arancio durante alcune scene, analizzando dunque la stessa auto, hanno trovato le opportune risposte e certificato la Miura P400 con numero di telaio 3586 come la storica protagonista del film "The Italian Job". Una risposta che coincide anche con i 50 anni della pellicola, presentata nel lontano 1969 a giugno. Come ricordato nell'occasione, dopo le riprese del film, questa Miura P400 tornò a Sant'Agata Bolognese per essere preparata in vista della consegna al primo proprietario di allora, un italiano di Roma. Quindi ha avuto anche altri intestatari sia italiani che non, sino al 2018 quando è stata acquistata dal suo attuale possessore e collezionista Fritz Kaiser, del Lichtenstein. Enzo Moruzzi, ricordando proprio la consegna della vettura per le riprese, ha segnalato anche un particolare interessante che riguarda i sedili, originariamente di colore bianco ma sostituiti con altri in pelle nera che di solito erano usati per i collaudi, considerando le necessità sceniche. "A svelare il trucco i piccoli poggiatesta, che sulla Miura sono attaccati al vetro che divide l’abitacolo dal vano motore, e che non potevano essere sostituiti in tempo. Come si vede nel film, sono rimasti quelli originali di colore bianco" ha riferito nell'occasione Moruzzi, riprendendo quanto segnalato dalla casa. [post_title] => Lamborghini Polo Storico: certificata la mitica Miura P400 del film “The Italian Job” del 1969 [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => lamborghini-miura-p400-film-the-italian-job-certificata-polo-storico [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-08 20:07:02 [post_modified_gmt] => 2019-05-08 18:07:02 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=627510 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Lamborghini Polo Storico: certificata la mitica Miura P400 del film “The Italian Job” del 1969 [FOTO]

Individuata la vettura usata durante le riprese

Certificato da Lamborghini Polo Storico l'esemplare di Miura P400 utilizzato nelle scene del celeberrimo film “The Italian Job”, targato Paramount Pictures. Risolto l'enigma

Prima il silenzio, le montagne sullo sfondo del Gran San Bernardo e poi sempre più vivo e improvvisamente tonante il focoso suono di una Lamborghini Miura P400 rivestita di un vivace “Arancio Miura”, condotta tra i tornanti con maestria dall’attore Rossano Brazzi. Sognata, desiderata dagli appassionati, occupa subito la scena nel famoso film “The Italian Job” della Paramount Pictures. Quella stessa auto, dopo 50 anni di ricerche e indiscrezioni, è nuovamente protagonista grazie alla certificazione del Polo Storico Lamborghini. Il frutto di un’accurata ricostruzione per tappe, tra documenti e testimonianze, accertando il numero di telaio di quello storico esemplare, reso immortale dalla celeberrima pellicola del 1969.

Il giallo dell’incidente

Gli amanti del cinema ricordano la dolorosa fine della vettura nel film. Distrutta dopo un violento incidente. Ma non si trattava della stessa auto protagonista. Allora la produzione aveva già individuato una Miura P400 identica, ma già incidentata, da utilizzare proprio nella scena clou. Lamborghini allora aveva fornito un’altra Miura, secondo quanto appreso.

L’esemplare certificato

Dopo una minuziosa ricostruzione effettuata dagli specialisti del Polo Storico Lamborghini, consultati dal proprietario della vettura, The Kaiser Collection of Vaduz (FL), questi hanno identificato il numero di telaio di quella Miura condotta da Brazzi. La vettura è stata inviata a Sant’Agata Bolognese. Gli esperti del marchio, consultando la documentazione storica, tenendo presente il prezioso contributo di testimonianze di conoscitori ed ex dipendenti di Lamborghini, come lo stesso Enzo Moruzzi che portò sul set e condusse come controfigura quella Miura di color Arancio durante alcune scene, analizzando dunque la stessa auto, hanno trovato le opportune risposte e certificato la Miura P400 con numero di telaio 3586 come la storica protagonista del film “The Italian Job”.
Una risposta che coincide anche con i 50 anni della pellicola, presentata nel lontano 1969 a giugno.
Come ricordato nell’occasione, dopo le riprese del film, questa Miura P400 tornò a Sant’Agata Bolognese per essere preparata in vista della consegna al primo proprietario di allora, un italiano di Roma. Quindi ha avuto anche altri intestatari sia italiani che non, sino al 2018 quando è stata acquistata dal suo attuale possessore e collezionista Fritz Kaiser, del Lichtenstein. Enzo Moruzzi, ricordando proprio la consegna della vettura per le riprese, ha segnalato anche un particolare interessante che riguarda i sedili, originariamente di colore bianco ma sostituiti con altri in pelle nera che di solito erano usati per i collaudi, considerando le necessità sceniche. “A svelare il trucco i piccoli poggiatesta, che sulla Miura sono attaccati al vetro che divide l’abitacolo dal vano motore, e che non potevano essere sostituiti in tempo. Come si vede nel film, sono rimasti quelli originali di colore bianco” ha riferito nell’occasione Moruzzi, riprendendo quanto segnalato dalla casa.

Lamborghini Polo Storico: certificata la mitica Miura P400 del film “The Italian Job” del 1969 [FOTO]
5 (100%) 3 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati