WP_Post Object ( [ID] => 627471 [post_author] => 80 [post_date] => 2019-05-08 18:04:05 [post_date_gmt] => 2019-05-08 16:04:05 [post_content] => Dall'introduzione dell'obbligo di montare pneumatici invernali o avere la catene a bordo nei mesi da ottobre ad aprile molti automobilisti hanno acquistato un set di ruote complete aggiuntivo per la propria vettura, in modo da sostituire appunto l'intera ruota e non solo gli pneumatici al cambio di stagione. Questo accorgimento è corretto, in quanto è meglio non smontare gli pneumatici dai cerchi molte volte perché si sollecita quello che viene definito tallone dello pneumatico in modo eccessivo.

Due set di ruote per avere il meglio in ogni stagione

Avere un altro set di ruote permette anche di avere diverse misure degli pneumatici tra quelli estivi e quelli invernali. I motivi per utilizzare dimensioni diverse, che devono comunque essere riportate a libretto per evitare sanzioni, sono molti. Gli pneumatici estivi e invernali devono svolgere sempre la funzione di contatto tra automobile e terreno, ma le condizioni d'uso sono piuttosto diverse.

In inverno condizioni critiche per l'aderenza

Durante il periodo invernale infatti abbiamo temperature molto basse e asfalto che può essere ricoperto da neve, fanghiglia o fogliame. In questi casi è meglio utilizzare pneumatici stretti per avere una maggiore pressione di contatto con il terreno, in modo da riuscire a “incidere” gli strati superficiali sporchi e cercare di avere maggior grip. Un altro aspetto importante è che gli pneumatici stretti hanno generalmente maggior spalla, cioè il fianco dello pneumatico è più alto.

Pneumatici con spalla alta per comfort e strade dissestate

Questa caratteristica permette di avere una maggior quantità d'aria contenuta nelle singole ruote, aumentando l'assorbimento degli urti e quindi il comfort di marcia. Un altro aspetto positivo è che le ruote con spalla alta digeriscono meglio buche e fondi dissestati, rendendoli quindi più idonei all'uso sulle strade spesso danneggiate da ghiaccio e neve. Per ciò che riguarda poi l'aspetto economico gli pneumatici con queste dimensioni hanno un costo inferiore, unito all'ulteriore risparmio che si ha comprando dei cerchi con diametro più basso rispetto a quelli di maggiori dimensioni. Un ultimo aspetto è il fatto che in inverno le strade vengono ricoperte di sale, che è corrosivo per i metalli e quindi tenderà maggiormente a rovinare le ruote, motivo in più per non avere cerchioni molto costosi nei mesi freddi.

Pneumatici estivi: quali caratteristiche e come sceglierli

Passando alla stagione estiva la scelta degli pneumatici corretti viene fatta invece seguendo altre logiche. Con fondo asciutto infatti uno pneumatico largo offre sicuramente più aderenza rispetto ad uno stretto, anche se questo prevale su fondi bagnati perché riduce il fenomeno dell'aquaplaning. Pneumatici larghi hanno poi generalmente un profilo più basso, caratteristica questa che aumenta la prontezza e la risposta agli input forniti dal volante, rendendo l'auto più reattiva anche se leggermente meno confortevole per la capacità di assorbimento degli urti minore. Le migliori condizioni climatiche e la mancanza del sale sulle strade poi danno la possibilità di acquistare ruote anche costose perché l'invecchiamento dovuto alle intemperie sarà sicuramente minore. Come ultimo aspetto consideriamo il fattore estetico, dove pneumatici ribassati e larghi danno un aspetto all'auto sicuramente più grintoso ed accattivante. [post_title] => Scelta degli pneumatici: meglio larghi o stretti? [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => scelta-degli-pneumatici-meglio-larghi-o-stretti [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-08 18:25:00 [post_modified_gmt] => 2019-05-08 16:25:00 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=627471 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Scelta degli pneumatici: meglio larghi o stretti?

Come scegliere gli pneumatici in base alle stagioni

Caratteristiche diverse per esigenze diverse di aderenza, fondo stradale e prezzo
Scelta degli pneumatici: meglio larghi o stretti?

Dall’introduzione dell’obbligo di montare pneumatici invernali o avere la catene a bordo nei mesi da ottobre ad aprile molti automobilisti hanno acquistato un set di ruote complete aggiuntivo per la propria vettura, in modo da sostituire appunto l’intera ruota e non solo gli pneumatici al cambio di stagione. Questo accorgimento è corretto, in quanto è meglio non smontare gli pneumatici dai cerchi molte volte perché si sollecita quello che viene definito tallone dello pneumatico in modo eccessivo.

Due set di ruote per avere il meglio in ogni stagione

Avere un altro set di ruote permette anche di avere diverse misure degli pneumatici tra quelli estivi e quelli invernali. I motivi per utilizzare dimensioni diverse, che devono comunque essere riportate a libretto per evitare sanzioni, sono molti. Gli pneumatici estivi e invernali devono svolgere sempre la funzione di contatto tra automobile e terreno, ma le condizioni d’uso sono piuttosto diverse.

In inverno condizioni critiche per l’aderenza

Durante il periodo invernale infatti abbiamo temperature molto basse e asfalto che può essere ricoperto da neve, fanghiglia o fogliame. In questi casi è meglio utilizzare pneumatici stretti per avere una maggiore pressione di contatto con il terreno, in modo da riuscire a “incidere” gli strati superficiali sporchi e cercare di avere maggior grip. Un altro aspetto importante è che gli pneumatici stretti hanno generalmente maggior spalla, cioè il fianco dello pneumatico è più alto.

Pneumatici con spalla alta per comfort e strade dissestate

Questa caratteristica permette di avere una maggior quantità d’aria contenuta nelle singole ruote, aumentando l’assorbimento degli urti e quindi il comfort di marcia. Un altro aspetto positivo è che le ruote con spalla alta digeriscono meglio buche e fondi dissestati, rendendoli quindi più idonei all’uso sulle strade spesso danneggiate da ghiaccio e neve. Per ciò che riguarda poi l’aspetto economico gli pneumatici con queste dimensioni hanno un costo inferiore, unito all’ulteriore risparmio che si ha comprando dei cerchi con diametro più basso rispetto a quelli di maggiori dimensioni. Un ultimo aspetto è il fatto che in inverno le strade vengono ricoperte di sale, che è corrosivo per i metalli e quindi tenderà maggiormente a rovinare le ruote, motivo in più per non avere cerchioni molto costosi nei mesi freddi.

Pneumatici estivi: quali caratteristiche e come sceglierli

Passando alla stagione estiva la scelta degli pneumatici corretti viene fatta invece seguendo altre logiche. Con fondo asciutto infatti uno pneumatico largo offre sicuramente più aderenza rispetto ad uno stretto, anche se questo prevale su fondi bagnati perché riduce il fenomeno dell’aquaplaning. Pneumatici larghi hanno poi generalmente un profilo più basso, caratteristica questa che aumenta la prontezza e la risposta agli input forniti dal volante, rendendo l’auto più reattiva anche se leggermente meno confortevole per la capacità di assorbimento degli urti minore. Le migliori condizioni climatiche e la mancanza del sale sulle strade poi danno la possibilità di acquistare ruote anche costose perché l’invecchiamento dovuto alle intemperie sarà sicuramente minore. Come ultimo aspetto consideriamo il fattore estetico, dove pneumatici ribassati e larghi danno un aspetto all’auto sicuramente più grintoso ed accattivante.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati