WP_Post Object ( [ID] => 627521 [post_author] => 37 [post_date] => 2019-05-09 10:30:44 [post_date_gmt] => 2019-05-09 08:30:44 [post_content] => La più piccola della casa dei quattro anelli è passata dall’avere una certa maturità, parlando di linee, che a quanto pare i designer hanno deciso di regalarle un certo cambiamento. E non hanno fatto male. La Nuova Audi A1 Sportback si presenta con una linea tagliente, spigolosa, convincente e quasi futuristica. Noi l’abbiamo provata, nel nostro video POV, in versione 30 TFSI, ovvero con il motore 1.0 litri a 3 cilindri sovralimentato. Se invece volete leggere la recensione completa potete cliccare qui.

In città

Se avete compiuto diciotto anni, state prendendo la patente e non desiderate quest’auto è solo perché state puntando a qualcosa di decisamente più importante. Anche nell’allestimento base l’Audi A1 Sportback si lascia ben guardare, se poi ci si mette l’allestimento S-Line Edition One come quello della nostra prova allora tanti saluti. Il tocco di classe è dato dai cerchi bianchi a 7 razze di 18” che richiamano i modelli sportivi del passato, come la celebre Quattro. I fari a led sono come lame di rasoio: precisi e sempre utili. Con il “drive select” è possibile poi scegliere tra diversi comportamenti di volante, pedali e sospensioni. Ed è una bella mossa perché in modalità comfort le promesse sono mantenute: motore silenzioso, consumi ridotti e assorbimento delle asperità garantito. E poi c’è la sicurezza attiva con il sistema radar-telecamera, con la vettura che può arrestarsi da sé in casi di eccezionale pericolo. Ed ecco che 4,05 metri risultano ben calibrati, il che non è scontato quando devi migliorare un prodotto già d’alto livello.

In autostrada

Il piccolo motore da 1000 centimetri cubi viaggia a tre cilindri e la differenza la si percepisce solo con l’orecchio, perché sembra “frullare” maggiormente quando si pigia sull’acceleratore. Ad ogni modo grazie alla turbina riesce ad erogare 116 CV e 200 Nm di coppia già a 2000 giri. Le prestazioni sono più che sufficienti per quello che deve fare: lo 0-100 è coperto in 9,4 secondi e la velocità massima dichiarata è di 203 km/h. Se cercate più piglio andate sulla 35 TFSI (150 CV) o sulla sportiva 40 TFSI (200 CV), ma ovviamente tutto ha un prezzo, e non soltanto nel momento in cui dovete strappare l’assegno dal concessionario. Per questo l’Audi A1 Sportback, che esce solo con motori benzina e non prevedrà diesel, con la configurazione 30 TFSI offre il miglior rapporto anche per i percorsi autostradali. Se poi si aggiunge il cruise control adattivo con il monitoraggio di corsia e stanchezza, il gioco è fatto. Liscia e silenziosa come una palla da biliardo dritta in buca.

Nel misto

Come già anticipato la versione 30 TFSI dell’Audi A1 Sportback non è il più indicato se cercate il divertimento, ma si difende comunque bene. La spinta è sempre costante e sebbene non incolli al sedile nemmeno vi lanciaste in discesa, la tenuta di strada unita ad un impianto frenante sempre pronto e ben modulabile possono togliere qualche piccola, quotidiana soddisfazione. Il merito va dato anche al cambio doppia frizione S-Tronic a 7 marce, che con le palettine dietro la corona del volante si dimostra sempre giocoso e pronto ad offrire la giusta cambiata. Ovviamente se è inverno e volete partire come foste su una Special Stage, dategli qualche chilometro per scaldarsi a dovere.

In conclusione

Bella da vedere e da toccare, dinamica quanto basta e sfruttabile ogni giorno, l’Audi A1 Sportback 30 TFSI risulta la versione d’equilibrio per chi cerca un compromesso tra qualità, divertimento e consumi. Il vero limite è rappresentato dalla voglia di stare al configuratore e vedere l’asticella del prezzo salire molto velocemente, ma come già detto per questa vettura c’è sempre una giusta misura. [post_title] => Salite a Bordo: Audi A1 Sportback 30 TFSI [POV TEST DRIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => salite-a-bordo-audi-a1-sportback-30-tfsi-pov-test-drive [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-09 10:30:44 [post_modified_gmt] => 2019-05-09 08:30:44 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=627521 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Salite a Bordo: Audi A1 Sportback 30 TFSI [POV TEST DRIVE]

Motore 1.0 turbo da 116 CV e cambio S-Tronic

L’ultima generazione dell’Audi A1 Sportback è stata oggetto del nostro POV Test Drive, ecco cosa ne pensiamo.
Salite a Bordo: Audi A1 Sportback 30 TFSI [POV TEST DRIVE]

La più piccola della casa dei quattro anelli è passata dall’avere una certa maturità, parlando di linee, che a quanto pare i designer hanno deciso di regalarle un certo cambiamento. E non hanno fatto male. La Nuova Audi A1 Sportback si presenta con una linea tagliente, spigolosa, convincente e quasi futuristica. Noi l’abbiamo provata, nel nostro video POV, in versione 30 TFSI, ovvero con il motore 1.0 litri a 3 cilindri sovralimentato. Se invece volete leggere la recensione completa potete cliccare qui.

In città

Se avete compiuto diciotto anni, state prendendo la patente e non desiderate quest’auto è solo perché state puntando a qualcosa di decisamente più importante. Anche nell’allestimento base l’Audi A1 Sportback si lascia ben guardare, se poi ci si mette l’allestimento S-Line Edition One come quello della nostra prova allora tanti saluti. Il tocco di classe è dato dai cerchi bianchi a 7 razze di 18” che richiamano i modelli sportivi del passato, come la celebre Quattro. I fari a led sono come lame di rasoio: precisi e sempre utili. Con il “drive select” è possibile poi scegliere tra diversi comportamenti di volante, pedali e sospensioni. Ed è una bella mossa perché in modalità comfort le promesse sono mantenute: motore silenzioso, consumi ridotti e assorbimento delle asperità garantito. E poi c’è la sicurezza attiva con il sistema radar-telecamera, con la vettura che può arrestarsi da sé in casi di eccezionale pericolo. Ed ecco che 4,05 metri risultano ben calibrati, il che non è scontato quando devi migliorare un prodotto già d’alto livello.

In autostrada

Il piccolo motore da 1000 centimetri cubi viaggia a tre cilindri e la differenza la si percepisce solo con l’orecchio, perché sembra “frullare” maggiormente quando si pigia sull’acceleratore. Ad ogni modo grazie alla turbina riesce ad erogare 116 CV e 200 Nm di coppia già a 2000 giri. Le prestazioni sono più che sufficienti per quello che deve fare: lo 0-100 è coperto in 9,4 secondi e la velocità massima dichiarata è di 203 km/h. Se cercate più piglio andate sulla 35 TFSI (150 CV) o sulla sportiva 40 TFSI (200 CV), ma ovviamente tutto ha un prezzo, e non soltanto nel momento in cui dovete strappare l’assegno dal concessionario. Per questo l’Audi A1 Sportback, che esce solo con motori benzina e non prevedrà diesel, con la configurazione 30 TFSI offre il miglior rapporto anche per i percorsi autostradali. Se poi si aggiunge il cruise control adattivo con il monitoraggio di corsia e stanchezza, il gioco è fatto. Liscia e silenziosa come una palla da biliardo dritta in buca.

Nel misto

Come già anticipato la versione 30 TFSI dell’Audi A1 Sportback non è il più indicato se cercate il divertimento, ma si difende comunque bene. La spinta è sempre costante e sebbene non incolli al sedile nemmeno vi lanciaste in discesa, la tenuta di strada unita ad un impianto frenante sempre pronto e ben modulabile possono togliere qualche piccola, quotidiana soddisfazione. Il merito va dato anche al cambio doppia frizione S-Tronic a 7 marce, che con le palettine dietro la corona del volante si dimostra sempre giocoso e pronto ad offrire la giusta cambiata. Ovviamente se è inverno e volete partire come foste su una Special Stage, dategli qualche chilometro per scaldarsi a dovere.

In conclusione

Bella da vedere e da toccare, dinamica quanto basta e sfruttabile ogni giorno, l’Audi A1 Sportback 30 TFSI risulta la versione d’equilibrio per chi cerca un compromesso tra qualità, divertimento e consumi. Il vero limite è rappresentato dalla voglia di stare al configuratore e vedere l’asticella del prezzo salire molto velocemente, ma come già detto per questa vettura c’è sempre una giusta misura.

Salite a Bordo: Audi A1 Sportback 30 TFSI [POV TEST DRIVE]
4 (80%) 3 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati