WP_Post Object ( [ID] => 628361 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-05-14 12:30:32 [post_date_gmt] => 2019-05-14 10:30:32 [post_content] => Da Brescia a Roma e ritorno, è il percorso della 1000 Miglia 2019. Da mercoledì 15 a sabato 18 maggio, 430 equipaggi provenienti da 40 Paesi, al volante di vetture di 75 diverse Case costruttrici attraverseranno oltre 200 località d’arte e cultura, in 7 regioni italiane. La trentasettesima rievocazione della 1000 Miglia andrà in scena dal 15 al 18 maggio, lungo la classica direttrice Brescia-Roma-Brescia, in quattro tappe: da Brescia a Cervia- Milano Marittima, da Cervia-Milano Marittima a Roma, da Roma a Bologna e quindi da Bologna a Brescia. Molte sono le novità di quest'anno a partire dalla riduzione del numero delle auto partecipanti alla corsa, decisione prese per rafforzare gli aspetti legati alla sicurezza, che passano da 450 a 430. Anche quest'anno, alla 1000 Miglia non mancheranno gli eventi collaterali riservati a circa 130 vetture moderne: il Ferrari Tribute to 1000 Miglia e il Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge.

Il percorso

Il tracciato della 1000 Miglia, ogni anno, valorizza l'Italia più vera, tra borghi antichi, centri cittadini, campagna e montagna. Da Brescia a Roma e ritorno in quattro giorni, 1.801 chilometri delle regioni italiane più affascinanti della Penisola.

Prima Tappa da Brescia a Cervia-Milano Marittima, mercoledì 15 maggio

Dopo l'Inno di Mameli eseguito dalla Fanfara dei Bersaglieri, che arriveranno in Viale Venezia dopo aver attraversato il centro storico di Brescia, la prima vettura scenderà dalla celebre pedana di partenza alle 14:30, dando il via alla 1000 Miglia 2019, con destinazione la costa adriatica. Lungo il percorso la carovana attraverserà Desenzano del Garda e Sirmione, entrerà nel suggestivo Parco Giardino Sigurtà e, passando per Mantova, Ferrara e Comacchio, si dirigerà a Ravenna per concludere la prima giornata di gara a Cervia-Milano Marittima.

Seconda tappa da Cervia-Milano Marittima a Roma, giovedì 16 maggio

Partendo di prima mattina, alle 6:15, verso Roma, le vetture della 1000 Miglia incontreranno Cesenatico, Gambettola, Urbino, Corinaldo, Senigallia e Fabriano. Qui, nella storica cittadina marchigiana, ai concorrenti sarà servito il pranzo sotto il Loggiato di San Francesco, il porticato di origine quattrocentesca ricostruito nel '700. Di seguito, gli equipaggi attraverseranno l’Umbria con Assisi, Perugia e Terni, per poi entrare nel Lazio, passando per Rieti e raggiungendo la Capitale alle luci del tramonto. A Roma, l’arrivo sulla passerella di Via Vittorio Veneto rappresenterà una conclusione di tappa di grande impatto scenico ed emotivo. Scortati dalla Polizia dell’Urbe, a gruppi, i concorrenti effettueranno poi un tour turistico per raggiungere i loro alberghi.

Terza tappa da Roma a Bologna, venerdì 17 maggio

Le prime luci dell’alba, alle 6:30, saluteranno la terza e più lunga tappa di risalita da Roma. Questo tratto è tra i più apprezzati dai concorrenti: iniziando da Ronciglione e il Lago di Vico, le auto d’epoca transiteranno per Viterbo, Radicofani, la Val d'Orcia (con Campiglia, Castiglione e San Quirico) per sostare poi a Siena. Qui, per la prima volta, dopo aver parcheggiato le vetture al centro di Piazza del Campo, i concorrenti gusteranno un pranzo ricco di specialità del territorio nell'antistante Palazzo Pubblico, un edificio fatto costruire tra il 1297 e il 1310 dal Governo dei Nove della Repubblica di Siena, oggi sede dell'amministrazione comunale, oltre che del Museo Civico. Altra novità di quest'anno sarà il passaggio a Vinci, città natale di Leonardo, in occasione del cinquecentenario di quel visionario, inventore, scultore, pittore e architetto considerato un genio universale. Il percorso proseguirà verso Montecatini e Pistoia, attraverserà il centro storico di Firenze e, valicando il Passo della Futa e il Passo della Raticosa, giungerà a Bologna, città sede dell’ultima notte di gara. L'ultimo Controllo Orario della giornata sarà tenuto in Piazza Maggiore, dove i concorrenti avranno parcheggiato le loro vetture per recarsi a cena nel Palazzo Re Enzo (costruito tra il 1244 e il 1246).

Quarta tappa da Bologna a Brescia, sabato 18 maggio

L'ultima tappa, la più breve, prenderà il via alle 7:00 del mattino. Il tragitto prevede il passaggio per Modena, Reggio Emilia, Langhirano e Parma; nella Città Ducale, riconosciuta Capitale italiana della Cultura 2020, gli equipaggi in gara faranno sosta per il pranzo, servito ovviamente a base dei locali prodotti d’eccellenza, nel Palazzo Ducale. Dopo la ripartenza, le auto in gara faranno rotta su Busseto e Cremona. Il tratto finale della gara vedrà i passaggi da Montichiari, Carpenedolo e Travagliato, con l’intermezzo di una serie di Prove Cronometrate che saranno disputate sulle piste dei Tornado, all'Aeroporto Militare di Ghedi. Queste prove attribuiranno il Trofeo Diavoli Rossi, come sono chiamati i piloti del 6° Stormo. L'ultimo atto della corsa sarà il traguardo di Viale Venezia a Brescia.

Gli equipaggi partecipanti

Dalle circa 700 iscrizioni arrivate all'organizzazione sono stati selezionati i 430 equipaggi concorrenti, provenienti da 40 nazioni di tutti i continenti. L'Italia, con 303 equipaggi ammessi, continua a essere il Paese maggiormente rappresentato, seguito da Paesi Bassi con 133 partecipanti, Germania 86, Regno Unito 74. In aumento anche gli iscritti provenienti da Stati Uniti (64), Belgio (52), Svizzera (29), Giappone (16), Lussemburgo (12) e Argentina (10). La Casa automobilistica più rappresentata è Alfa Romeo con 44 vetture, a seguire Jaguar con 35, Fiat con 33 e Mercedes-Benz e Lancia con 29. [post_title] => 1000 Miglia 2019: tutto pronto per il via, si parte il 15 maggio da Brescia [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => 1000-miglia-2019-percorso-iscritti-partecipanti-date [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-14 12:30:32 [post_modified_gmt] => 2019-05-14 10:30:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=628361 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

1000 Miglia 2019: tutto pronto per il via, si parte il 15 maggio da Brescia [FOTO]

Arrivo previsto con il ritorno a Brescia per il 18 maggio

La 1000 Miglia 2019 è pronta alla partenza e si prepara ad animare le strade italiane che, dal 15 al 18 maggio, porteranno i 430 equipaggi da Brescia a Roma e ritorno.

Da Brescia a Roma e ritorno, è il percorso della 1000 Miglia 2019. Da mercoledì 15 a sabato 18 maggio, 430 equipaggi provenienti da 40 Paesi, al volante di vetture di 75 diverse Case costruttrici attraverseranno oltre 200 località d’arte e cultura, in 7 regioni italiane.

La trentasettesima rievocazione della 1000 Miglia andrà in scena dal 15 al 18 maggio, lungo la classica direttrice Brescia-Roma-Brescia, in quattro tappe: da Brescia a Cervia- Milano Marittima, da Cervia-Milano Marittima a Roma, da Roma a Bologna e quindi da Bologna a Brescia.

Molte sono le novità di quest’anno a partire dalla riduzione del numero delle auto partecipanti alla corsa, decisione prese per rafforzare gli aspetti legati alla sicurezza, che passano da 450 a 430. Anche quest’anno, alla 1000 Miglia non mancheranno gli eventi collaterali riservati a circa 130 vetture moderne: il Ferrari Tribute to 1000 Miglia e il Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge.

Il percorso

Il tracciato della 1000 Miglia, ogni anno, valorizza l’Italia più vera, tra borghi antichi, centri cittadini, campagna e montagna. Da Brescia a Roma e ritorno in quattro giorni, 1.801 chilometri delle regioni italiane più affascinanti della Penisola.

Prima Tappa da Brescia a Cervia-Milano Marittima, mercoledì 15 maggio

Dopo l’Inno di Mameli eseguito dalla Fanfara dei Bersaglieri, che arriveranno in Viale Venezia dopo aver attraversato il centro storico di Brescia, la prima vettura scenderà dalla celebre pedana di partenza alle 14:30, dando il via alla 1000 Miglia 2019, con destinazione la costa adriatica. Lungo il percorso la carovana attraverserà Desenzano del Garda e Sirmione, entrerà nel suggestivo Parco Giardino Sigurtà e, passando per Mantova, Ferrara e Comacchio, si dirigerà a Ravenna per concludere la prima giornata di gara a Cervia-Milano Marittima.

Seconda tappa da Cervia-Milano Marittima a Roma, giovedì 16 maggio

Partendo di prima mattina, alle 6:15, verso Roma, le vetture della 1000 Miglia incontreranno Cesenatico, Gambettola, Urbino, Corinaldo, Senigallia e Fabriano. Qui, nella storica cittadina marchigiana, ai concorrenti sarà servito il pranzo sotto il Loggiato di San Francesco, il porticato di origine quattrocentesca ricostruito nel ‘700. Di seguito, gli equipaggi attraverseranno l’Umbria con Assisi, Perugia e Terni, per poi entrare nel Lazio, passando per Rieti e raggiungendo la Capitale alle luci del tramonto. A Roma, l’arrivo sulla passerella di Via Vittorio Veneto rappresenterà una conclusione di tappa di grande impatto scenico ed emotivo. Scortati dalla Polizia dell’Urbe, a gruppi, i concorrenti effettueranno poi un tour turistico per raggiungere i loro alberghi.

Terza tappa da Roma a Bologna, venerdì 17 maggio

Le prime luci dell’alba, alle 6:30, saluteranno la terza e più lunga tappa di risalita da Roma. Questo tratto è tra i più apprezzati dai concorrenti: iniziando da Ronciglione e il Lago di Vico, le auto d’epoca transiteranno per Viterbo, Radicofani, la Val d’Orcia (con Campiglia, Castiglione e San Quirico) per sostare poi a Siena. Qui, per la prima volta, dopo aver parcheggiato le vetture al centro di Piazza del Campo, i concorrenti gusteranno un pranzo ricco di specialità del territorio nell’antistante Palazzo Pubblico, un edificio fatto costruire tra il 1297 e il 1310 dal Governo dei Nove della Repubblica di Siena, oggi sede dell’amministrazione comunale, oltre che del Museo Civico. Altra novità di quest’anno sarà il passaggio a Vinci, città natale di Leonardo, in occasione del cinquecentenario di quel visionario, inventore, scultore, pittore e architetto considerato un genio universale. Il percorso proseguirà verso Montecatini e Pistoia, attraverserà il centro storico di Firenze e, valicando il Passo della Futa e il Passo della Raticosa, giungerà a Bologna, città sede dell’ultima notte di gara. L’ultimo Controllo Orario della giornata sarà tenuto in Piazza Maggiore, dove i concorrenti avranno parcheggiato le loro vetture per recarsi a cena nel Palazzo Re Enzo (costruito tra il 1244 e il 1246).

Quarta tappa da Bologna a Brescia, sabato 18 maggio

L’ultima tappa, la più breve, prenderà il via alle 7:00 del mattino. Il tragitto prevede il passaggio per Modena, Reggio Emilia, Langhirano e Parma; nella Città Ducale, riconosciuta Capitale italiana della Cultura 2020, gli equipaggi in gara faranno sosta per il pranzo, servito ovviamente a base dei locali prodotti d’eccellenza, nel Palazzo Ducale.
Dopo la ripartenza, le auto in gara faranno rotta su Busseto e Cremona. Il tratto finale della gara vedrà i passaggi da Montichiari, Carpenedolo e Travagliato, con l’intermezzo di una serie di Prove Cronometrate che saranno disputate sulle piste dei Tornado, all’Aeroporto Militare di Ghedi. Queste prove attribuiranno il Trofeo Diavoli Rossi, come sono chiamati i piloti del 6° Stormo. L’ultimo atto della corsa sarà il traguardo di Viale Venezia a Brescia.

Gli equipaggi partecipanti

Dalle circa 700 iscrizioni arrivate all’organizzazione sono stati selezionati i 430 equipaggi concorrenti, provenienti da 40 nazioni di tutti i continenti. L’Italia, con 303 equipaggi ammessi, continua a essere il Paese maggiormente rappresentato, seguito da Paesi Bassi con 133 partecipanti, Germania 86, Regno Unito 74. In aumento anche gli iscritti provenienti da Stati Uniti (64), Belgio (52), Svizzera (29), Giappone (16), Lussemburgo (12) e Argentina (10).

La Casa automobilistica più rappresentata è Alfa Romeo con 44 vetture, a seguire Jaguar con 35, Fiat con 33 e Mercedes-Benz e Lancia con 29.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati