WP_Post Object ( [ID] => 628327 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-05-14 09:25:37 [post_date_gmt] => 2019-05-14 07:25:37 [post_content] => Il nuovo Codice della strada inizia l’iter burocratico. E’ pronto, infatti, il testo base ed è ora prevista l’approvazione ufficiale del testo da parte della Commissione dei trasporti della Camera, eventuali correzioni dovranno essere presentate entro il 3 giugno. Sarà poi la volta della vera e propria discussione. Tante le novità: dagli scooter in autostrada all’aumento delle multe per l’utilizzo del cellulare.

Codice della strada: gli scooter 125 in autostrada

La novità più importante è la possibilità di utilizzare scooter e moto 125 in tangenziale ed autostrada. Infatti, con queste modifiche, il divieto di circolazione su queste strade si abbassa da 149 cc a 120 cc. Tuttavia, potranno viaggiare su queste strade “solo soggetti maggiorenni” con patente A, B o superiore o da almeno due anni con patente A1 e A2.

Aumentano le multe per il cellulare in auto

Il cellulare in auto è uno dei motivi principali di incidenti negli ultimi anni e c’è un giro di vite su questo tema. Sono state aumentate le multe per chi viene utilizza il telefono (ma anche tablet, computer portatili e notebook) alla guida: da 422 a 1.697 euro, quasi quadruplicate rispetto all’attuale sanzione, con una sospensione della patente da 7 giorni a 2 mesi. La multa diventa ancora più salata, in caso di reiterazione della violazione nel corso dei due anni: in questo caso, la sanzione è compresa tra 644 e 2.588 euro.

I limiti davanti alle scuole e ambulanze

Aumenta la sicurezza attorno alle scuole: viene introdotta la “strada scolastica”, nelle quali i comuni potranno stabilire dei limiti negli orari di entrata ed uscita dalla scuola, con limite a 30 km/h (o inferiore) oppure stabilendo una zona a traffico limitato. Per le ambulanze viene consentito il trasporto di un accompagnatore e viene introdotta la linea rossa nelle aree di sosta, così come saranno esenti dal pedaggi delle autostrade.

Biciclette, pattini, monopattini e pedoni

Anche i ciclisti sono in primo piano nel nuovo Codice della strada: una nuova linea di arresto agli incroci, circa tre metri davanti allo stop per le auto, mentre ci vorrà 1,5 metri di spazio per superare una bicicletta da un’auto fuori dai centri urbani. Pattini, monopattini e skate potranno circolare sugli itinerari ciclopedonali, nelle aree pedonali e negli spazi riservati ai pedoni. Quest’ultimi avranno la precedenza se il traffico non è regolato da vigili o semafori. [post_title] => Codice della strada: tutte le novità, scooter 125 in autostrada e multe più salate [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => codice-della-strada-novita-2019-scooter-autostrada-multe-ciclisti-cellulare [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-14 09:33:25 [post_modified_gmt] => 2019-05-14 07:33:25 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=628327 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Codice della strada: tutte le novità, scooter 125 in autostrada e multe più salate

Inizia l'iter burocratico per l'entrata in vigore delle novità

Il nuovo Codice della strada è in arrivo: inizia l'iter burocratico per farlo entrare in vigore. Tante novità: dagli scooter 125 in autostrada alle multe, ma ci sono aggiornamenti anche per biciclette, monopattini e pedoni.
Codice della strada: tutte le novità, scooter 125 in autostrada e multe più salate

Il nuovo Codice della strada inizia l’iter burocratico. E’ pronto, infatti, il testo base ed è ora prevista l’approvazione ufficiale del testo da parte della Commissione dei trasporti della Camera, eventuali correzioni dovranno essere presentate entro il 3 giugno. Sarà poi la volta della vera e propria discussione. Tante le novità: dagli scooter in autostrada all’aumento delle multe per l’utilizzo del cellulare.

Codice della strada: gli scooter 125 in autostrada

La novità più importante è la possibilità di utilizzare scooter e moto 125 in tangenziale ed autostrada. Infatti, con queste modifiche, il divieto di circolazione su queste strade si abbassa da 149 cc a 120 cc.

Tuttavia, potranno viaggiare su queste strade “solo soggetti maggiorenni” con patente A, B o superiore o da almeno due anni con patente A1 e A2.

Aumentano le multe per il cellulare in auto

Il cellulare in auto è uno dei motivi principali di incidenti negli ultimi anni e c’è un giro di vite su questo tema. Sono state aumentate le multe per chi viene utilizza il telefono (ma anche tablet, computer portatili e notebook) alla guida: da 422 a 1.697 euro, quasi quadruplicate rispetto all’attuale sanzione, con una sospensione della patente da 7 giorni a 2 mesi.

La multa diventa ancora più salata, in caso di reiterazione della violazione nel corso dei due anni: in questo caso, la sanzione è compresa tra 644 e 2.588 euro.

I limiti davanti alle scuole e ambulanze

Aumenta la sicurezza attorno alle scuole: viene introdotta la “strada scolastica”, nelle quali i comuni potranno stabilire dei limiti negli orari di entrata ed uscita dalla scuola, con limite a 30 km/h (o inferiore) oppure stabilendo una zona a traffico limitato.

Per le ambulanze viene consentito il trasporto di un accompagnatore e viene introdotta la linea rossa nelle aree di sosta, così come saranno esenti dal pedaggi delle autostrade.

Biciclette, pattini, monopattini e pedoni

Anche i ciclisti sono in primo piano nel nuovo Codice della strada: una nuova linea di arresto agli incroci, circa tre metri davanti allo stop per le auto, mentre ci vorrà 1,5 metri di spazio per superare una bicicletta da un’auto fuori dai centri urbani.

Pattini, monopattini e skate potranno circolare sugli itinerari ciclopedonali, nelle aree pedonali e negli spazi riservati ai pedoni. Quest’ultimi avranno la precedenza se il traffico non è regolato da vigili o semafori.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Autovelox: multe non valide se nascosti

La Cassazione si esprime sull'uso degli Autovelox
L’importanza di regolamentare la circolazione stradale è fondamentale per evitare incidenti e causare danni o peggio vittime, e sicuramente ha