WP_Post Object ( [ID] => 630215 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-05-20 18:45:40 [post_date_gmt] => 2019-05-20 16:45:40 [post_content] => La Aston Martin DBX, il nuovo lussuoso SUV del marchio britannico, fino ad ora è stata sempre visto avvolta in una pellicola camouflage dai colori vivaci che caratterizza i prototipi mostrati dalla Casa e che distrae lo sguardo dalle sue reali forme. Del resto il compito del travestimento mimetico è proprio quello di confondere le idee cercando di non far intuire il vero aspetto di una vettura.

Forme da auto di serie

A provare ad avvicinare l'Aston Martin DBX alla versione di serie c'è un nuovo rendering che ci propone il SUV di lusso ad alte prestazioni del brand inglese privo di camouflage e con una carrozzeria reale. La livrea bianca, che avvolge gli esterni dell'Aston Martin DBX ipotizzata nella riproduzione grafica qui sopra, esalta le forme sinuose e seducenti del design annunciato dai prototipi del SUV.

Design morbido e proporzioni atletiche

In particolar modo si notano i parafanghi muscolosi e un aspetto complessivo che esprime un carattere deciso ma senza sembrare eccessivamente duro. Proprio questa aggressività visiva attenuata dovrebbe aiutare la Aston Martin DBX a distinguersi dagli altri SUV premium ad alte prestazioni, molti dei quali fanno ampiamente leva sui tradizionali stilemi dei SUV più puri. Così l'Aston Martin DBX prova a resistere alle tendenze stilistica dei SUV classici a favore di una nuova strada estetica. L'unico accenno che in questo rendering rimanda al mondo tipicamente SUV è la protezione inferiore sul paraurti anteriore che somiglia quasi a una fittizia piastra sottoscocca protettiva. I piccoli fari e la tradizionale griglia Aston Martin conferiscono sportività alla DBX. Complessivamente la vettura a guida alta ha una forma agile e atletica, provando a smentire la convinzione che un approccio stilistico "morbido" non funzioni su un SUV.

Pronta comunque per l'off-road

Di certo al di là delle forme più o meno grintose che caratterizzeranno il look della versione di serie, l'Aston Martin DBX non ha alcun timore nell'affrontare i percorsi fuoristrada e l'off-road più estremo. Il nuovo SUV ha infatti già dato, attraverso i test dei prototipi ad alta velocità su percorsi sterrati, un'anticipazione delle sue qualità fuori dell'asfalto. [post_title] => Aston Martin DBX: ipotesi sul look del SUV inglese [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => aston-martin-dbx-2019-rendering-2020-suv-prezzo [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-20 18:46:23 [post_modified_gmt] => 2019-05-20 16:46:23 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=630215 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Aston Martin DBX: ipotesi sul look del SUV inglese [RENDERING]

Linee morbide e design sinuoso

L'Aston Martin DBX viene immaginata in un nuovo render che "spoglia" il SUV premium britannico del camouflage e lo proietta nella versione definitiva di serie.
Aston Martin DBX: ipotesi sul look del SUV inglese [RENDERING]

La Aston Martin DBX, il nuovo lussuoso SUV del marchio britannico, fino ad ora è stata sempre visto avvolta in una pellicola camouflage dai colori vivaci che caratterizza i prototipi mostrati dalla Casa e che distrae lo sguardo dalle sue reali forme. Del resto il compito del travestimento mimetico è proprio quello di confondere le idee cercando di non far intuire il vero aspetto di una vettura.

Forme da auto di serie

A provare ad avvicinare l’Aston Martin DBX alla versione di serie c’è un nuovo rendering che ci propone il SUV di lusso ad alte prestazioni del brand inglese privo di camouflage e con una carrozzeria reale. La livrea bianca, che avvolge gli esterni dell’Aston Martin DBX ipotizzata nella riproduzione grafica qui sopra, esalta le forme sinuose e seducenti del design annunciato dai prototipi del SUV.

Design morbido e proporzioni atletiche

In particolar modo si notano i parafanghi muscolosi e un aspetto complessivo che esprime un carattere deciso ma senza sembrare eccessivamente duro. Proprio questa aggressività visiva attenuata dovrebbe aiutare la Aston Martin DBX a distinguersi dagli altri SUV premium ad alte prestazioni, molti dei quali fanno ampiamente leva sui tradizionali stilemi dei SUV più puri.

Così l’Aston Martin DBX prova a resistere alle tendenze stilistica dei SUV classici a favore di una nuova strada estetica. L’unico accenno che in questo rendering rimanda al mondo tipicamente SUV è la protezione inferiore sul paraurti anteriore che somiglia quasi a una fittizia piastra sottoscocca protettiva. I piccoli fari e la tradizionale griglia Aston Martin conferiscono sportività alla DBX. Complessivamente la vettura a guida alta ha una forma agile e atletica, provando a smentire la convinzione che un approccio stilistico “morbido” non funzioni su un SUV.

Pronta comunque per l’off-road

Di certo al di là delle forme più o meno grintose che caratterizzeranno il look della versione di serie, l’Aston Martin DBX non ha alcun timore nell’affrontare i percorsi fuoristrada e l’off-road più estremo. Il nuovo SUV ha infatti già dato, attraverso i test dei prototipi ad alta velocità su percorsi sterrati, un’anticipazione delle sue qualità fuori dell’asfalto.

Aston Martin DBX: ipotesi sul look del SUV inglese [RENDERING]
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati