WP_Post Object ( [ID] => 630017 [post_author] => 86 [post_date] => 2019-05-21 11:37:25 [post_date_gmt] => 2019-05-21 09:37:25 [post_content] => Hyundai si rinnova e aggiunge un look più grintoso alla sua i20, facendole incarnare l’essenza sportiva e seducente della sua ultima linea produttiva. Più intelligenza e più sicurezza: sono questi gli obiettivi raggiunti grazie ad un’ampia gamma di sistemi avanzati che hanno permesso alla casa coreana di distinguersi nel mercato italiano.

Design e Interni: [xrr rating=4/5]

Semplice, ma moderna La nuova Hyundai i20 strizza l’occhio ad un pubblico giovane, ma consapevole dell’utilizzo e delle prestazioni che ci si aspetta da una segmento B come questa. Ad un primo sguardo, si riesce a respirare lo stile moderno e giovanile di questa nuova i20, ad esempio con l’opzione del tetto a contrasto rispetto al colore della macchina, oppure con l’entrata della “Cascading Grille” nel fronte della vettura - family identity del brand. Il frontale della versione a 5 porte presenta un paraurti rivisitato che dona alla vettura un look di maggiore impatto insieme ai nuovi cerchi in lega da 15 e 16 pollici. Il posteriore della i20 a cinque porte si distingue per un nuovo design sportivo del paraurti e i rinnovati fari posteriori. Il design del portellone ospita la targa sottolineando l'ampiezza e la stabilità della vettura. Hyundai ha anche integrato le funzioni di retromarcia e di apertura del portellone nel gruppo ottico posteriore conferendo un aspetto più pulito alla vettura. Molto apprezzati anche i fari con luci diurne e di posizione a led, caratterizzati da un segmento accattivante e moderno. Parlando di dimensioni, la Hyundai i20 misura 4,03 metri in lunghezza, 1,73 metri in larghezza e 1,47 metri in altezza; un buon compromesso per la guida cittadina e, soprattutto, per il parcheggio anche nei centri abitati più affollati. Sedute sufficientemente comode, sia dal lato del guidatore che dei passeggeri, che forse peccano dal punto di vista del design con una trama a quadratini un po’ datata, che stona con la modernità generale della vettura. La posizione di guida è comoda e sportiveggiante e ben si intona con il resto dell’abitacolo, che si distingue inoltre per la buona insonorizzazione (davvero apprezzabile nei lunghi viaggi in autostrada). Un’altra comodità a cui si presta generalmente poca attenzione, sono i pochi tasti fisici facilmente raggiungibili dalla posizione di guida all’interno dell’abitacolo, che abbiamo trovato molto utili per ridurre al minimo le distrazioni durante la guida su ogni strada. La sensazione generale all’interno, tra plastiche e rifiniture curate nel dettaglio, risulta piacevole anche per un pubblico esigente.
 L’abitabilità interna rientra nella media, consentendo a 4 passeggeri di affrontare un medio-lungo viaggio senza troppe difficoltà, seppur con bagagli ridotti, considerati i 326 litri di bagagliaio che possono diventare 1.042 con i sedili abbattuti. Inediti su i20 anche Apple CarPlay e Android Auto, che completano l’offerta di sistemi multimediali come il Multimedia System da 7’’ a colori anche con navigatore e connettività avanzata. Certamente questo sistema dà il meglio di sé quando il cellulare è connesso, per un utilizzo di Google Maps, Chiamate e musica davvero reattivo e intuitivo. 
Disponibile anche il sistema audio con display da 3.8’’ e il display monocromatico da 5’’.

Comportamento su Strada: [xrr rating=4/5]

Va tutto liscio, anche su strade sinuose La guida in città è generalmente fluida, mentre su tratti in salita avremmo preferito veder lavorare meglio il cambio a doppia frizione studiato da Hyundai.
 La sensazione al volante è quella di trovarsi alla guida di una vettura matura, con ampissimi margini di sicurezza. A partire dal volante, che restituisce sempre un discreto feeling con l’asfalto, pronto sin dai piccoli angoli, anche se potrebbe essere un filo più progressivo nella sua azione. Bene anche il comfort di marcia, con il piccolo 1.0 tre cilindri che non alza mai la voce, e con l’assetto sempre in grado di filtrare le sconnessioni senza mai trasmettere scossoni eccessivi ai passeggeri. Per i lunghi viaggi in autostrada, la guida risulta piacevole oltre che quasi automatica, grazie alla combinazione tra cruise control (purtroppo non adattivo) e mantenimento della corsia di marcia. Hyundai prende molto sul serio la sicurezza e questo lo abbiamo ampiamente sperimentato durante la marcia in città e in autostrada. Grazie al sistema Hyundai SmartSense, che comprende il Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia (LKA) e la Frenata Autonoma di Emergenza (FCA), il Rilevamento della stanchezza del conducente (DAW) e la Regolazione automatica dei fari abbaglianti (HBA), ci si sente più sicuri dentro questo confortevole abitacolo.

Motore e Prestazioni: [xrr rating=3.5/5]

Confermata l’efficienza di casa Hyundai La nuova Hyundai i20 è disponibile con due diverse motorizzazioni a benzina, siglando così l’addio al diesel per questa gamma. La versione che abbiamo avuto in prova, monta un 1.0 T-GDI (turbo iniezione diretta a benzina) e offre buone performance grazie a una potenza massima di 100 CV. Completa l’offerta una versione da 1.2 di cilindrata, abbinata al cambio manuale a cinque marce offerto in due differenti potenze: 84 Cv oppure 75 Cv per i neo patentati. Per la prima volta su Hyundai i20 è disponibile il cambio automatico a doppia frizione 7DCT sviluppato da Hyundai, che facilita decisamente la guida in qualsiasi strada.
 Personalmente lo abbiamo trovato un’ottima soluzione durante il solito traffico cittadino milanese, sia per comodità sia per la riduzione dei consumi rispetto alle auto di questa fascia con cambio automatico.

Consumi e Costi: [xrr rating=3.5/5]

Un upgrade ad un buon prezzo
 L'intera gamma di motori soddisfa le normative Euro 6D-TEMP ed è equipaggiata con il sistema Stop and Go (ISG) per migliorare i consumi e le emissioni. Su un tratto di strada normale, non troppo impegnativo, abbiamo registrato una media di consumi pari a 14 km con 1 litro, mentre con una guida attenta a velocità costante, la media è salita a 16. Questi dati sono comunque in linea con quanto dichiarato da Hyundai. Dopo un’approfondita prova su strada di questa Hyundai i20, possiamo confermare la versatilità in chiave moderna di questa nuova segmento B della casa coreana, anche se avremmo preferito vederla lavorare meglio sulle strade più sconnesse. Il prezzo di partenza del listino è di 15.000 € per la versione con il 1.2 MPI da 75 Cv, mentre per la versione con il 1.0 T-GDI della nostra  prova si parte da 18.200 €. [review pros="Stile giovanile, connettività e sicurezza." cons="Bagagliaio poco capiente, trama dei sedili, cambio automatico un po' poco reattivo sulle strade più impegnative."]

Hyundai i20 2019: la Pagella di Motorionline

[xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="4.5/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Comfort:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Qualità/Prezzo:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="4/5" group="s1" ] [/xrrgroup] [post_title] => Nuova Hyundai i20 2019: PROVA SU STRADA della coreana che strizza l’occhio ai giovani [FOTO e VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-hyundai-i20-2019-prova-su-strada-della-coreana-che-strizza-locchio-ai-giovani-foto-e-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-21 11:37:59 [post_modified_gmt] => 2019-05-21 09:37:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=630017 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova Hyundai i20 2019: PROVA SU STRADA della coreana che strizza l’occhio ai giovani [FOTO e VIDEO]

Un buon compromesso tra maneggevolezza e utilità, unito al top del design

La nuova Hyundai i20 cresce nel comportamento su strada, composto e maturo come quello di una segmento B che si rispetti. Moderni e giovanili gli interni, come il design della carrozzeria. Il cambio a doppia frizione si fa apprezzare sulla marce basse, ma aggiunge anche un pizzico di vivacità nella guida su strade difficili

Hyundai si rinnova e aggiunge un look più grintoso alla sua i20, facendole incarnare l’essenza sportiva e seducente della sua ultima linea produttiva. Più intelligenza e più sicurezza: sono questi gli obiettivi raggiunti grazie ad un’ampia gamma di sistemi avanzati che hanno permesso alla casa coreana di distinguersi nel mercato italiano.

Design e Interni:  ★★★★☆ 

Semplice, ma moderna

La nuova Hyundai i20 strizza l’occhio ad un pubblico giovane, ma consapevole dell’utilizzo e delle prestazioni che ci si aspetta da una segmento B come questa. Ad un primo sguardo, si riesce a respirare lo stile moderno e giovanile di questa nuova i20, ad esempio con l’opzione del tetto a contrasto rispetto al colore della macchina, oppure con l’entrata della “Cascading Grille” nel fronte della vettura – family identity del brand. Il frontale della versione a 5 porte presenta un paraurti rivisitato che dona alla vettura un look di maggiore impatto insieme ai nuovi cerchi in lega da 15 e 16 pollici. Il posteriore della i20 a cinque porte si distingue per un nuovo design sportivo del paraurti e i rinnovati fari posteriori. Il design del portellone ospita la targa sottolineando l’ampiezza e la stabilità della vettura. Hyundai ha anche integrato le funzioni di retromarcia e di apertura del portellone nel gruppo ottico posteriore conferendo un aspetto più pulito alla vettura. Molto apprezzati anche i fari con luci diurne e di posizione a led, caratterizzati da un segmento accattivante e moderno. Parlando di dimensioni, la Hyundai i20 misura 4,03 metri in lunghezza, 1,73 metri in larghezza e 1,47 metri in altezza; un buon compromesso per la guida cittadina e, soprattutto, per il parcheggio anche nei centri abitati più affollati.

Sedute sufficientemente comode, sia dal lato del guidatore che dei passeggeri, che forse peccano dal punto di vista del design con una trama a quadratini un po’ datata, che stona con la modernità generale della vettura. La posizione di guida è comoda e sportiveggiante e ben si intona con il resto dell’abitacolo, che si distingue inoltre per la buona insonorizzazione (davvero apprezzabile nei lunghi viaggi in autostrada). Un’altra comodità a cui si presta generalmente poca attenzione, sono i pochi tasti fisici facilmente raggiungibili dalla posizione di guida all’interno dell’abitacolo, che abbiamo trovato molto utili per ridurre al minimo le distrazioni durante la guida su ogni strada. La sensazione generale all’interno, tra plastiche e rifiniture curate nel dettaglio, risulta piacevole anche per un pubblico esigente.
 L’abitabilità interna rientra nella media, consentendo a 4 passeggeri di affrontare un medio-lungo viaggio senza troppe difficoltà, seppur con bagagli ridotti, considerati i 326 litri di bagagliaio che possono diventare 1.042 con i sedili abbattuti.
Inediti su i20 anche Apple CarPlay e Android Auto, che completano l’offerta di sistemi multimediali come il Multimedia System da 7’’ a colori anche con navigatore e connettività avanzata. Certamente questo sistema dà il meglio di sé quando il cellulare è connesso, per un utilizzo di Google Maps, Chiamate e musica davvero reattivo e intuitivo. 
Disponibile anche il sistema audio con display da 3.8’’ e il display monocromatico da 5’’.

Comportamento su Strada:  ★★★★☆ 

Va tutto liscio, anche su strade sinuose

La guida in città è generalmente fluida, mentre su tratti in salita avremmo preferito veder lavorare meglio il cambio a doppia frizione studiato da Hyundai.
 La sensazione al volante è quella di trovarsi alla guida di una vettura matura, con ampissimi margini di sicurezza. A partire dal volante, che restituisce sempre un discreto feeling con l’asfalto, pronto sin dai piccoli angoli, anche se potrebbe essere un filo più progressivo nella sua azione. Bene anche il comfort di marcia, con il piccolo 1.0 tre cilindri che non alza mai la voce, e con l’assetto sempre in grado di filtrare le sconnessioni senza mai trasmettere scossoni eccessivi ai passeggeri. Per i lunghi viaggi in autostrada, la guida risulta piacevole oltre che quasi automatica, grazie alla combinazione tra cruise control (purtroppo non adattivo) e mantenimento della corsia di marcia.
Hyundai prende molto sul serio la sicurezza e questo lo abbiamo ampiamente sperimentato durante la marcia in città e in autostrada. Grazie al sistema Hyundai SmartSense, che comprende il Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia (LKA) e la Frenata Autonoma di Emergenza (FCA), il Rilevamento della stanchezza del conducente (DAW) e la Regolazione automatica dei fari abbaglianti (HBA), ci si sente più sicuri dentro questo confortevole abitacolo.

Motore e Prestazioni:  ★★★½☆ 

Confermata l’efficienza di casa Hyundai

La nuova Hyundai i20 è disponibile con due diverse motorizzazioni a benzina, siglando così l’addio al diesel per questa gamma. La versione che abbiamo avuto in prova, monta un 1.0 T-GDI (turbo iniezione diretta a benzina) e offre buone performance grazie a una potenza massima di 100 CV. Completa l’offerta una versione da 1.2 di cilindrata, abbinata al cambio manuale a cinque marce offerto in due differenti potenze: 84 Cv oppure 75 Cv per i neo patentati. Per la prima volta su Hyundai i20 è disponibile il cambio automatico a doppia frizione 7DCT sviluppato da Hyundai, che facilita decisamente la guida in qualsiasi strada.
 Personalmente lo abbiamo trovato un’ottima soluzione durante il solito traffico cittadino milanese, sia per comodità sia per la riduzione dei consumi rispetto alle auto di questa fascia con cambio automatico.

Consumi e Costi:  ★★★½☆ 

Un upgrade ad un buon prezzo


L’intera gamma di motori soddisfa le normative Euro 6D-TEMP ed è equipaggiata con il sistema Stop and Go (ISG) per migliorare i consumi e le emissioni. Su un tratto di strada normale, non troppo impegnativo, abbiamo registrato una media di consumi pari a 14 km con 1 litro, mentre con una guida attenta a velocità costante, la media è salita a 16. Questi dati sono comunque in linea con quanto dichiarato da Hyundai. Dopo un’approfondita prova su strada di questa Hyundai i20, possiamo confermare la versatilità in chiave moderna di questa nuova segmento B della casa coreana, anche se avremmo preferito vederla lavorare meglio sulle strade più sconnesse. Il prezzo di partenza del listino è di 15.000 € per la versione con il 1.2 MPI da 75 Cv, mentre per la versione con il 1.0 T-GDI della nostra  prova si parte da 18.200 €.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Stile giovanile, connettività e sicurezza.Bagagliaio poco capiente, trama dei sedili, cambio automatico un po' poco reattivo sulle strade più impegnative.

Hyundai i20 2019: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★★½ 
Consumi:★★★★☆ 

Nuova Hyundai i20 2019: PROVA SU STRADA della coreana che strizza l’occhio ai giovani [FOTO e VIDEO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati