WP_Post Object ( [ID] => 633418 [post_author] => 8 [post_date] => 2019-05-31 22:13:41 [post_date_gmt] => 2019-05-31 20:13:41 [post_content] => La nuova Renault Twingo 2019 si presenta per questo nuovo anno con un facelift molto sottile, sotto al quale però si nascondono delle modifiche molto più significative, soprattutto a livello di motori. La cittadina per eccellenza della Losanga si è andata a modificare per diventare ancora più pratica e facile da guidare, unendo comunque degli extra estetici che, seppur non rivoluzionari, contribuiscono a rendere più personale la vettura.

Nuova Renault Twingo 2019: poche modifiche, ma buone

Esteticamente il facelift della nuova Renault Twingo 2019, presentata allo scorso Salone di Ginevra, è cambiato poco rispetto al modello precedente. Una mossa che comunque rispetta il modus operandi della casa sin dal lancio della prima generazione, risalente al 1993 (da allora si contano 3,7 milioni di unità vendute, delle quali 415.000 in Italia). Sul muso notiamo immediatamente i nuovi gruppi ottici, al cui interno troviamo un rinnovato elemento “C-Shaped”, ovvero a forma di “C”. Griglia e paraurti sono stati leggermente aggiornati, anche se in questo caso le modifiche sono più contenute. Sulla fiancata la novità più grande è rappresentata dalla piccola presa d’aria aggiunta al lato sinistro, che contribuisce al raffreddamento del motore sempre in posizione posteriore. I cerchi in lega, infine, possono ora contare su tre nuovi design tra cui scegliere. Anche sul posteriore è stata messa mano al paraurti, sempre in maniera leggera, mentre un elemento dei fari è stato ridisegnato in modo da ripetere idealmente la stessa forma a “C” che avevamo già notato davanti. Un ultimo appunto sul bagagliaio, che può ora contare su un meccanismo di apertura più pratico e facile da usare. Sono state infinite aggiunte nuove decalcomanie per la personalizzazione insieme ai due nuovi colori Giallo Mango e Bianco Quarz. Anche all’interno le modifiche sono poche, ma quelle presenti sono da apprezzare. Ad esempio è stato ampliato il piccolo vano frontale, davanti al cambio, dove troviamo una presa USB aggiuntiva rispetto alla singola precedente. Naturalmente anche le decorazioni interne potranno essere coordinate con i nuovi colori esterni. Il cambiamento più grande, però, non si vede. O meglio, compare sul display da 7 pollici dell’infotainment. Si tratta del sistema Easy Link, che debutterà sulla nuova Clio, ma che riesce a mostrarsi in anteprima già su questo facelift della Twingo. Il software e l’hardware sono stati aggiornati, ma sulla nuova Twingo il navigatore GPS non sarà disponibile, nemmeno come optional. La navigazione, infatti, sarà completamente affidata al nostro cellulare, grazie all’integrazione completa di Apple CarPlay e Android Auto. È rimasto quasi invariato, infine, il bagagliaio: si parte da un minimo di 219 litri di capienza con i sedili in posizione fino ad un massimo di 980 con tutti gli schienali piegati, con una lunghezza massima di 2,3 metri.

I motori della nuova Renault Twingo 2019, anche per neopatentati

La nuova Renault Twingo 2019 cambia soprattutto sui motori. Il modello SCe perde infatti qualche cavallo e si assesta sui 65 Cv di potenza, ma grazie a questo diventa perfetto per i neopatentati, andando così a solleticare l’interesse ad un pubblico potenzialmente molto importante per la piccola francese. La coppia è di 95 Nm, raggiungibile ad un regime di 4.000 giri al minuto, mentre i consumi e le emissioni ufficiali dichiarati sono di 4,4 litri ogni 100 km (circa 22 km al litro) e di 100 g/km di CO2. Il TCe, invece, aumenta di potenza e arriva sui 95 Cv, ai quali si associa una coppia interessante da 135 Nm a 2.500 giri di regime. Un sistema che potrebbe risultare utile in contesti urbani piuttosto complicati, come ad esempio quelli di Roma dove si è svolto il nostro primo contatto proprio su questa meccanica. I consumi si assestano ufficialmente sui 4,7 litri (circa 21 km al litro) a fronte di 108 g/km di CO2. Il TCe è l’unico dei due motori a poter contare sul cambio automatico EDC a doppia frizione a sei rapporti, mentre di serie l’auto è fornita con il manuale a cinque marce. Il motore GPL è confermato, ma non viene aggiornato. Rimane quindi il TCe da 90 cv della precedente versione, riservata ad un’edizione speciale per il mercato italiano ribattezzata Twingo Generations. Termina invece qui la storia della Twingo GT, non più prevista dal piano di rinnovamento delle produzioni firmate da Renault Sport. Dal punto di vista della guida non possiamo che confermare le doti della Renault Twingo che già ben conosciamo. A fronte di uno stile sbarazzino e giovanile, più “alla mano” rispetto alla cuginetta Smart, la Twingo 2019 conferma il raggio di sterzata da 4,3 metri, che soprattutto con il motore da 95 Cv rende quest’auto molto agile e scattante, assolutamente ideale per il traffico congestionato. Tra gli optional che è possibile aggiungere troviamo anche l’Hill Start Assist, che consigliamo caldamente se avete a che fare con qualche salita particolarmente ripida, dove invece la Twingo base potrebbe incontrare qualche difficoltà.

Prezzo e uscita della nuova Renault Twingo 2019

La nuova Renault Twingo 2019 sarà introdotta sul mercato con due weekend di porte aperte, previsti entrambi per il mese di giugno. Più precisamente per l’8-9 giugno e per il 15-16 giugno. Saranno disponibili i classici tre allestimenti di Renault, ovvero l’entry level Duel, il Duel2 e infine il top di gamma Intens. Il listino partirà per il modello Duel con motore SCe da 65 Cv da 11.450 €. Il modello Twingo Generations a GPL, invece, partirà da 12.450 €. [post_title] => Nuova Renault Twingo 2019: cosa cambia sulla piccola citycar francese? [VIDEO TEST DRIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova_renault_twingo_2019_motori_consumi_prezzo_optional_colori_usata_test_drive_prova_roma_street_art_citycar_urban [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-05-31 22:14:06 [post_modified_gmt] => 2019-05-31 20:14:06 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=633418 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova Renault Twingo 2019: cosa cambia sulla piccola citycar francese? [VIDEO TEST DRIVE]

Due nuovi benzina, confermata anche la versione GPL

La nuova Renault Twingo 2019 passa attraverso un facelift che non ne modifica molto l’aspetto esteriore, ma che invece la arricchisce in maniera sensibile nei contenuti, aggiungendo anche due motori a benzina piuttosto interessanti per l’ambito urbano

La nuova Renault Twingo 2019 si presenta per questo nuovo anno con un facelift molto sottile, sotto al quale però si nascondono delle modifiche molto più significative, soprattutto a livello di motori. La cittadina per eccellenza della Losanga si è andata a modificare per diventare ancora più pratica e facile da guidare, unendo comunque degli extra estetici che, seppur non rivoluzionari, contribuiscono a rendere più personale la vettura.

Nuova Renault Twingo 2019: poche modifiche, ma buone

Esteticamente il facelift della nuova Renault Twingo 2019, presentata allo scorso Salone di Ginevra, è cambiato poco rispetto al modello precedente. Una mossa che comunque rispetta il modus operandi della casa sin dal lancio della prima generazione, risalente al 1993 (da allora si contano 3,7 milioni di unità vendute, delle quali 415.000 in Italia). Sul muso notiamo immediatamente i nuovi gruppi ottici, al cui interno troviamo un rinnovato elemento “C-Shaped”, ovvero a forma di “C”. Griglia e paraurti sono stati leggermente aggiornati, anche se in questo caso le modifiche sono più contenute. Sulla fiancata la novità più grande è rappresentata dalla piccola presa d’aria aggiunta al lato sinistro, che contribuisce al raffreddamento del motore sempre in posizione posteriore. I cerchi in lega, infine, possono ora contare su tre nuovi design tra cui scegliere. Anche sul posteriore è stata messa mano al paraurti, sempre in maniera leggera, mentre un elemento dei fari è stato ridisegnato in modo da ripetere idealmente la stessa forma a “C” che avevamo già notato davanti. Un ultimo appunto sul bagagliaio, che può ora contare su un meccanismo di apertura più pratico e facile da usare. Sono state infinite aggiunte nuove decalcomanie per la personalizzazione insieme ai due nuovi colori Giallo Mango e Bianco Quarz.

Anche all’interno le modifiche sono poche, ma quelle presenti sono da apprezzare. Ad esempio è stato ampliato il piccolo vano frontale, davanti al cambio, dove troviamo una presa USB aggiuntiva rispetto alla singola precedente. Naturalmente anche le decorazioni interne potranno essere coordinate con i nuovi colori esterni. Il cambiamento più grande, però, non si vede. O meglio, compare sul display da 7 pollici dell’infotainment. Si tratta del sistema Easy Link, che debutterà sulla nuova Clio, ma che riesce a mostrarsi in anteprima già su questo facelift della Twingo. Il software e l’hardware sono stati aggiornati, ma sulla nuova Twingo il navigatore GPS non sarà disponibile, nemmeno come optional. La navigazione, infatti, sarà completamente affidata al nostro cellulare, grazie all’integrazione completa di Apple CarPlay e Android Auto. È rimasto quasi invariato, infine, il bagagliaio: si parte da un minimo di 219 litri di capienza con i sedili in posizione fino ad un massimo di 980 con tutti gli schienali piegati, con una lunghezza massima di 2,3 metri.

I motori della nuova Renault Twingo 2019, anche per neopatentati

La nuova Renault Twingo 2019 cambia soprattutto sui motori. Il modello SCe perde infatti qualche cavallo e si assesta sui 65 Cv di potenza, ma grazie a questo diventa perfetto per i neopatentati, andando così a solleticare l’interesse ad un pubblico potenzialmente molto importante per la piccola francese. La coppia è di 95 Nm, raggiungibile ad un regime di 4.000 giri al minuto, mentre i consumi e le emissioni ufficiali dichiarati sono di 4,4 litri ogni 100 km (circa 22 km al litro) e di 100 g/km di CO2. Il TCe, invece, aumenta di potenza e arriva sui 95 Cv, ai quali si associa una coppia interessante da 135 Nm a 2.500 giri di regime. Un sistema che potrebbe risultare utile in contesti urbani piuttosto complicati, come ad esempio quelli di Roma dove si è svolto il nostro primo contatto proprio su questa meccanica. I consumi si assestano ufficialmente sui 4,7 litri (circa 21 km al litro) a fronte di 108 g/km di CO2. Il TCe è l’unico dei due motori a poter contare sul cambio automatico EDC a doppia frizione a sei rapporti, mentre di serie l’auto è fornita con il manuale a cinque marce. Il motore GPL è confermato, ma non viene aggiornato. Rimane quindi il TCe da 90 cv della precedente versione, riservata ad un’edizione speciale per il mercato italiano ribattezzata Twingo Generations. Termina invece qui la storia della Twingo GT, non più prevista dal piano di rinnovamento delle produzioni firmate da Renault Sport.

Dal punto di vista della guida non possiamo che confermare le doti della Renault Twingo che già ben conosciamo. A fronte di uno stile sbarazzino e giovanile, più “alla mano” rispetto alla cuginetta Smart, la Twingo 2019 conferma il raggio di sterzata da 4,3 metri, che soprattutto con il motore da 95 Cv rende quest’auto molto agile e scattante, assolutamente ideale per il traffico congestionato. Tra gli optional che è possibile aggiungere troviamo anche l’Hill Start Assist, che consigliamo caldamente se avete a che fare con qualche salita particolarmente ripida, dove invece la Twingo base potrebbe incontrare qualche difficoltà.

Prezzo e uscita della nuova Renault Twingo 2019

La nuova Renault Twingo 2019 sarà introdotta sul mercato con due weekend di porte aperte, previsti entrambi per il mese di giugno. Più precisamente per l’8-9 giugno e per il 15-16 giugno. Saranno disponibili i classici tre allestimenti di Renault, ovvero l’entry level Duel, il Duel2 e infine il top di gamma Intens. Il listino partirà per il modello Duel con motore SCe da 65 Cv da 11.450 €. Il modello Twingo Generations a GPL, invece, partirà da 12.450 €.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati