WP_Post Object ( [ID] => 635196 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-06-10 12:35:10 [post_date_gmt] => 2019-06-10 10:35:10 [post_content] => Più una concept che un'auto di produzione, a una prima occhiata. In ogni caso una nuova idea che testimonia la forte passione per il brand Alfa Romeo. Un'attenzione alimentata con costanti proposte, in attesa di un nuovo modello. Sembra prefigurare una sportiva, un nuovo spunto concettuale.

Linee visionarie

Le bozze diffuse presentano una firma Arena 19. Una visione sviluppata per tratti prettamente orizzontali, con elementi profilati che ne accentuano l'aspetto schiacciato e aerodinamico, rafforzato anche da una parte terminale spiovente e raccordata, completata da una firma posteriore luminosa che connota questa zona dell'auto. Forme cuneiformi, gruppi ottici sottili ed elaborati (probabilmente OLED), elementi aerodinamici in fibra di carbonio che completano la zona bassa, vivacizzando ulteriormente l'estetica. Spicca il logo del quadrifoglio non più racchiuso nel classico triangolo bianco scuro, a rilievo scuro sui montanti posteriori, assieme alla classica scritta del marchio. Un'ulteriore alternativa a quanto proposto sulla concept Tonale. Perché questa sembra proprio una concept, precursore di un ipotetico modello sportivo e potente. Non si può non pensare al suggestivo tentativo di anticipare qualcosa di esotico, alla luce anche dei vari rumors che in vista del prossimo Salone di Ginevra animano le aspettative dei numerosi appassionati. Si parla ancora di una concept, sebbene si citi con insistenza l'anteprima di un altro SUV, uno ancora più compatto del Tonale, sebbene sia doveroso anche in questo caso il condizionale, al momento. Nel piano presentato a giugno, le citate GTV e 8C avevano fatto battere i cuori, ma è doveroso ricordare le più recenti tendenze del mercato, le necessità dell'attuale clientela, le evoluzioni di un settore che cambia rapidamente sospinto dagli stessi cambiamenti culturali che spingono sempre più verso una mobilità sostenibile, connessa, sicura. Tutte variabili nevralgiche, senza tralasciare la natura rappresentativa di un brand. Il fattore che ha reso grande nel tempo Alfa Romeo, ovvero la sportività. Pare suggerire più un'avveniristica 8C che una muscolosa GTV, a nostro avviso, sebbene l'accentuata sportività possa essere valida in entrambi casi. I tempi per notare qualcosa di simile, però, sembrerebbero lunghi comunque, valutando ancora i rumors e le indiscrezioni che circolano. Date le future normative in tema di emissioni e il passaggio progressivo ad alimentazioni di tipo ibrido plug-in o elettrificate in genere, sembra probabile l'adozione di questa architettura anche sui modelli più potenti della casa, affiancando un motore elettrico al già potente V6 delle versioni Quadrifoglio, stimando valori di potenza superiori ai 600 cavalli. Un'operazione simile potrebbe essere replicata con un V8, se si pensa a una futura 8C. Per ora restano supposizioni. Rendering: Arena 19 [post_title] => Alfa Romeo: sul web una nuova ipotesi concettuale [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-nuovi-rendering-concept-sportiva [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-06-10 12:35:10 [post_modified_gmt] => 2019-06-10 10:35:10 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=635196 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo: sul web una nuova ipotesi concettuale [RENDERING]

Forme piuttosto avveniristiche

Una nuova proposta stilistica, immaginando una futura sportiva marchiata Alfa Romeo
Alfa Romeo: sul web una nuova ipotesi concettuale [RENDERING]

Più una concept che un’auto di produzione, a una prima occhiata. In ogni caso una nuova idea che testimonia la forte passione per il brand Alfa Romeo. Un’attenzione alimentata con costanti proposte, in attesa di un nuovo modello. Sembra prefigurare una sportiva, un nuovo spunto concettuale.

Linee visionarie

Le bozze diffuse presentano una firma Arena 19. Una visione sviluppata per tratti prettamente orizzontali, con elementi profilati che ne accentuano l’aspetto schiacciato e aerodinamico, rafforzato anche da una parte terminale spiovente e raccordata, completata da una firma posteriore luminosa che connota questa zona dell’auto. Forme cuneiformi, gruppi ottici sottili ed elaborati (probabilmente OLED), elementi aerodinamici in fibra di carbonio che completano la zona bassa, vivacizzando ulteriormente l’estetica. Spicca il logo del quadrifoglio non più racchiuso nel classico triangolo bianco scuro, a rilievo scuro sui montanti posteriori, assieme alla classica scritta del marchio. Un’ulteriore alternativa a quanto proposto sulla concept Tonale. Perché questa sembra proprio una concept, precursore di un ipotetico modello sportivo e potente. Non si può non pensare al suggestivo tentativo di anticipare qualcosa di esotico, alla luce anche dei vari rumors che in vista del prossimo Salone di Ginevra animano le aspettative dei numerosi appassionati. Si parla ancora di una concept, sebbene si citi con insistenza l’anteprima di un altro SUV, uno ancora più compatto del Tonale, sebbene sia doveroso anche in questo caso il condizionale, al momento.
Nel piano presentato a giugno, le citate GTV e 8C avevano fatto battere i cuori, ma è doveroso ricordare le più recenti tendenze del mercato, le necessità dell’attuale clientela, le evoluzioni di un settore che cambia rapidamente sospinto dagli stessi cambiamenti culturali che spingono sempre più verso una mobilità sostenibile, connessa, sicura. Tutte variabili nevralgiche, senza tralasciare la natura rappresentativa di un brand. Il fattore che ha reso grande nel tempo Alfa Romeo, ovvero la sportività.
Pare suggerire più un’avveniristica 8C che una muscolosa GTV, a nostro avviso, sebbene l’accentuata sportività possa essere valida in entrambi casi. I tempi per notare qualcosa di simile, però, sembrerebbero lunghi comunque, valutando ancora i rumors e le indiscrezioni che circolano. Date le future normative in tema di emissioni e il passaggio progressivo ad alimentazioni di tipo ibrido plug-in o elettrificate in genere, sembra probabile l’adozione di questa architettura anche sui modelli più potenti della casa, affiancando un motore elettrico al già potente V6 delle versioni Quadrifoglio, stimando valori di potenza superiori ai 600 cavalli. Un’operazione simile potrebbe essere replicata con un V8, se si pensa a una futura 8C. Per ora restano supposizioni.

Rendering: Arena 19

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati