WP_Post Object ( [ID] => 636042 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-06-12 18:16:46 [post_date_gmt] => 2019-06-12 16:16:46 [post_content] => La Ferrari è capace di costruire auto di grande fascino e la SF90 Stradale è solo l'ultimo esempio che lo conferma. Probabilmente però sono pochi i recenti modelli della Casa di Maranello a possedere la carica seduttiva e ipnotica che è in grado di esercitare la vettura che vi proponiamo qui, chiamata Ferrari Aliante Barchetta e disegnata da Daniel Soriano. 

Due posti di fascino assoluto

Vecchia conoscenza del Ferrari World Design Contest, dove l'Aliante venne proposta come render per la prima volta nel 2011, questa supercar è tornata sotto la luce dei riflettori. Il designer Daniel Soriano ha infatti ridisegnato questa Ferrari dallo spirito selvaggio, reinterprentandola come si può apprezzare nei numerosi render del suo progetto grafico.

Passaruota sporgenti e muso ribassato

Il design della Ferrari Aliante Barchetta salta subito all'occhio per le sue forme aerodinamiche ed un forte impatto visivo. Nella parte anteriore si notano i gruppi ottici triangolari, lo splitter e le prese d'aria nere. Il muso è particolarmente ribassato, con i passaruota anteriori che sporgono in maniera importante dal resto della carrozzeria. L'impostazione della vettura garantisce a chi siede al volante della Aliante Barchetta di avere la perfetta visione e percezione di dove si trova ogni ruota anteriore, a vantaggio della precisione di guida.

Interni dal gusto classico

La supercar del Cavallino disegnata da Soriano adotta un parabrezza fortemente inclinato, mentre nell'abitacolo si notano alcuni dettagli d'ispirazione vintage come il volante e il cambio manuale a 6 rapporti, oltre ai due sedili anatomici.

Originale copertura in vetro per il motore

Sul posteriore della Ferrari Aliante Barchetta spiccano i fanali rotondi, i due terminali di scarico e un diffusore dalle forme chiare e nitide. Tra gli aspetti più interessanti del design di questa supercar c'è senza dubbio la copertura in vetro del motore. Mentre sulle supercar a motore centrale le copertura vetrate sono generalmente piatte o si estendono verso il basso a partire dalla linea del tetto, in questo caso il motore della Aliante, per la quale si è pensato a un unità con 12 cilindri, è conservato all'interno di una piccola calotta di vetro dalla forma aerodinamica. [post_title] => Ferrari Aliante Barchetta: immaginando una futuristica supercar del Cavallino [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-aliante-barchetta-immaginando-una-futuristica-supercar-del-cavallino-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-06-12 18:16:46 [post_modified_gmt] => 2019-06-12 16:16:46 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=636042 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari Aliante Barchetta: immaginando una futuristica supercar del Cavallino [RENDERING]

Muso ribassato e inedita copertura in vetro sul motore

La Ferrari Aliante Barchetta è la proposta del designer Daniel Soriano che con i suoi rendering dà forma a una supercar ricca di fascino e dal design marcatamente aggressivo e audace.

La Ferrari è capace di costruire auto di grande fascino e la SF90 Stradale è solo l’ultimo esempio che lo conferma. Probabilmente però sono pochi i recenti modelli della Casa di Maranello a possedere la carica seduttiva e ipnotica che è in grado di esercitare la vettura che vi proponiamo qui, chiamata Ferrari Aliante Barchetta e disegnata da Daniel Soriano. 

Due posti di fascino assoluto

Vecchia conoscenza del Ferrari World Design Contest, dove l’Aliante venne proposta come render per la prima volta nel 2011, questa supercar è tornata sotto la luce dei riflettori. Il designer Daniel Soriano ha infatti ridisegnato questa Ferrari dallo spirito selvaggio, reinterprentandola come si può apprezzare nei numerosi render del suo progetto grafico.

Passaruota sporgenti e muso ribassato

Il design della Ferrari Aliante Barchetta salta subito all’occhio per le sue forme aerodinamiche ed un forte impatto visivo. Nella parte anteriore si notano i gruppi ottici triangolari, lo splitter e le prese d’aria nere. Il muso è particolarmente ribassato, con i passaruota anteriori che sporgono in maniera importante dal resto della carrozzeria. L’impostazione della vettura garantisce a chi siede al volante della Aliante Barchetta di avere la perfetta visione e percezione di dove si trova ogni ruota anteriore, a vantaggio della precisione di guida.

Interni dal gusto classico

La supercar del Cavallino disegnata da Soriano adotta un parabrezza fortemente inclinato, mentre nell’abitacolo si notano alcuni dettagli d’ispirazione vintage come il volante e il cambio manuale a 6 rapporti, oltre ai due sedili anatomici.

Originale copertura in vetro per il motore

Sul posteriore della Ferrari Aliante Barchetta spiccano i fanali rotondi, i due terminali di scarico e un diffusore dalle forme chiare e nitide. Tra gli aspetti più interessanti del design di questa supercar c’è senza dubbio la copertura in vetro del motore. Mentre sulle supercar a motore centrale le copertura vetrate sono generalmente piatte o si estendono verso il basso a partire dalla linea del tetto, in questo caso il motore della Aliante, per la quale si è pensato a un unità con 12 cilindri, è conservato all’interno di una piccola calotta di vetro dalla forma aerodinamica.

Ferrari Aliante Barchetta: immaginando una futuristica supercar del Cavallino [RENDERING]
5 (100%) 4 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati