FCA, Pietro Gorlier: “Confermati i 5 miliardi di investimenti in Italia”

FCA, Pietro Gorlier: “Confermati i 5 miliardi di investimenti in Italia”

Con Renault al momento la trattativa è chiusa

Pietro Gorlier, responsabile area EMEA di FCA, ha incontrato il presidente della Regione Piemonte Cirio e la sindaca di Torino Appendino confermando gli investimenti del Gruppo in Italia e il raggiungimento della piena occupazione entro il 2022.
FCA, Pietro Gorlier: “Confermati i 5 miliardi di investimenti in Italia”

Il piano di investimenti di 5 miliardi previsto da Fiat Chrysler per gli impianti italiani, con il susseguente raggiungimento della piena occupazione nel 2022, è stato confermato da Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee di FCA, nel corso di un incontro con il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e la sindaca di Torino, Chiara Appendino. 

Con Renault la trattative è chiusa

Il capo dell’area EMEA di FCA, hanno riferito Cirio e Appendino, oltre a rassicurare sulle intenzioni del Gruppo italo-americano di proseguire nello sviluppo della mobilità elettrica e della guida autonoma, ha anche fornito alcuni aggiornamenti sul dialogo FCA-Renault relativo alla possibile fusione. Su quest’aspetto, il presidente della Regione Piemonte, ha dichiarato: “Gorlier ci ha spiegato che FCA avrebbe voluto l’accordo con Renault, ma ha trovato ostacoli in Francia più politici che industriali e oggi non ci sono le condizioni per procedere. La situazione è completamente ferma”. La sindaca Appendino ha aggiunto: “La trattativa è chiusa, se dovesse succedere qualcosa verremo informati”.

Parole quelle di Gorlier che sembrano raffreddare gli entusiasmi di qualche giorno fa quando si vociferava di una riapertura imminente dei colloqui tra FCA e Renault.

L’arrivo della Fiat 500 elettrica a Mirafiori

Tuttavia non erano le strategie di FCA al centro dell’incontro tra Gorlier e i rappresentati delle istituzioni. Il capo dell’area EMEA di FCA ha infatti invitato Cirio e Appendino per presentare la piattaforma della nuova Fiat 500 elettrica in fase di installazione nella fabbrica di Mirafiori, che si terrà a luglio. I nuovi modelli di Maserati daranno invece nuova linfa produttiva all’impianto di Grugliasco, mentre a Verrone, dove vengono prodotti i cambi di numerosi modelli, è previsto l’incremento della produzione grazie all’adozione di uno dei cambi sui veicoli commerciali leggeri del costruttore.

Mentre la sindaca di Torino ha parlato di incontro positivo, sottolineando tanto l’importanza del mantenimento dei livelli occupazionali quanto il coinvolgimento sull’elettrico, il presidente della Regione Piemonte, ha affermato: “L’impegno di piena occupazione entro il 2022 in tutti gli stabilimenti sarà mantenuto e sono previsti importanti interventi sul piano finanziario che testimoniano come la volontà di continuare a investire in Piemonte è reale”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati