WP_Post Object ( [ID] => 639392 [post_author] => 87 [post_date] => 2019-06-25 11:49:56 [post_date_gmt] => 2019-06-25 09:49:56 [post_content] =>   In occasione dell’evento #NextGen di Monaco di Baviera la BMW ha fatto cadere i veli sulla Vision M Next, la concept car del brand tedesco votata alla sportività in chiave ibrida. Ciò che colpisce immediatamente della BMW Vision M Next sono le sue linee tese e contemporanee che rendono omaggio alla gloriosa M1 firmata Giugiaro ed alla M1 Hommage. Il frontale è decisamente elaborato e, come ormai visto sugli ultimi modelli della Casa di Monaco, presenta un doppio rene di dimensioni importanti che domina l’intero muso. Grande attenzione è stata dedicata all’aerodinamica grazie alla presenza di due ampi deflettori, dipinti a contrasto nella tinta Thrilling Orange, che vanno ad indirizzare l’aria a filo dei passaruota, mentre i fari, dotati di tecnologia  Laser Wire, hanno dimensioni ridotte ed un design aggressivo che conferisce carattere alla BMW Vision M Next. La fiancata è scolpita e muscolosa. La linea del parabrezza è notevolmente inclinata e l’andamento ondulato del tetto confluisce in maniera armonica con la coda della vettura. Il raffreddamento del powertrain ibrido è garantito da due prese d’aria. Una, decisamente ampia, è posizionata davanti al passaruota posteriore, mentre la seconda, di dimensioni ridotte, è inserita all’interno del montante C e si integra perfettamente con le nervature che solcano la fiancata. Gli sfoghi d’aria presenti sopra il passaruota posteriore richiamano alla mente l’elemento presente sulla storica M1. Altrettanto elaborato il posteriore della BMW Vision M Next. La superficie vetrata del lunotto è realizzata in tre elementi e presenta un disegno molto geometrico, mentre i fari seguono la linea squadrata del lato B ed amplificano l’immagine sportiva della vettura di Monaco. Presente inoltre un diffusore di dimensioni generose. Decisamente futuristici gli interni che presentano due schermi nel volante, uno schermo curvo sulla plancia e un head-up display con realtà aumentata sul parabrezza. L’ampio tunnel centrale divide in maniera netta la zona dedicata al guidatore da quella riservata al passeggero, mentre il titanio anodizzato, le fibre sintetiche e gli abbinamenti di colore blu ed arancione rendono unico ed esclusivo l’abitacolo. Così come la BMW i8, anche la BMW M Vision M Next utilizza un powertrain ibrido. Il motore termico è un 4 cilindri turbo a benzina che, associato ai motori elettrici, riesce ad esprimere una potenza complessiva di 600 cavalli. Utilizzando esclusivamente il motore a benzina la trazione della BMW M Vision Next è solo posteriore, per diventare integrale in caso di utilizzo anche dei motori elettrici. La BMW M Vision Next raggiunge i 100 Km/h da fermo in soli 3 secondi ed è in grado di toccare la velocità massima di 300 Km/h, mentre l’autonomia dichiarata in modalità totalmente elettrica è pari a 100 Km. [post_title] => BMW Vision M Next concept: svelata a Monaco la supercar ibrida [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bmw-vision-m-next-concept-monaco-supercar-ibrida [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-06-25 11:49:56 [post_modified_gmt] => 2019-06-25 09:49:56 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=639392 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW Vision M Next concept: svelata a Monaco la supercar ibrida

Richiami alla gloriosa M1 del 78 e cuore ibrido da 600 CV per la supercar tedecsca

La BMW M Vision Next presenta linee che rendono omaggio alla storica M1 del 1978 ed una tecnologia innovativa per la visualizzazione delle informazioni. Il motore ibrido eroga 600 CV.

 

In occasione dell’evento #NextGen di Monaco di Baviera la BMW ha fatto cadere i veli sulla Vision M Next, la concept car del brand tedesco votata alla sportività in chiave ibrida.

Ciò che colpisce immediatamente della BMW Vision M Next sono le sue linee tese e contemporanee che rendono omaggio alla gloriosa M1 firmata Giugiaro ed alla M1 Hommage. Il frontale è decisamente elaborato e, come ormai visto sugli ultimi modelli della Casa di Monaco, presenta un doppio rene di dimensioni importanti che domina l’intero muso.

Grande attenzione è stata dedicata all’aerodinamica grazie alla presenza di due ampi deflettori, dipinti a contrasto nella tinta Thrilling Orange, che vanno ad indirizzare l’aria a filo dei passaruota, mentre i fari, dotati di tecnologia  Laser Wire, hanno dimensioni ridotte ed un design aggressivo che conferisce carattere alla BMW Vision M Next.

La fiancata è scolpita e muscolosa. La linea del parabrezza è notevolmente inclinata e l’andamento ondulato del tetto confluisce in maniera armonica con la coda della vettura. Il raffreddamento del powertrain ibrido è garantito da due prese d’aria. Una, decisamente ampia, è posizionata davanti al passaruota posteriore, mentre la seconda, di dimensioni ridotte, è inserita all’interno del montante C e si integra perfettamente con le nervature che solcano la fiancata. Gli sfoghi d’aria presenti sopra il passaruota posteriore richiamano alla mente l’elemento presente sulla storica M1.

Altrettanto elaborato il posteriore della BMW Vision M Next. La superficie vetrata del lunotto è realizzata in tre elementi e presenta un disegno molto geometrico, mentre i fari seguono la linea squadrata del lato B ed amplificano l’immagine sportiva della vettura di Monaco. Presente inoltre un diffusore di dimensioni generose.

Decisamente futuristici gli interni che presentano due schermi nel volante, uno schermo curvo sulla plancia e un head-up display con realtà aumentata sul parabrezza. L’ampio tunnel centrale divide in maniera netta la zona dedicata al guidatore da quella riservata al passeggero, mentre il titanio anodizzato, le fibre sintetiche e gli abbinamenti di colore blu ed arancione rendono unico ed esclusivo l’abitacolo.

Così come la BMW i8, anche la BMW M Vision M Next utilizza un powertrain ibrido. Il motore termico è un 4 cilindri turbo a benzina che, associato ai motori elettrici, riesce ad esprimere una potenza complessiva di 600 cavalli. Utilizzando esclusivamente il motore a benzina la trazione della BMW M Vision Next è solo posteriore, per diventare integrale in caso di utilizzo anche dei motori elettrici.

La BMW M Vision Next raggiunge i 100 Km/h da fermo in soli 3 secondi ed è in grado di toccare la velocità massima di 300 Km/h, mentre l’autonomia dichiarata in modalità totalmente elettrica è pari a 100 Km.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati