WP_Post Object ( [ID] => 640291 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-06-27 20:14:32 [post_date_gmt] => 2019-06-27 18:14:32 [post_content] => L'elettrificazione dell'intera gamma è prevista entro il 2024, secondo quanto anticipato, Opel Grandland X Hybrid4 rappresenta un passo deciso del marchio tedesco alla luce del piano strategico denominato “PACE!”.

Le caratteristiche

La dotazione tecnologica e i servizi legati al Grandland X rappresentano già aspetti interessanti del SUV tedesco, ad esempio considerando un sistema infotainment Navi 5.0 IntelliLink che suggerisce percorsi funzionali per raggiungere il punto di ricarica più vicino, come segnalato, così come un innovativo Opel Connect che attraverso un'applicazione consente di verificare lo stato del veicolo, piuttosto che ricevere informazioni live sul traffico o disporre di un contatto diretto con il soccorso stradale e un prezioso sistema di chiamata di emergenza. Il veicolo è dotato di serie di un caricatore di bordo da 3,3 kW, od opzionalmente propendere per uno da 6,6 kW da allacciare sempre a una presa domestica. In base alle indicazioni, la ricarica completa della parte elettrica di questa versione PHEV è stimata in circa un’ora e cinquanta minuti, impiegando una soluzione wallbox da 7,4 kW, ma anche recandosi in una delle stazioni di ricarica di Free2Move Services che rientra nel panorama del Groupe PSA, impiegando una tessera che consente l'accesso a oltre 85.000 punti di ricarica presenti in Europa, sempre riprendendo le indicazioni della casa. La spinta è fornita da un'architettura motrice composta da due unità elettriche da 80 kW e un propulsore 1.6 turbo alimentato a benzina Euro 6d-TEMP che può spigionare 200 cavalli. La potenza complessiva, unendo parte termica ed elettrica, ammonta a 300 cavalli. Si segnala, ancora, che questa versione di Opel Grandland X Hybrid4 può coprire oltre 50 km in modalità totalmente elettrica, riferendosi alla stringente procedura WLTP (2,2 litri ogni 100 km – 49 g/km di CO2 nel ciclo misto WLTP), riportando sempre le indicazioni diffuse. Presenta quindi anche un "sistema frenante rigenerativo", che converte l'energia cinetica legata alla decelerazione in energia elettrica che può essere accumulata nella batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh, localizzata sotto ai sedili retrostanti, oppure impiegata subito. Lo stoccaggio può potenzialmente incrementare l’autonomia elettrica sino al 10%, come indicato. Il primo dei due propulsori elettrici è associato alla trasmissione automatica a otto rapporti, mentre l'altro figura assieme al differenziale nell’asse retrostante, completando uno schema a "trazione integrale on demand". Quattro le modalità di guida accennate: elettrica, ibrida, sport e trazione integrale. Foto e video: Opel [post_title] => Opel Grandland X Hybrid4: il primo esemplare ibrido plug-in del Fulmine [FOTO E VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => opel-grandland-x-hybrid4-informazioni-caratteristiche-modello-ibrido-plug-in [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-06-27 20:14:32 [post_modified_gmt] => 2019-06-27 18:14:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=640291 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Opel Grandland X Hybrid4: il primo esemplare ibrido plug-in del Fulmine [FOTO E VIDEO]

Due unità elettriche e un motore turbo benzina

Una potenza complessiva pari a 300 cavalli per la prima vettura ibrida plug-in realizzata dalla casa tedesca

L’elettrificazione dell’intera gamma è prevista entro il 2024, secondo quanto anticipato, Opel Grandland X Hybrid4 rappresenta un passo deciso del marchio tedesco alla luce del piano strategico denominato “PACE!”.

Le caratteristiche

La dotazione tecnologica e i servizi legati al Grandland X rappresentano già aspetti interessanti del SUV tedesco, ad esempio considerando un sistema infotainment Navi 5.0 IntelliLink che suggerisce percorsi funzionali per raggiungere il punto di ricarica più vicino, come segnalato, così come un innovativo Opel Connect che attraverso un’applicazione consente di verificare lo stato del veicolo, piuttosto che ricevere informazioni live sul traffico o disporre di un contatto diretto con il soccorso stradale e un prezioso sistema di chiamata di emergenza.
Il veicolo è dotato di serie di un caricatore di bordo da 3,3 kW, od opzionalmente propendere per uno da 6,6 kW da allacciare sempre a una presa domestica. In base alle indicazioni, la ricarica completa della parte elettrica di questa versione PHEV è stimata in circa un’ora e cinquanta minuti, impiegando una soluzione wallbox da 7,4 kW, ma anche recandosi in una delle stazioni di ricarica di Free2Move Services che rientra nel panorama del Groupe PSA, impiegando una tessera che consente l’accesso a oltre 85.000 punti di ricarica presenti in Europa, sempre riprendendo le indicazioni della casa.
La spinta è fornita da un’architettura motrice composta da due unità elettriche da 80 kW e un propulsore 1.6 turbo alimentato a benzina Euro 6d-TEMP che può spigionare 200 cavalli. La potenza complessiva, unendo parte termica ed elettrica, ammonta a 300 cavalli.
Si segnala, ancora, che questa versione di Opel Grandland X Hybrid4 può coprire oltre 50 km in modalità totalmente elettrica, riferendosi alla stringente procedura WLTP (2,2 litri ogni 100 km – 49 g/km di CO2 nel ciclo misto WLTP), riportando sempre le indicazioni diffuse. Presenta quindi anche un “sistema frenante rigenerativo”, che converte l’energia cinetica legata alla decelerazione in energia elettrica che può essere accumulata nella batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh, localizzata sotto ai sedili retrostanti, oppure impiegata subito. Lo stoccaggio può potenzialmente incrementare l’autonomia elettrica sino al 10%, come indicato. Il primo dei due propulsori elettrici è associato alla trasmissione automatica a otto rapporti, mentre l’altro figura assieme al differenziale nell’asse retrostante, completando uno schema a “trazione integrale on demand”. Quattro le modalità di guida accennate: elettrica, ibrida, sport e trazione integrale.

Foto e video: Opel

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati