WP_Post Object ( [ID] => 640625 [post_author] => 80 [post_date] => 2019-06-29 15:28:15 [post_date_gmt] => 2019-06-29 13:28:15 [post_content] => Renault Zoe e car sharing, un binomio che ha portato alla creazione insieme a Garda Uno del progetto eway sulla sponda bresciana del lago di Garda. Questo progetto utilizza otto Renault Zoe Life, veicolo elettrico al 100%, da utilizzare in condivisione nel bellissimo scenario del lago di Garda. L'idea nasce da alcune considerazioni legate proprio al territorio e alla sua bellezza e su come preservarlo in maniera ottimale. Per prima cosa sono stati creati, già a partire dal 2010, impianti sostenibili per la produzione dell'energia elettrica destinata alle esigenze pubbliche.

Garda Uno: dal surplus di energie rinnovabili alla mobilità sostenibile con Renault

Visti gli ottimi risultati si è pensato quindi a come utilizzare l'energia in eccesso, ed è nata così l'idea del car sharing 100% elettrico. Dal 2016 sono state installate 16 colonnine, che diventeranno 32 entro la fine del 2019, disposte in modo perpendicolare al tragitto dell'autostrada A4 in modo da poter garantire l'uso di auto elettriche su tutto il perimetro del Garda. Il 2019 è l'anno d'inizio del car sharing vero e proprio, infatti il servizio verrà avviato il 1° agosto dopo un attento studio da parte del Ministero dell'ambiente insieme alle autorità locali dei tragitti che vengono compiuti in queste zone. Il Ministero ha inoltre finanziato per il 60% il costo di 830.000 euro di questo progetto, mentre la restante parte è stata finanziata da Garda Uno. Eway coinvolge 13 comuni e si basa su 4 stazioni di car sharing, situate a Desenzano del Garda, Peschiera del Garda, Padenghe sul Garda e Salò. La flotta di veicoli è formata da 8 Renault Zoe Life, 8 scooter elettrici (in arrivo entro il 2019) ed un pulmino Nissan NV 200 full electric per il trasporto dei disabili.

Eway e Renault Zoe: come funziona questo car sharing

Per poter utilizzare il servizio è necessario registrarsi sul sito dedicato, fornendo le foto della patente, un selfie con la propria patente e i dati anagrafici. Il secondo passaggio è l'installazione dell'app Glide sul proprio smartphone per poter gestire le prenotazioni e l'uso delle auto. Infatti il veicolo va prenotato tra quelli disponibili nella stazione preferita, indicando anche l'ora e la data di ritiro e riconsegna del veicolo, che ricordiamo va sempre riconsegnato nella stazione di prelievo. A questo punto, sempre con l'app, si può aprire l'auto e iniziare a guidare. E' poi attivo 24 ore al giorno e sette giorni a settimana anche il servizio assistenza curato da Garda Uno. La tariffa è di 15 euro all'ora, oppure si può optare per l'intera giornata di utilizzo al costo di 50 euro mentre per l'intero week end il costo è di 90 euro. Particolare attenzione è stata posta nei tragitti casa-lavoro, dove per 18 euro si può tenere l'auto dalle 7 alle 14. Gli studenti godono di uno sconto pari al 20%, mentre per i dipendenti di Garda Uno la percentuale arriva al 50%.

Renault Zoe: test drive a impatto zero

La presentazione prevedeva il giro del lago di Garda utilizzando appunto le Renault Zoe del car sharing, con tappe a Salo', Limone sul Garda e infine Peschiera del Garda. Nella guida emerge in modo evidente l'impostazione generale della vettura, che punta prima di tutto al comfort. Questo aspetto viene poi ulteriormente evidenziato dalla silenziosità di quest'auto, dove la trazione elettrica non emette alcun suono o vibrazione e l'assenza dei cambi di marcia rende il viaggio molto confortevole. La guida non richiede poi particolari attenzioni legate al fatto che l'auto sia elettrica, e su questo tipo di strade l'autonomia di 300 km reali è alla portata di tutti, come nel nostro caso dove l'aria condizionata ha dovuto lottare tutto il giorno con i quasi 40°c esterni. [post_title] => Renault Zoe e Garda Uno: car sharing vista lago [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => renault-zoe-e-garda-uno-car-sharing-vista-lago [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-06-29 16:03:41 [post_modified_gmt] => 2019-06-29 14:03:41 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=640625 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Renault Zoe e Garda Uno: car sharing vista lago

Renault amplia la sua offerta di car sharing elettrico in Italia

La multiutility Garda Uno ha avviato con Renault un interessante servizio di condivisione 100% green e sostenibile per preservare il lago di Garda e ridurre il traffico sulle strade

Renault Zoe e car sharing, un binomio che ha portato alla creazione insieme a Garda Uno del progetto eway sulla sponda bresciana del lago di Garda. Questo progetto utilizza otto Renault Zoe Life, veicolo elettrico al 100%, da utilizzare in condivisione nel bellissimo scenario del lago di Garda. L’idea nasce da alcune considerazioni legate proprio al territorio e alla sua bellezza e su come preservarlo in maniera ottimale. Per prima cosa sono stati creati, già a partire dal 2010, impianti sostenibili per la produzione dell’energia elettrica destinata alle esigenze pubbliche.

Garda Uno: dal surplus di energie rinnovabili alla mobilità sostenibile con Renault

Visti gli ottimi risultati si è pensato quindi a come utilizzare l’energia in eccesso, ed è nata così l’idea del car sharing 100% elettrico. Dal 2016 sono state installate 16 colonnine, che diventeranno 32 entro la fine del 2019, disposte in modo perpendicolare al tragitto dell’autostrada A4 in modo da poter garantire l’uso di auto elettriche su tutto il perimetro del Garda. Il 2019 è l’anno d’inizio del car sharing vero e proprio, infatti il servizio verrà avviato il 1° agosto dopo un attento studio da parte del Ministero dell’ambiente insieme alle autorità locali dei tragitti che vengono compiuti in queste zone. Il Ministero ha inoltre finanziato per il 60% il costo di 830.000 euro di questo progetto, mentre la restante parte è stata finanziata da Garda Uno. Eway coinvolge 13 comuni e si basa su 4 stazioni di car sharing, situate a Desenzano del Garda, Peschiera del Garda, Padenghe sul Garda e Salò. La flotta di veicoli è formata da 8 Renault Zoe Life, 8 scooter elettrici (in arrivo entro il 2019) ed un pulmino Nissan NV 200 full electric per il trasporto dei disabili.

Eway e Renault Zoe: come funziona questo car sharing

Per poter utilizzare il servizio è necessario registrarsi sul sito dedicato, fornendo le foto della patente, un selfie con la propria patente e i dati anagrafici. Il secondo passaggio è l’installazione dell’app Glide sul proprio smartphone per poter gestire le prenotazioni e l’uso delle auto. Infatti il veicolo va prenotato tra quelli disponibili nella stazione preferita, indicando anche l’ora e la data di ritiro e riconsegna del veicolo, che ricordiamo va sempre riconsegnato nella stazione di prelievo. A questo punto, sempre con l’app, si può aprire l’auto e iniziare a guidare. E’ poi attivo 24 ore al giorno e sette giorni a settimana anche il servizio assistenza curato da Garda Uno. La tariffa è di 15 euro all’ora, oppure si può optare per l’intera giornata di utilizzo al costo di 50 euro mentre per l’intero week end il costo è di 90 euro. Particolare attenzione è stata posta nei tragitti casa-lavoro, dove per 18 euro si può tenere l’auto dalle 7 alle 14. Gli studenti godono di uno sconto pari al 20%, mentre per i dipendenti di Garda Uno la percentuale arriva al 50%.

Renault Zoe: test drive a impatto zero

La presentazione prevedeva il giro del lago di Garda utilizzando appunto le Renault Zoe del car sharing, con tappe a Salo’, Limone sul Garda e infine Peschiera del Garda. Nella guida emerge in modo evidente l’impostazione generale della vettura, che punta prima di tutto al comfort. Questo aspetto viene poi ulteriormente evidenziato dalla silenziosità di quest’auto, dove la trazione elettrica non emette alcun suono o vibrazione e l’assenza dei cambi di marcia rende il viaggio molto confortevole. La guida non richiede poi particolari attenzioni legate al fatto che l’auto sia elettrica, e su questo tipo di strade l’autonomia di 300 km reali è alla portata di tutti, come nel nostro caso dove l’aria condizionata ha dovuto lottare tutto il giorno con i quasi 40°c esterni.

Renault Zoe e Garda Uno: car sharing vista lago
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati