WP_Post Object ( [ID] => 642206 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-07-05 12:43:51 [post_date_gmt] => 2019-07-05 10:43:51 [post_content] => Citroen ha realizzato numerosi modelli storici, nel corso dei suoi 100 anni di produzione, tra cui la C6E ‘Lictoria Sex’: la vettura donata a Papa Pio XI nel 1930 e realizzata appositamente per il Vaticano, seppur praticamente mai utilizzata (156 km percorsi). Ora questo modello storico è in mostra presso la concessionaria Nicola Prezioso di Aprilia (Latina) per circa un mese.

La Citroen C6E Lictoria Sex e Papa Pio XI

Come dicevamo, questo modello è stato realizzato per il Vaticano, preparato e costruito dalla milanese SAICA per il ‘Papa milanese’. Pio XI ricevette la vettura il 9 giugno 1930, alla presenza dei dipendenti che l’avevano costruita e la utilizzò per tornare alla sua residenza. Fu quello uno dei pochi tragitti percorsi da questa vettura, visto che fu restaurata nel 1992 da parte di Citroen Italia e la vettura segnava solo 156 chilometri percorsi. Il motivo? Probabilmente per l’opulenza della vettura, coperto d’oro zecchino, broccati lavorati a mano e stucco dorati che abbellivano le parti in legno che ne arredavano l’abitacolo.

Le caratteristiche della Citroen C6E Lictoria Sex

La Lictoria Sex è derivata dalla Citroen C6E, primo modello sei cilindri del marchio del Double Chevron, più lunga di 7 cm della C6 e con finiture di esterni ed interni più attraenti. All’esterno, questa versione esclusiva mantenne la sua configurazione classica, con l’arma pontificia, composta dalle chiavi decussate e dal triregno, che compare in più parti: dalle maniglie degli sportelli, all’arma che occupa il lunotto posteriore, situato alle spalle del Pontefice. L’interno fu preparato secondo lo sfarzo del cerimoniale pontificio, che prevedeva il trono, il cielo e il suppedaneo, ossia una piccola pedana per appoggiare i piedi. Il trono occupa il fondo della vettura, come in una sala, e domina con la sua mole lo spazio interno. I colori giocano una significativa parte protocollare: dall’amaranto delle stoffe e del damasco a fiorami, al rosso del velluto, al colore oro dei ricami e dei rilievi dei legni intagliati. Inoltre, a disposizione del Papa, è posto sulla destra un quadro di comando, formato da una serie di bottoni, che consente di impartire gli ordini di marcia al guidatore, attraverso scritte luminose che appaiono sul cruscotto. [post_title] => Citroen C6E Lictoria Sex: l’auto papale in mostra ad Aprilia [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => citroen-c6e-lictoria-sex-lauto-papale-in-mostra-ad-aprilia [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-07-05 12:43:51 [post_modified_gmt] => 2019-07-05 10:43:51 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=642206 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Citroen C6E Lictoria Sex: l’auto papale in mostra ad Aprilia

Era stata realizzata nel 1930 per Papa Pio XI

La Citroen C6E Lictoria Sex è la vettura realizzata appositamente per Papa Pio XI nel 1930 ed è ora in mostra presso la concessionaria del Double Chevron di Aprilia (Latina). Resterà esposta per circa un mese.
Citroen C6E Lictoria Sex: l’auto papale in mostra ad Aprilia

Citroen ha realizzato numerosi modelli storici, nel corso dei suoi 100 anni di produzione, tra cui la C6E ‘Lictoria Sex’: la vettura donata a Papa Pio XI nel 1930 e realizzata appositamente per il Vaticano, seppur praticamente mai utilizzata (156 km percorsi). Ora questo modello storico è in mostra presso la concessionaria Nicola Prezioso di Aprilia (Latina) per circa un mese.

La Citroen C6E Lictoria Sex e Papa Pio XI

Come dicevamo, questo modello è stato realizzato per il Vaticano, preparato e costruito dalla milanese SAICA per il ‘Papa milanese’. Pio XI ricevette la vettura il 9 giugno 1930, alla presenza dei dipendenti che l’avevano costruita e la utilizzò per tornare alla sua residenza.

Fu quello uno dei pochi tragitti percorsi da questa vettura, visto che fu restaurata nel 1992 da parte di Citroen Italia e la vettura segnava solo 156 chilometri percorsi. Il motivo? Probabilmente per l’opulenza della vettura, coperto d’oro zecchino, broccati lavorati a mano e stucco dorati che abbellivano le parti in legno che ne arredavano l’abitacolo.

Le caratteristiche della Citroen C6E Lictoria Sex

La Lictoria Sex è derivata dalla Citroen C6E, primo modello sei cilindri del marchio del Double Chevron, più lunga di 7 cm della C6 e con finiture di esterni ed interni più attraenti. All’esterno, questa versione esclusiva mantenne la sua configurazione classica, con l’arma pontificia, composta dalle chiavi decussate e dal triregno, che compare in più parti: dalle maniglie degli sportelli, all’arma che occupa il lunotto posteriore, situato alle spalle del Pontefice.

L’interno fu preparato secondo lo sfarzo del cerimoniale pontificio, che prevedeva il trono, il cielo e il suppedaneo, ossia una piccola pedana per appoggiare i piedi. Il trono occupa il fondo della vettura, come in una sala, e domina con la sua mole lo spazio interno. I colori giocano una significativa parte protocollare: dall’amaranto delle stoffe e del damasco a fiorami, al rosso del velluto, al colore oro dei ricami e dei rilievi dei legni intagliati.

Inoltre, a disposizione del Papa, è posto sulla destra un quadro di comando, formato da una serie di bottoni, che consente di impartire gli ordini di marcia al guidatore, attraverso scritte luminose che appaiono sul cruscotto.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati