WP_Post Object ( [ID] => 642144 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-07-05 10:39:42 [post_date_gmt] => 2019-07-05 08:39:42 [post_content] => La guida autonoma è una delle prossime frontiere del mondo dell’automotive e due colossi come Daimler e BMW hanno ufficialmente dato il via alla loro alleanza in questo campo. I due costruttori hanno firmato i contratti definitivi ed ora lavoreranno a braccetto per sviluppare le tecnologie in questo campo, con l’obiettivo di lanciarle sul mercato sulle vetture di serie a partire dal 2024.

Un’alleanza per il livello 4 di guida autonoma

Daimler e BMW puntano a raggiungimento del livello 4 di guida autonoma, parlando in particolare dello sviluppo dei “sistemi di assistenza alla guida, la guida senza conducente in autostrada ed alle soluzioni per il parcheggio autonomo”. Inoltre, sono previsti ulteriori colloqui per estendere la cooperazione a livelli più elevati di automazione nelle aree urbane e nei centri urbani. Dunque, con l’idea anche di raggiungere il definitivo livello 5, quello in cui l’auto non avrà più alcun bisogno del supporto e nemmeno dell’attenzione delle persone. L’alleanza non sarà esclusiva, visto che entrambi i costruttori sono già impegnati con altre collaborazioni in questo campo con altre realtà tecnologiche. E sarà anche aperta anche ad altri OEM (Original Equipment Manufacturer) e partner tecnologici, con risultati resi disponibili su licenza ad altri soggetti interessati.

Oltre 1.200 tecnici al lavoro per l’alleanza

Questa alleanza comporterà il lavoro di oltre 1.200 tecnici delle due società: saranno spesso suddivisi in team misti e verranno impiegati presso alcuni centri di sviluppo, come il Mercedes-Benz Technology Center di Sindelfingen (Stoccarda), il Daimler Testing & Technology Centre di Immendingen (Friburgo) ed il BMW Group Autonomous Driving Campus di Unterschleissheim (Monaco). Gli sforzi si concentreranno sullo sviluppo di un'architettura ‘scalabile’ per i sistemi di assistenza alla guida, compresi i sensori, nonché di un centro dati comune per l'archiviazione dei dati, l'amministrazione, l'elaborazione e lo sviluppo di funzioni e software. [post_title] => Guida autonoma: alleanza tra Daimler e BMW per lo sviluppo [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => guida-autonoma-bmw-daimler-notizie-sviluppo [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-07-05 10:39:42 [post_modified_gmt] => 2019-07-05 08:39:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=642144 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Guida autonoma: alleanza tra Daimler e BMW per lo sviluppo

L'obiettivo è portare il livello 4 sulle auto dal 2024

Alleanza Daimler-BMW sullo sviluppo della guida autonoma: i due costruttori tedeschi si uniscono con l'obiettivo primario di raggiungere il livello 4 e poterlo implementare sulle vetture di serie a partire dal 2024.
Guida autonoma: alleanza tra Daimler e BMW per lo sviluppo

La guida autonoma è una delle prossime frontiere del mondo dell’automotive e due colossi come Daimler e BMW hanno ufficialmente dato il via alla loro alleanza in questo campo. I due costruttori hanno firmato i contratti definitivi ed ora lavoreranno a braccetto per sviluppare le tecnologie in questo campo, con l’obiettivo di lanciarle sul mercato sulle vetture di serie a partire dal 2024.

Un’alleanza per il livello 4 di guida autonoma

Daimler e BMW puntano a raggiungimento del livello 4 di guida autonoma, parlando in particolare dello sviluppo dei “sistemi di assistenza alla guida, la guida senza conducente in autostrada ed alle soluzioni per il parcheggio autonomo”.

Inoltre, sono previsti ulteriori colloqui per estendere la cooperazione a livelli più elevati di automazione nelle aree urbane e nei centri urbani. Dunque, con l’idea anche di raggiungere il definitivo livello 5, quello in cui l’auto non avrà più alcun bisogno del supporto e nemmeno dell’attenzione delle persone.

L’alleanza non sarà esclusiva, visto che entrambi i costruttori sono già impegnati con altre collaborazioni in questo campo con altre realtà tecnologiche. E sarà anche aperta anche ad altri OEM (Original Equipment Manufacturer) e partner tecnologici, con risultati resi disponibili su licenza ad altri soggetti interessati.

Oltre 1.200 tecnici al lavoro per l’alleanza

Questa alleanza comporterà il lavoro di oltre 1.200 tecnici delle due società: saranno spesso suddivisi in team misti e verranno impiegati presso alcuni centri di sviluppo, come il Mercedes-Benz Technology Center di Sindelfingen (Stoccarda), il Daimler Testing & Technology Centre di Immendingen (Friburgo) ed il BMW Group Autonomous Driving Campus di Unterschleissheim (Monaco).

Gli sforzi si concentreranno sullo sviluppo di un’architettura ‘scalabile’ per i sistemi di assistenza alla guida, compresi i sensori, nonché di un centro dati comune per l’archiviazione dei dati, l’amministrazione, l’elaborazione e lo sviluppo di funzioni e software.

Guida autonoma: alleanza tra Daimler e BMW per lo sviluppo
4 (80%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati