WP_Post Object ( [ID] => 641396 [post_author] => 84 [post_date] => 2019-07-11 10:35:14 [post_date_gmt] => 2019-07-11 08:35:14 [post_content] =>

Maserati Levante Trofeo 2019

La Maserati Levante è il primo SUV della casa modenese. Uno Sport Utility Vehicle capace di coniugare un aspetto elegante e sportivo con performance eccellenti. Oggi proviamo la Maserati Levante Trofeo, la versione top di gamma (ancor più potente rispetto alla Maserati Levante GTS 2019) che punta, come suggerisce il nome, ancor di più sull'elemento racing e questo si nota nell'estetica ma soprattutto nelle sensazioni di guida.

Estetica e design

La parte più elaborata e aggressiva del corpo vettura è senza dubbio l'anteriore che presenta, a partire dalla parte più passa, uno splitter in fibra di carbonio, ampie bocche d'aerazione con trama a nido d'ape e la griglia del radiatore, con i listelli di colore nero a sviluppo verticale, che racchiudono il Tridente. L'imponente griglia è abbracciata dai fari Full LED adattivi con tecnologia Matrix e dal disegno sottile e 'incattivito'. Il taglio anteriore si completa con i fendinebbia tondeggianti posti proprio sotto ai fari e con il cofano muscoloso con le doppie striature e le prese dell'aria per raffreddare le teste dei cilindri. Muscoloso è anche il fianco della Maserati Levante Trofeo 2019, con le mostrine laterali in fibra di carbonio, le cui bombature vanno a dare maggior presenza e stabilità alla coda e che comprende anch'essa fari Full LED, uno spoiler che incorpora la terza luce di stop e il quadruplo terminale di scarico ovale.

Interni e abitacolo

Bisogna dirlo, l’abitacolo della Maserati Levante Trofeo è più elegante che sportivo e punta a creare un ambiente esclusivo, da 'salottino buono'. Rispondono comunque 'presente' gli elementi sportiveggianti come i sedili sportivi sagomati, rivestiti in pelle con cuciture a contrasto e il logo “Trofeo” ricamato sui poggiatesta. Molteplici i dettagli in fibra di carbonio, che si aggiungono alla grafica racing del quadro strumenti, i tappetini con scritta Trofeo in metallo e l’orologio Maserati con quadrante esclusivo. Completa le dotazioni di bordo l’impianto audio Premium Surround Sound di Bowers & Wilkins da 1.280 watt con 17 altoparlanti.

Il motore

Sotto al cofano c'è un potente motore V8 Twin Turbo di 3,8 litri che sprigiona la sua enorme potenza a terra, senza battere ciglio, grazie alla trazione integrale intelligente Q4. Di quale potenza sto parlando? Di quella che produce 580 CV a 6.250 giri/min e una coppia massima di 730 Nm, 'inflitta' al guidatore in modo lineare, progressivo e senza il minimo sussulto da 2000 e 5000 giri/min. Un vero propulsore 'monstre' visto che vanta il rapporto cavalli/litro (156 CV/lt) più elevato in assoluto tra tutti i propulsori Maserati mai prodotti finora e, vi ricordo, che i motori a benzina Maserati vengono tutti assemblati alla Ferrari di Maranello. Perdonatemi se snocciolo per un momento, ancora un paio di numeri. La Maserati Levante Trofeo 2019 è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 4,1 secondi e di raggiungere una velocità massima di 300 km/h. La trazione è esclusivamente automatica ZF a 8 rapporti, con cambiate sempre precise e puntuali ma, se questo non vi aggrada e volete comunque avere il pieno controllo di quello che succede, non vi resta che utilizzare le palette al volante che di certo non vi deluderanno, nemmeno durante gli hot lap in pista.

Dinamica di guida

Tra le curve, la Maserati Levante Trofeo 2019, è perfettamente bilanciata, sembra di guidare un'auto molto più piccola e leggera rispetto a quella che è in realtà. C'è una perfetta distribuzione 50:50 dei pesi e il baricentro è basso e mi permette di percepire con facilità ogni minimo spostamento e comportamento della vettura. Anche i coricamenti laterali, cosi come il rollio e il beccheggio, sono quasi nulli grazie all'ottimo set up delle sospensioni, a quadrilatero con doppio braccio oscillante, all'anteriore e multilink, a cinque bracci, al posteriore. Ottima la stabilità del posteriore che non scivola e ha un'ottima impronta a terra grazie agli pneumatici più larghi rispetto all'anteriore. L'equilibrio della Maserati Levante Trofeo è eccezionale. Lo so cosa state pensando. "Un SUV cosi imponente, non può essere cosi facile da guidare, cosi composto". Vi assicuro, che è cosi. Certo questo è merito del buon bilanciamento e del set up ma anche dei nuovi pneumatici SportContact 6 ultra sportivi (quindi anche ultra performanti) frutto della collaborazione tra Maserati e Continental e del nuovo sistema di controllo integrato IVC. L’IVC è una nuova funzione di controllo del veicolo che integra nel software dell’Electronic Stability Program (ESP) per portare su strada la tecnologia aerospaziale. Infatti, utilizza un efficace sistema di controllo che prevede le condizioni di guida e adegua preventivamente l’impianto frenante e il motore. Il sistema interviene in modo più regolare e morbido rispetto all’ESP tradizionale, assicura un miglior bilanciamento della vettura e una miglior trazione in condizioni dinamiche estreme e utilizza il torque vectoring intelligente per ottimizzare in modo naturale la dinamica laterale, anche quando l’ESP è disattivato. Nonostante questo, il rollio si sente e non capita di rado di sentire il sottosterzo se si esagera.

Modalità di guida

In strada, neanche a dirlo, ho preferito utilizzare la modalità di guida Corsa (che si aggiunge alle modalità Normal, I.C.E., Sport e Off Road) e che permette di avere la funzionalità Launch Control, migliora la risposta del motore, rende più fluida e pronta la trasmissione con cambiate più rapide, abbassa tutto l'assetto e migliora la trazione integrale intelligente Q4.

Che freni!

L’impianto frenante Brembo si intravede tra i cerchi da 22 pollici. All'anteriore abbiamo le pinze monoblocco a sei pistoncini in alluminio, accoppiate a dischi forati da 380 mm, mentre al posteriore ci sono le pinze flottanti in alluminio con dischi forati e ventilati da 330 x 22 mm. La frenata è sempre corposa e modulabile, anche quando arrivo un po' troppo garibaldino a una staccata importante, con l'ABS che entra in gioco spesso per evitare lunghi bloccaggi. Ecco, il peso del SUV di Maserati si sente maggiormente nelle frenate più importanti ma, allo stesso tempo, il buon lavoro svolto dai freni mi ha permesso di frenare in modo millimetrico.

Il prezzo

Per portarsi a casa la Maserati Levante Trofeo, con sotto al cofano il grintoso V8, il vostro assegno dovrà riportare la cifra di partenza di 160.000 euro. Qui, il configuratore. [post_title] => Maserati Levante Trofeo: la PROVA IN STRADA con il V8 da 580 CV [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => maserati-levante-2019-prova-strada-prezzo-sport-interni-scheda-tecnica-configuratore [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-07-11 17:41:52 [post_modified_gmt] => 2019-07-11 15:41:52 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=641396 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Maserati Levante Trofeo: la PROVA IN STRADA con il V8 da 580 CV

Maserati Levante Trofeo 2019: il SUV grintoso con il V8

Maserati Levante Trofeo 2019: la nostra prova su strada con il motore V8 3,8 litri capace di erogare 580 CV

Maserati Levante Trofeo 2019

La Maserati Levante è il primo SUV della casa modenese. Uno Sport Utility Vehicle capace di coniugare un aspetto elegante e sportivo con performance eccellenti. Oggi proviamo la Maserati Levante Trofeo, la versione top di gamma (ancor più potente rispetto alla Maserati Levante GTS 2019) che punta, come suggerisce il nome, ancor di più sull’elemento racing e questo si nota nell’estetica ma soprattutto nelle sensazioni di guida.

Estetica e design

La parte più elaborata e aggressiva del corpo vettura è senza dubbio l’anteriore che presenta, a partire dalla parte più passa, uno splitter in fibra di carbonio, ampie bocche d’aerazione con trama a nido d’ape e la griglia del radiatore, con i listelli di colore nero a sviluppo verticale, che racchiudono il Tridente. L’imponente griglia è abbracciata dai fari Full LED adattivi con tecnologia Matrix e dal disegno sottile e ‘incattivito’. Il taglio anteriore si completa con i fendinebbia tondeggianti posti proprio sotto ai fari e con il cofano muscoloso con le doppie striature e le prese dell’aria per raffreddare le teste dei cilindri. Muscoloso è anche il fianco della Maserati Levante Trofeo 2019, con le mostrine laterali in fibra di carbonio, le cui bombature vanno a dare maggior presenza e stabilità alla coda e che comprende anch’essa fari Full LED, uno spoiler che incorpora la terza luce di stop e il quadruplo terminale di scarico ovale.

Interni e abitacolo

Bisogna dirlo, l’abitacolo della Maserati Levante Trofeo è più elegante che sportivo e punta a creare un ambiente esclusivo, da ‘salottino buono’. Rispondono comunque ‘presente’ gli elementi sportiveggianti come i sedili sportivi sagomati, rivestiti in pelle con cuciture a contrasto e il logo “Trofeo” ricamato sui poggiatesta. Molteplici i dettagli in fibra di carbonio, che si aggiungono alla grafica racing del quadro strumenti, i tappetini con scritta Trofeo in metallo e l’orologio Maserati con quadrante esclusivo. Completa le dotazioni di bordo l’impianto audio Premium Surround Sound di Bowers & Wilkins da 1.280 watt con 17 altoparlanti.

Il motore

Sotto al cofano c’è un potente motore V8 Twin Turbo di 3,8 litri che sprigiona la sua enorme potenza a terra, senza battere ciglio, grazie alla trazione integrale intelligente Q4. Di quale potenza sto parlando? Di quella che produce 580 CV a 6.250 giri/min e una coppia massima di 730 Nm, ‘inflitta’ al guidatore in modo lineare, progressivo e senza il minimo sussulto da 2000 e 5000 giri/min. Un vero propulsore ‘monstre’ visto che vanta il rapporto cavalli/litro (156 CV/lt) più elevato in assoluto tra tutti i propulsori Maserati mai prodotti finora e, vi ricordo, che i motori a benzina Maserati vengono tutti assemblati alla Ferrari di Maranello.

Perdonatemi se snocciolo per un momento, ancora un paio di numeri. La Maserati Levante Trofeo 2019 è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 4,1 secondi e di raggiungere una velocità massima di 300 km/h. La trazione è esclusivamente automatica ZF a 8 rapporti, con cambiate sempre precise e puntuali ma, se questo non vi aggrada e volete comunque avere il pieno controllo di quello che succede, non vi resta che utilizzare le palette al volante che di certo non vi deluderanno, nemmeno durante gli hot lap in pista.

Dinamica di guida

Tra le curve, la Maserati Levante Trofeo 2019, è perfettamente bilanciata, sembra di guidare un’auto molto più piccola e leggera rispetto a quella che è in realtà. C’è una perfetta distribuzione 50:50 dei pesi e il baricentro è basso e mi permette di percepire con facilità ogni minimo spostamento e comportamento della vettura. Anche i coricamenti laterali, cosi come il rollio e il beccheggio, sono quasi nulli grazie all’ottimo set up delle sospensioni, a quadrilatero con doppio braccio oscillante, all’anteriore e multilink, a cinque bracci, al posteriore. Ottima la stabilità del posteriore che non scivola e ha un’ottima impronta a terra grazie agli pneumatici più larghi rispetto all’anteriore.

L’equilibrio della Maserati Levante Trofeo è eccezionale. Lo so cosa state pensando. “Un SUV cosi imponente, non può essere cosi facile da guidare, cosi composto“. Vi assicuro, che è cosi. Certo questo è merito del buon bilanciamento e del set up ma anche dei nuovi pneumatici SportContact 6 ultra sportivi (quindi anche ultra performanti) frutto della collaborazione tra Maserati e Continental e del nuovo sistema di controllo integrato IVC. L’IVC è una nuova funzione di controllo del veicolo che integra nel software dell’Electronic Stability Program (ESP) per portare su strada la tecnologia aerospaziale. Infatti, utilizza un efficace sistema di controllo che prevede le condizioni di guida e adegua preventivamente l’impianto frenante e il motore. Il sistema interviene in modo più regolare e morbido rispetto all’ESP tradizionale, assicura un miglior bilanciamento della vettura e una miglior trazione in condizioni dinamiche estreme e utilizza il torque vectoring intelligente per ottimizzare in modo naturale la dinamica laterale, anche quando l’ESP è disattivato. Nonostante questo, il rollio si sente e non capita di rado di sentire il sottosterzo se si esagera.

Modalità di guida

In strada, neanche a dirlo, ho preferito utilizzare la modalità di guida Corsa (che si aggiunge alle modalità Normal, I.C.E., Sport e Off Road) e che permette di avere la funzionalità Launch Control, migliora la risposta del motore, rende più fluida e pronta la trasmissione con cambiate più rapide, abbassa tutto l’assetto e migliora la trazione integrale intelligente Q4.

Che freni!

L’impianto frenante Brembo si intravede tra i cerchi da 22 pollici. All’anteriore abbiamo le pinze monoblocco a sei pistoncini in alluminio, accoppiate a dischi forati da 380 mm, mentre al posteriore ci sono le pinze flottanti in alluminio con dischi forati e ventilati da 330 x 22 mm. La frenata è sempre corposa e modulabile, anche quando arrivo un po’ troppo garibaldino a una staccata importante, con l’ABS che entra in gioco spesso per evitare lunghi bloccaggi. Ecco, il peso del SUV di Maserati si sente maggiormente nelle frenate più importanti ma, allo stesso tempo, il buon lavoro svolto dai freni mi ha permesso di frenare in modo millimetrico.

Il prezzo

Per portarsi a casa la Maserati Levante Trofeo, con sotto al cofano il grintoso V8, il vostro assegno dovrà riportare la cifra di partenza di 160.000 euro. Qui, il configuratore.

Maserati Levante Trofeo: la PROVA IN STRADA con il V8 da 580 CV
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati