WP_Post Object ( [ID] => 644381 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-07-12 13:11:50 [post_date_gmt] => 2019-07-12 11:11:50 [post_content] => Aumentare il limite di velocità in autostrada a 150 km/h è uno dei temi di cui si parla da un po’ di tempo, tra ipotesi e polemiche. Questa misura non è entrata nelle novità al Codice della Strada licenziato dalla commissione ed ora pronto ad approdare a Camera e Senato, ma potrebbe tornare presto d’attualità. La proposta, infatti, potrebbe essere portata in Parlamento a breve.

Un ordine del giorno per l’autostrada a 150 km/h

Alessandro Morelli, presidente della Commissione Trasporti e deputato leghista, è tornato sul tema ed ha annunciato questa intenzione. Un ordine del giorno specifico “per avviare una sperimentazione di un anno” di alcuni tratti autostradali con limite a 150 km/h, come annunciato sulle colonne de ‘Il Tempo’. L’idea è quella di effettuare questa prova su alcune arterie, per verificare la fattibilità e capire anche su quali tratte potrà essere applicata. Si era parlato di applicare questo aumento del limite solamente sulle autostrade a tre corsie per ciascun senso di marcia, con corsia di emergenza, asfalto drenante e la copertura dei sistemi di controllo della velocità media, cioè i Tutor.

I dubbi di Toninelli ed i pericoli della velocità

L’aumento del limite pareva finito nel dimenticatoio per via dei forti dubbi di Danilo Toninelli, ministro delle infrastrutture e dei trasporti, e per i dati sugli incidenti provocati dall’alta velocità. Tuttavia, potrebbe esserci un passo indietro del ministro, tanto che la proposta dovrebbe venir portata in aula a Montecitorio in breve periodo, per poter dare il via a questi test. Comunque, la trafila burocratica è lunga e, se anche ci fossero i numeri sufficienti, ci vorrà del tempo per tradurre questa ipotesi in realtà. Per questa estate, per non incorrere in infrazioni e non rischiare problemi legati alla velocità, bisognerà viaggiare sempre al massimo a 130 km/h. [post_title] => Autostrada a 150 km/h: si parla di un anno di sperimentazione [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => autostrada-150-km-h-velocita-sperimentazione-legge [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-07-12 13:11:50 [post_modified_gmt] => 2019-07-12 11:11:50 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=644381 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Autostrada a 150 km/h: si parla di un anno di sperimentazione

Morelli vuole portare la proposta a Montecitorio

In autostrada a 150 km/h? Se ne parla da un po' di tempo, ma ora il presidente della Commissione Trasporti ha intenzione di portare a Montecitorio la proposta per un anno di sperimentazione su alcune tratte.
Autostrada a 150 km/h: si parla di un anno di sperimentazione

Aumentare il limite di velocità in autostrada a 150 km/h è uno dei temi di cui si parla da un po’ di tempo, tra ipotesi e polemiche. Questa misura non è entrata nelle novità al Codice della Strada licenziato dalla commissione ed ora pronto ad approdare a Camera e Senato, ma potrebbe tornare presto d’attualità. La proposta, infatti, potrebbe essere portata in Parlamento a breve.

Un ordine del giorno per l’autostrada a 150 km/h

Alessandro Morelli, presidente della Commissione Trasporti e deputato leghista, è tornato sul tema ed ha annunciato questa intenzione. Un ordine del giorno specifico “per avviare una sperimentazione di un anno” di alcuni tratti autostradali con limite a 150 km/h, come annunciato sulle colonne de ‘Il Tempo’.

L’idea è quella di effettuare questa prova su alcune arterie, per verificare la fattibilità e capire anche su quali tratte potrà essere applicata. Si era parlato di applicare questo aumento del limite solamente sulle autostrade a tre corsie per ciascun senso di marcia, con corsia di emergenza, asfalto drenante e la copertura dei sistemi di controllo della velocità media, cioè i Tutor.

I dubbi di Toninelli ed i pericoli della velocità

L’aumento del limite pareva finito nel dimenticatoio per via dei forti dubbi di Danilo Toninelli, ministro delle infrastrutture e dei trasporti, e per i dati sugli incidenti provocati dall’alta velocità. Tuttavia, potrebbe esserci un passo indietro del ministro, tanto che la proposta dovrebbe venir portata in aula a Montecitorio in breve periodo, per poter dare il via a questi test.

Comunque, la trafila burocratica è lunga e, se anche ci fossero i numeri sufficienti, ci vorrà del tempo per tradurre questa ipotesi in realtà. Per questa estate, per non incorrere in infrazioni e non rischiare problemi legati alla velocità, bisognerà viaggiare sempre al massimo a 130 km/h.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati