WP_Post Object ( [ID] => 644727 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-07-15 20:10:42 [post_date_gmt] => 2019-07-15 18:10:42 [post_content] => Si è avvertita quell'alchimia di sportività e ricerca che distingue le vetture Abarth alla "Cesana-Sestriere Experience - Memorial Gino Macaluso", in occasione della "38^ Cesana-Sestriere - Trofeo Avvocato Giovanni Agnelli" e nell'anno in cui ricorrono i 70 anni del marchio. Esemplari d'epoca e nuovi modelli insieme nel corso di un evento suggestivo, impreziosito anche dall'esordio italiano in una gara in salita dell'Abarth 124 rally.

La manifestazione

Diverse vetture del brand sono apparse nella celebre prova. Sono stati 150 i piloti che si sono sfidati tra i tornanti della cosiddetta "CE-SE", una delle più conosciute gare in salita e appuntamento valido per il campionato italiano ed europeo di specialità, come segnalato. Un percorso di 10,4 chilometri e un dislivello che varia dai 1.300 metri di Cesana Torinese ai 2.035 di Sestriere, sul quale è stata vista in azione anche l'Abarth 124 rally. Un esordio italiano per questa vettura da competizione, dotata di un'unità motrice che può sprigionare 300 cavalli di potenza indirizzati verso la trazione posteriore, in un contesto di gara in salita. Non un debutto assoluto, dato che negli Stati Uniti la sportiva dello Scorpione ha già effettuato diverse cronoscalate, compresa l'impegnativa Pikes Peak. È stata anche un'opportunità per effettuare delle valutazione in vista del Campionato Rally, come segnalato ancora nell'occasione. Alla "Cesana-Sestriere Experience" si sono ritrovati anche i soci di alcuni club che compongono la community Abarth, riunitisi presso il paddock dove la casa casa ha posto una struttura di accoglienza, con vetture in esposizioni e servici legati al dipartimento FCA Heritage. Tra le vetture d'epoca protagoniste, in particolare, due storici esemplari giunti dalla collezione FCA Heritage: 2400 Coupé del 1964 premiata con il trofeo assegnato in memoria di Gino Macaluso e Fiat 500 "laboratorio" del 1974 allestita da FCA Heritage con un Kit di elaborazione Abarth Classiche 595. Inoltre un premio FCA Heritage è stato assegnato a un esemplare di Fiat 124 Abarth Rally del 1975, il riconoscimento per la miglior vettura Abarth a un'Abarth SE010 2000 SP del 1968, quindi un trofeo per il miglior equipaggio femminile alle rappresentanti presenti a bordo di una Fiat Abarth Zagato "Long Nose" del 1959, come fatto presente. In evidenza anche modelli dell'attuale produzione: 595 esseesse, 124 spider e GT e gamma 70esimo. Foto: FCA Heritage [post_title] => Abarth alla “Cesana-Sestriere Experience”: esordio italiano in un gara in salita per la 124 rally [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => abarth-38-cesana-sestriere-esordio-italiano-124-rally-gara-in-salita-presenti-auto-epoca [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-07-15 20:10:42 [post_modified_gmt] => 2019-07-15 18:10:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=644727 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Abarth alla “Cesana-Sestriere Experience”: esordio italiano in un gara in salita per la 124 rally [FOTO]

Ricordando i 70 anni dello Scorpione

Vetture storiche e attuali alla celebre cronoscalata piemontese

Si è avvertita quell’alchimia di sportività e ricerca che distingue le vetture Abarth alla “Cesana-Sestriere Experience – Memorial Gino Macaluso”, in occasione della “38^ Cesana-Sestriere – Trofeo Avvocato Giovanni Agnelli” e nell’anno in cui ricorrono i 70 anni del marchio. Esemplari d’epoca e nuovi modelli insieme nel corso di un evento suggestivo, impreziosito anche dall’esordio italiano in una gara in salita dell’Abarth 124 rally.

La manifestazione

Diverse vetture del brand sono apparse nella celebre prova. Sono stati 150 i piloti che si sono sfidati tra i tornanti della cosiddetta “CE-SE”, una delle più conosciute gare in salita e appuntamento valido per il campionato italiano ed europeo di specialità, come segnalato. Un percorso di 10,4 chilometri e un dislivello che varia dai 1.300 metri di Cesana Torinese ai 2.035 di Sestriere, sul quale è stata vista in azione anche l’Abarth 124 rally. Un esordio italiano per questa vettura da competizione, dotata di un’unità motrice che può sprigionare 300 cavalli di potenza indirizzati verso la trazione posteriore, in un contesto di gara in salita. Non un debutto assoluto, dato che negli Stati Uniti la sportiva dello Scorpione ha già effettuato diverse cronoscalate, compresa l’impegnativa Pikes Peak. È stata anche un’opportunità per effettuare delle valutazione in vista del Campionato Rally, come segnalato ancora nell’occasione.
Alla “Cesana-Sestriere Experience” si sono ritrovati anche i soci di alcuni club che compongono la community Abarth, riunitisi presso il paddock dove la casa casa ha posto una struttura di accoglienza, con vetture in esposizioni e servici legati al dipartimento FCA Heritage.
Tra le vetture d’epoca protagoniste, in particolare, due storici esemplari giunti dalla collezione FCA Heritage: 2400 Coupé del 1964 premiata con il trofeo assegnato in memoria di Gino Macaluso e Fiat 500 “laboratorio” del 1974 allestita da FCA Heritage con un Kit di elaborazione Abarth Classiche 595. Inoltre un premio FCA Heritage è stato assegnato a un esemplare di Fiat 124 Abarth Rally del 1975, il riconoscimento per la miglior vettura Abarth a un’Abarth SE010 2000 SP del 1968, quindi un trofeo per il miglior equipaggio femminile alle rappresentanti presenti a bordo di una Fiat Abarth Zagato “Long Nose” del 1959, come fatto presente. In evidenza anche modelli dell’attuale produzione: 595 esseesse, 124 spider e GT e gamma 70esimo.

Foto: FCA Heritage

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati