Daimler, la cinese Baic acquista il 5% del capitale

Daimler, la cinese Baic acquista il 5% del capitale

Si rafforzano i legami tra le due società

Il Gruppo Daimler ha ceduto il 5% del suo capitale alla cinese Baic, con la quale ha attivato collaborazioni e legami industriali da oltre 35 anni.
Daimler, la cinese Baic acquista il 5% del capitale

L’azienda cinese Baic entra nel Gruppo Daimler con l’acquisizione di circa il 5% del capitale. In questo modo Baic rafforza la propria posizione nell’azionariato del costruttore tedesco proprietario del marchio Mercedes.

Si articola così una nuova composizione delle quote di Daimler che mette Baic alle spalle di Li Shufu, primo socio con circa il 9,7% delle azioni, che è capo della Zhejiang Geely Holding che detiene il controllo di Geely, Volvo e Lotus.

Collaborazione attiva da tempo e rafforzata negli anni

I legami tra Daimler e Baic, instaurati da tempo, si fanno dunque ancora più solidi e stretti. Era il 1984 quando venne definita la prima collaborazione tra il costruttore tedesco e la società statale cinese. Poi successivamente la partnership si è rafforzata arrivando fino alla costituzione di diverse joint venture industriali, tra cui la Beijing Benz Automotive (BBAC) che produce e commercializza i veicoli a marchio Mercedes in Cina. Intrecci societari che proseguono anche in Baic Motor, di cui Daimler possiede il 9,6% del capitale, e in Baic BluePark New Energy Technology, della quale i tedeschi detengono il 3%.

Mossa prevista da mesi

L’ingresso di Baic nel capitale di Daimler era un operazione attesa da tempo, ancor di più dopo che il gruppo tedesco aveva rivelato quote della Baic Motor. Rumors che sono diventati sempre più insistenti nella scorsa primavera quando Daimler ha ceduto il 50% di Smart alla Geely e subito dopo la nomina di Ola Kallenius alla guida del gruppo di Stoccarda, avvenuto dopo l’uscita di scena di Dieter Zetsche andato in pensione.

Daimler, la cinese Baic acquista il 5% del capitale
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati