WP_Post Object ( [ID] => 647244 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-07-24 10:33:47 [post_date_gmt] => 2019-07-24 08:33:47 [post_content] => A La Ferté-Vidame, uno dei luoghi simbolo del marchio Citroën, ha preso forma il "Raduno del Secolo". Un evento realizzato dai collezionisti della casa francese presenti nell’associazione Amicale Citroën & DS France, in partnership con l’Aventure Peugeot Citroën DS, per festeggiare i 100 anni.

Una nutrita rappresentanza dall'Italia

Diversi gli esemplari storici del marchio partiti verso la Francia, facendo tappa prima a Lione, quindi il giorno successivo a Clermont Ferrand al museo del noto gommista transalpino l'Aventure Michelin, marchio legato dal 1935 al 1975 proprio a Citroën, quindi dopo aver passato Alvernia, direzione Nevers, prima di approdare a Chartes. Oltre 150 equipaggi italiani che sono giunti il 19 luglio al "Raduno del Secolo" organizzato al sito di La Fertè Vidame. Diversi gli esemplari della carovana dalle iconiche 2CV, tra cui l'esemplare unico 2CV Soleil che rimanda al disegno di Serge Gévin, quindi anche Dyane tra cui una restaurata Dyane6 e VISA compresa una VISA Chrono, ai modelli di media cilindrata come GS, quindi le ricercate CX, DS e SM, nonché le successive C6 e C3 Pluriel, secondo le indicazioni.

Tra passato e presente

Diversi i modelli che scandiscono il lungo percorso, dalle epopee sportive dalla Scarabée D’Or del 1922 o la Petite Rosalie des Records 1933, fino alle più recenti WRC, quindi i vari modelli più rappresentativi di ieri e di oggi, in un suggestivo percorso a tappe sino alle visionarie concept car presentate nel corso dell'anno, ossia la Ami One Concept e la 19_19 Concept. Due esempi che coniugano estetica, massima ricerca nelle soluzioni di versatilità e comfort, oltre che dotate di soluzioni propulsive innovative. Una visione prospettica del costruttore transalpino è rappresentata proprio della Citroën 19_19 Concept. Un'idea, come suggerito dalla casa di: “ultra comfort e della mobilità extra urbana”. Forme geometriche, dettagli tecnologici, superfici che offrono ampie prospettive e amplificano la sensazione di spazio, quindi soluzioni funzionali come Citroën Advanced Comfort® e gli Smorzatori Idraulici Progressivi®, da unite a sistemi che consentono al guida autonoma. E un'alimentazione interamente elettrica, stimando un'autonomia che può ammontare a 800 km, grazie a batterie da 100 kWh che forniscono energia a due propulsori elettrici che generano a loro volta una potenza complessiva di 340 kW e una coppia di 800 Nm, diretta verso le quattro ruote. Foto: Citroën [post_title] => Citroen 19_19 Concept: la visione del Doppio Chevron al "Raduno del Secolo" [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => citroen-19-19-concept-informazioni-prototipi-modelli-storici-raduno-del-secolo-19-21-luglio-2019 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-07-24 10:33:47 [post_modified_gmt] => 2019-07-24 08:33:47 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=647244 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Citroen 19_19 Concept: la visione del Doppio Chevron al “Raduno del Secolo” [FOTO]

Andato in scena dal 19 al 21 luglio 2019

Un grande evento nell'anno dei festeggiamenti del centenario di Citroën

A La Ferté-Vidame, uno dei luoghi simbolo del marchio Citroën, ha preso forma il “Raduno del Secolo”. Un evento realizzato dai collezionisti della casa francese presenti nell’associazione Amicale Citroën & DS France, in partnership con l’Aventure Peugeot Citroën DS, per festeggiare i 100 anni.

Una nutrita rappresentanza dall’Italia

Diversi gli esemplari storici del marchio partiti verso la Francia, facendo tappa prima a Lione, quindi il giorno successivo a Clermont Ferrand al museo del noto gommista transalpino l’Aventure Michelin, marchio legato dal 1935 al 1975 proprio a Citroën, quindi dopo aver passato Alvernia, direzione Nevers, prima di approdare a Chartes. Oltre 150 equipaggi italiani che sono giunti il 19 luglio al “Raduno del Secolo” organizzato al sito di La Fertè Vidame. Diversi gli esemplari della carovana dalle iconiche 2CV, tra cui l’esemplare unico 2CV Soleil che rimanda al disegno di Serge Gévin, quindi anche Dyane tra cui una restaurata Dyane6 e VISA compresa una VISA Chrono, ai modelli di media cilindrata come GS, quindi le ricercate CX, DS e SM, nonché le successive C6 e C3 Pluriel, secondo le indicazioni.

Tra passato e presente

Diversi i modelli che scandiscono il lungo percorso, dalle epopee sportive dalla Scarabée D’Or del 1922 o la Petite Rosalie des Records 1933, fino alle più recenti WRC, quindi i vari modelli più rappresentativi di ieri e di oggi, in un suggestivo percorso a tappe sino alle visionarie concept car presentate nel corso dell’anno, ossia la Ami One Concept e la 19_19 Concept. Due esempi che coniugano estetica, massima ricerca nelle soluzioni di versatilità e comfort, oltre che dotate di soluzioni propulsive innovative.
Una visione prospettica del costruttore transalpino è rappresentata proprio della Citroën 19_19 Concept. Un’idea, come suggerito dalla casa di: “ultra comfort e della mobilità extra urbana”. Forme geometriche, dettagli tecnologici, superfici che offrono ampie prospettive e amplificano la sensazione di spazio, quindi soluzioni funzionali come Citroën Advanced Comfort® e gli Smorzatori Idraulici Progressivi®, da unite a sistemi che consentono al guida autonoma. E un’alimentazione interamente elettrica, stimando un’autonomia che può ammontare a 800 km, grazie a batterie da 100 kWh che forniscono energia a due propulsori elettrici che generano a loro volta una potenza complessiva di 340 kW e una coppia di 800 Nm, diretta verso le quattro ruote.

Foto: Citroën

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati