WP_Post Object ( [ID] => 648354 [post_author] => 80 [post_date] => 2019-08-05 10:00:44 [post_date_gmt] => 2019-08-05 08:00:44 [post_content] => Jeep Renegade è sicuramente un best seller di Jeep, un'auto versatile e al passo con i tempi che viene proposta con molti allestimenti in grado di far emergere le caratteristiche più interessanti di questo SUV  italo-americano. Quindi dopo le versioni Longitude, Business, Limited, Night Eagle e Trailhawk ecco la nuova versione S. Questa versione punta a rendere l'aspetto dell'auto più sportivo con una serie di dettagli estetici dedicati, il tutto, abbinato alla motorizzazione di punta con il motore turbo benzina Multiair III da ben 180 CV, accoppiato a un cambio automatico a 9 rapporti e alla trazione integrale.

Estetica e design

Questo nuovo allestimento punta a una personalizzazione cromatica che coinvolge molte parti della vettura. All'anteriore troviamo la calandra che viene proposta con le classiche sette feritoie, ma al posto dei dettagli cromati sulla calandra stessa, sulle cornici dei fari e dei fendinebbia abbiamo una colorazione specifica chiamata Granite Crystal, che è il comun denominatore di questo allestimento. Questa tinta la troviamo infatti anche sui loghi 'Renegade' laterali, sul logo 'Jeep' presente sul cofano motore e su quelli 'Renegade', 'Jeep' e 'S' sul portellone posteriore. Anche i cerchi da 19 pollici hanno questa colorazione specifica, così come le barre sul tetto. Un'altra differenza legata a questo allestimento sono gli specchi retrovisori e le maniglie esterne in tinta con la vettura, che nel nostro test ha il bellissimo colore Jetset blue. L'illuminazione è affidata a fari e fendinebbia full led con profilo circolare per le luci diurne. Questi fari, oltre a essere molto efficaci, sono dotati di abbaglianti automatici, che entrano in funzione o vengono disattivati in base alla condizioni della strada e alla presenza di altri veicoli. I fari posteriori a LED hanno la forma ad 'X', che richiama quella delle taniche utilizzate dagli americani nel secondo conflitto mondiale.

Interni e abitacolo

Gli interni sono contraddistinti dalla colorazione All Black con le plastiche e i rivestimenti di colore nero. Sull'esemplare in prova abbiamo i sedili in pelle con cuciture in tinta, specifiche dell'allestimento in colore tungsteno e il volante rivestito in pelle. L'abitacolo è ricco di dettagli collegati al mondo Jeep, come per esempio lo stilema della griglia o i fari tondi. Anche il parabrezza ha sui bordi delle grafiche che danno un forte senso di appartenenza dell'auto al brand inventore dei fuoristrada. A bordo la tecnologia non manca sicuramente, a cominciare dal display centrale ad alta definizione da 8,4 pollici del sistema Uconnect con l’integrazione di Apple CarPlay e Android Auto, oltre al navigatore satellitare, alla gestione del climatizzatore e dell'intrattenimento con la radio DAB. Sotto questo display è interessante notare che Jeep ha voluto comunque proporre tutti i comandi analogici per la climatizzazione, scelta sicuramente indovinata perché risulta comunque molto immediato l'azionamento di questi comandi. Un altro aspetto importante  su questa vettura è la sicurezza, infatti la dotazione dei sistemi di aiuto alla guida è completissima. Abbiamo l'avviso di collisione frontale e la frenata automatica di emergenza, il cruise control adattivo e il riconoscimento dei segnali stradali. A questi dispositivi si aggiungono poi il monitoraggio degli angoli ciechi, il mantenimento della carreggiata e gli ausili al posteggio, che rendono la vettura in grado di posteggiare in modo autonomo. Un bel lavoro svolto dai tecnici Jeep legato all'uso di questi dispositivi è la raffigurazione per esempio delle altre auto posteggiate, che sono sempre rappresentate dalle originali Jeep Willys sul display nel cruscotto. Un altro aspetto piacevole al volante di questa Renegade S è la sensazione di spazio a bordo, ottenuta grazie alla forma stessa dell'auto che lascia molto spazio sopra la testa degli occupanti e grazie al posizionamento verticale del parabrezza, che viene percepito distante da chi guida e da', quindi, un bel senso di spaziosità. L'accesso all'abitacolo è poi molto agevole grazie al design piuttosto squadrato degli sportelli, che permette anche di far accomodare sui seggiolini i bambini piccoli senza contorsionismi o movimenti poco pratici.

Prova su strada

Alla guida di questa Renegade S la prima cosa che si percepisce è la dinamicità. Questa sensazione è data sia dal motore, fluido, che oltre i 3000 giri/minuti sa regalare belle accelerazioni, ma soprattutto dalla taratura di sterzo e sospensioni. Lo sterzo è calibrato molto bene, con una 'rapportatura' corretta per il tipo di auto e con un carico volante adeguato. Il merito di questo risultato è del servosterzo elettrico con Dinamic Steering Torque, che regola la quantità di coppia generata dal servosterzo in modo variabile, in funzione delle condizioni di marcia, ottenendo così un carico volante sempre corretto. Questo tipo di servosterzo è inoltre in grado di dialogare con le centraline del veicolo per gestire il mantenimento di corsia e controllare anche un eventuale sovrasterzo nei casi di emergenza. Ben riuscite sono le sospensioni, in grado di assorbire buche e sconnessioni anche piuttosto importanti in modo molto efficace, trasmettendo poche sollecitazioni a chi sta in auto. Questa caratteristica non va però a scapito della guidabilità, sia il rollio che il beccheggio sono contenuti e adeguati a questo tipo di auto. Questi risultati sono ottenuti grazie agli ammortizzatori con sistema FSD, Frequency Selective Damping, ovvero lo smorzamento selettivo in funzione della frequenza. Questo dispositivo regola lo smorzamento degli ammortizzatori in funzione della frequenza con cui le sconnessioni stradali fanno muovere le ruote in senso verticale, in modo da avere uno smorzamento più elevato e quindi una migliore guidabilità su strade lisce o poco sconnesse. Il cambio automatico a 9 rapporti è fluido, solo leggermente incerto nelle partenze da fermo e nello scalare i rapporti. Sono poi disponibili 4 modalità di guida: Auto, Snow, Sand e Mud oltre alla possibilità di bloccare il giunto centrale, per avere così la trazione sulle quattro ruote sempre inserita. I dispositivi di aiuto alla guida, come per esempio il controllo del mantenimento della corsia o il cruise control adattivo, funzionano correttamente anche se il mantenimento della corsia risulta un po' brusco nell'intervento. Efficace invece il sistema di parcheggio automatico, preciso e rapido sia nel trovare gli spazi che nel gestire lo sterzo.

I consumi

Sul fronte consumi la casa dichiara 7,3 litri per 100 chilometri nel ciclo misto, valori che richiedono qualche accorgimento alla guida per poter essere ottenuti.

Il prezzo

Il prezzo di questa versione S con motorizzazione da 180 CV e trazione integrale è di 35.300 euro, che sono giustificati dall'allestimento molto completo e dalle dotazioni di sicurezza di primo livello, a cui vanno aggiunti 900 euro per i sedili in pelle. La gamma Renegade ha invece un prezzo di attacco pari a 23.000 euro per la versione Longitude due ruote motrici sia benzina che diesel.

Jeep Renegade S 2019: la Pagella di Motorionline

[xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="3/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="4.5/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Comfort:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Qualità/Prezzo:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="3/5" group="s1" ] [/xrrgroup] [post_title] => Jeep Renegade S 2019: PROVA SU STRADA con il Multiair 3 da 180 CV [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => jeep-renegade-s-2019-prova-strada-sport-prezzo-configuratore-business-limited-interni-consumi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-08-05 15:28:28 [post_modified_gmt] => 2019-08-05 13:28:28 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=648354 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Jeep Renegade S 2019: PROVA SU STRADA con il Multiair 3 da 180 CV [VIDEO]

Jeep Renegade S 2019 la prova su strada del SUV dinamico e bello da guidare

Jeep Renegade S 2019, dopo il restyling con il model year 2019, viene proposto anche in questa versione S con motorizzazione benzina da 180 CV e cambio automatico a 9 rapporti

Jeep Renegade è sicuramente un best seller di Jeep, un’auto versatile e al passo con i tempi che viene proposta con molti allestimenti in grado di far emergere le caratteristiche più interessanti di questo SUV  italo-americano. Quindi dopo le versioni Longitude, Business, Limited, Night Eagle e Trailhawk ecco la nuova versione S. Questa versione punta a rendere l’aspetto dell’auto più sportivo con una serie di dettagli estetici dedicati, il tutto, abbinato alla motorizzazione di punta con il motore turbo benzina Multiair III da ben 180 CV, accoppiato a un cambio automatico a 9 rapporti e alla trazione integrale.

Estetica e design

Questo nuovo allestimento punta a una personalizzazione cromatica che coinvolge molte parti della vettura. All’anteriore troviamo la calandra che viene proposta con le classiche sette feritoie, ma al posto dei dettagli cromati sulla calandra stessa, sulle cornici dei fari e dei fendinebbia abbiamo una colorazione specifica chiamata Granite Crystal, che è il comun denominatore di questo allestimento. Questa tinta la troviamo infatti anche sui loghi ‘Renegade’ laterali, sul logo ‘Jeep’ presente sul cofano motore e su quelli ‘Renegade’, ‘Jeep’ e ‘S’ sul portellone posteriore. Anche i cerchi da 19 pollici hanno questa colorazione specifica, così come le barre sul tetto. Un’altra differenza legata a questo allestimento sono gli specchi retrovisori e le maniglie esterne in tinta con la vettura, che nel nostro test ha il bellissimo colore Jetset blue. L’illuminazione è affidata a fari e fendinebbia full led con profilo circolare per le luci diurne. Questi fari, oltre a essere molto efficaci, sono dotati di abbaglianti automatici, che entrano in funzione o vengono disattivati in base alla condizioni della strada e alla presenza di altri veicoli. I fari posteriori a LED hanno la forma ad ‘X’, che richiama quella delle taniche utilizzate dagli americani nel secondo conflitto mondiale.

Interni e abitacolo

Gli interni sono contraddistinti dalla colorazione All Black con le plastiche e i rivestimenti di colore nero. Sull’esemplare in prova abbiamo i sedili in pelle con cuciture in tinta, specifiche dell’allestimento in colore tungsteno e il volante rivestito in pelle. L’abitacolo è ricco di dettagli collegati al mondo Jeep, come per esempio lo stilema della griglia o i fari tondi. Anche il parabrezza ha sui bordi delle grafiche che danno un forte senso di appartenenza dell’auto al brand inventore dei fuoristrada. A bordo la tecnologia non manca sicuramente, a cominciare dal display centrale ad alta definizione da 8,4 pollici del sistema Uconnect con l’integrazione di Apple CarPlay e Android Auto, oltre al navigatore satellitare, alla gestione del climatizzatore e dell’intrattenimento con la radio DAB. Sotto questo display è interessante notare che Jeep ha voluto comunque proporre tutti i comandi analogici per la climatizzazione, scelta sicuramente indovinata perché risulta comunque molto immediato l’azionamento di questi comandi. Un altro aspetto importante  su questa vettura è la sicurezza, infatti la dotazione dei sistemi di aiuto alla guida è completissima. Abbiamo l’avviso di collisione frontale e la frenata automatica di emergenza, il cruise control adattivo e il riconoscimento dei segnali stradali. A questi dispositivi si aggiungono poi il monitoraggio degli angoli ciechi, il mantenimento della carreggiata e gli ausili al posteggio, che rendono la vettura in grado di posteggiare in modo autonomo. Un bel lavoro svolto dai tecnici Jeep legato all’uso di questi dispositivi è la raffigurazione per esempio delle altre auto posteggiate, che sono sempre rappresentate dalle originali Jeep Willys sul display nel cruscotto.

Un altro aspetto piacevole al volante di questa Renegade S è la sensazione di spazio a bordo, ottenuta grazie alla forma stessa dell’auto che lascia molto spazio sopra la testa degli occupanti e grazie al posizionamento verticale del parabrezza, che viene percepito distante da chi guida e da’, quindi, un bel senso di spaziosità. L’accesso all’abitacolo è poi molto agevole grazie al design piuttosto squadrato degli sportelli, che permette anche di far accomodare sui seggiolini i bambini piccoli senza contorsionismi o movimenti poco pratici.

Prova su strada

Alla guida di questa Renegade S la prima cosa che si percepisce è la dinamicità. Questa sensazione è data sia dal motore, fluido, che oltre i 3000 giri/minuti sa regalare belle accelerazioni, ma soprattutto dalla taratura di sterzo e sospensioni. Lo sterzo è calibrato molto bene, con una ‘rapportatura’ corretta per il tipo di auto e con un carico volante adeguato.

Il merito di questo risultato è del servosterzo elettrico con Dinamic Steering Torque, che regola la quantità di coppia generata dal servosterzo in modo variabile, in funzione delle condizioni di marcia, ottenendo così un carico volante sempre corretto. Questo tipo di servosterzo è inoltre in grado di dialogare con le centraline del veicolo per gestire il mantenimento di corsia e controllare anche un eventuale sovrasterzo nei casi di emergenza. Ben riuscite sono le sospensioni, in grado di assorbire buche e sconnessioni anche piuttosto importanti in modo molto efficace, trasmettendo poche sollecitazioni a chi sta in auto. Questa caratteristica non va però a scapito della guidabilità, sia il rollio che il beccheggio sono contenuti e adeguati a questo tipo di auto. Questi risultati sono ottenuti grazie agli ammortizzatori con sistema FSD, Frequency Selective Damping, ovvero lo smorzamento selettivo in funzione della frequenza. Questo dispositivo regola lo smorzamento degli ammortizzatori in funzione della frequenza con cui le sconnessioni stradali fanno muovere le ruote in senso verticale, in modo da avere uno smorzamento più elevato e quindi una migliore guidabilità su strade lisce o poco sconnesse.

Il cambio automatico a 9 rapporti è fluido, solo leggermente incerto nelle partenze da fermo e nello scalare i rapporti. Sono poi disponibili 4 modalità di guida: Auto, Snow, Sand e Mud oltre alla possibilità di bloccare il giunto centrale, per avere così la trazione sulle quattro ruote sempre inserita. I dispositivi di aiuto alla guida, come per esempio il controllo del mantenimento della corsia o il cruise control adattivo, funzionano correttamente anche se il mantenimento della corsia risulta un po’ brusco nell’intervento. Efficace invece il sistema di parcheggio automatico, preciso e rapido sia nel trovare gli spazi che nel gestire lo sterzo.

I consumi

Sul fronte consumi la casa dichiara 7,3 litri per 100 chilometri nel ciclo misto, valori che richiedono qualche accorgimento alla guida per poter essere ottenuti.

Il prezzo

Il prezzo di questa versione S con motorizzazione da 180 CV e trazione integrale è di 35.300 euro, che sono giustificati dall’allestimento molto completo e dalle dotazioni di sicurezza di primo livello, a cui vanno aggiunti 900 euro per i sedili in pelle. La gamma Renegade ha invece un prezzo di attacco pari a 23.000 euro per la versione Longitude due ruote motrici sia benzina che diesel.

Jeep Renegade S 2019: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★☆☆ 
Cambio:★★★★★ 
Frenata:★★★★★ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★★ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★★☆☆ 

Jeep Renegade S 2019: PROVA SU STRADA con il Multiair 3 da 180 CV [VIDEO]
4.3 (85%) 4 votes
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati