WP_Post Object ( [ID] => 652212 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-08-23 16:04:11 [post_date_gmt] => 2019-08-23 14:04:11 [post_content] => La DS 7 Crossback, oltre allo stile e ad un design distintivo, è un concentrato di tecnologia. Sono numerosi gli studi della casa transalpina, per offrire il massimo comfort, tra cui quelli derivanti dall’esperienza in pista con le gare di Formula E. DS, infatti, partecipa al campionato FIA per monoposto elettriche dal 2015, per un’esperienza in grado di accelerare ricerca e sviluppo.

Gli studi tecnologici di DS e la Formula E

Il lavoro fatto sui circuiti cittadini, infatti, è utile anche per la messa a punto delle auto di serie, non solamente ibride o elettriche, ma anche quelle con motorizzazione classica. “Ovviamente per ”trasferimento di tecnologia” non intendiamo il fatto di portare su veicoli standard componenti di auto da corsa adattati – le parole di Xavier Mastelan-Pinon, direttore di DS Performance - È tutto quello che riusciamo a capire su componenti e materiali che ci fa migliorare e risparmiare tempo”. Questo permette uno sviluppo più rapido di numerose soluzioni, alcune delle quali vengono poi riprese sulle vetture: “La simulazione informatica, molto utilizzata negli sport automobilistici, permette anche di andare più in fretta e più lontano nell’esplorazione di nuove strade”.

La DS 7 Crossback E-Tense

Ovviamente, essendo un campionato per auto elettriche, il vantaggio principale viene portato allo sviluppo dei modelli elettrificati: DS proporrà una versione ibrida o 100% elettrica su tutti i modelli, con l’obiettivo di avere più di un terzo delle vendite del marchio elettrificate nel 2025. Tra queste c’è la DS 7 Crossback E-Tense, presentata nel 2018 e arrivata nel corso di quest’anno. “Queste corse, ovvero gli ePrix – ha proseguito Malestian-Pinon, parlando di queste vetture - non permettono solamente di testare soluzioni tecniche in condizioni estreme ma anche di dimostrare che migliorare è possibile, anche in termini di prestazioni, cosa molto importante per l’immagine e l’idea che si ha del veicolo elettrico, che prenderà sempre più piede nei prossimi anni. E ha permesso di introdurre notevoli migliorie tecniche nei programmi informatici della DS 7 Crossback e nell’ibrida E-Tense 4x4”. [post_title] => DS 7 Crossback: l'esperienza in pista per la tecnologia su strada [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ds-7-crossback-lesperienza-in-pista-per-la-tecnologia-su-strada [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-08-23 10:09:53 [post_modified_gmt] => 2019-08-23 08:09:53 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=652212 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

DS 7 Crossback: l’esperienza in pista per la tecnologia su strada

La presenza in Formula E aiuta DS anche sulle auto di serie

La DS 7 Crossback propone anche numerosa tecnologia, non solo a bordo, ma anche per le soluzioni tecniche. Ed un aiuto importante alla ricerca e sviluppo di queste tecnologie, deriva dall'esperienza del marchio in Formula E.
DS 7 Crossback: l’esperienza in pista per la tecnologia su strada

La DS 7 Crossback, oltre allo stile e ad un design distintivo, è un concentrato di tecnologia. Sono numerosi gli studi della casa transalpina, per offrire il massimo comfort, tra cui quelli derivanti dall’esperienza in pista con le gare di Formula E. DS, infatti, partecipa al campionato FIA per monoposto elettriche dal 2015, per un’esperienza in grado di accelerare ricerca e sviluppo.

Gli studi tecnologici di DS e la Formula E

Il lavoro fatto sui circuiti cittadini, infatti, è utile anche per la messa a punto delle auto di serie, non solamente ibride o elettriche, ma anche quelle con motorizzazione classica. “Ovviamente per ”trasferimento di tecnologia” non intendiamo il fatto di portare su veicoli standard componenti di auto da corsa adattati – le parole di Xavier Mastelan-Pinon, direttore di DS Performance – È tutto quello che riusciamo a capire su componenti e materiali che ci fa migliorare e risparmiare tempo”.

Questo permette uno sviluppo più rapido di numerose soluzioni, alcune delle quali vengono poi riprese sulle vetture: “La simulazione informatica, molto utilizzata negli sport automobilistici, permette anche di andare più in fretta e più lontano nell’esplorazione di nuove strade”.

La DS 7 Crossback E-Tense

Ovviamente, essendo un campionato per auto elettriche, il vantaggio principale viene portato allo sviluppo dei modelli elettrificati: DS proporrà una versione ibrida o 100% elettrica su tutti i modelli, con l’obiettivo di avere più di un terzo delle vendite del marchio elettrificate nel 2025. Tra queste c’è la DS 7 Crossback E-Tense, presentata nel 2018 e arrivata nel corso di quest’anno.

“Queste corse, ovvero gli ePrix – ha proseguito Malestian-Pinon, parlando di queste vetture – non permettono solamente di testare soluzioni tecniche in condizioni estreme ma anche di dimostrare che migliorare è possibile, anche in termini di prestazioni, cosa molto importante per l’immagine e l’idea che si ha del veicolo elettrico, che prenderà sempre più piede nei prossimi anni. E ha permesso di introdurre notevoli migliorie tecniche nei programmi informatici della DS 7 Crossback e nell’ibrida E-Tense 4×4”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati