WP_Post Object ( [ID] => 652652 [post_author] => 40 [post_date] => 2019-08-27 15:46:58 [post_date_gmt] => 2019-08-27 13:46:58 [post_content] => Verso la fine degli anni '50 fu introdotta la Peugeot 403 Diesel, una delle prime berline di grande serie dotata di unità motrice a gasolio.

Un ricordo a distanza di 60 anni

Una paratia insonorizzata era posta tra l’abitacolo e il propulsore Indenor TMD4 da 1.816 cc, capace di sviluppare 48 cavalli a 4.000 giri/minuto. Un'unità in grado di farle raggiungere i 120 km/h di velocità, con un consumo medio di 6,5 litri per 100 km riprendendo le indicazioni segnalate. Al modello furono particolarmente interessati i tassisti e gli agenti di commercio dell'epoca, data la necessità di coprire diversi chilometri. In evidenza anche le versioni di 403 familiari e commerciali, variando da Break, furgonate e pick-up (meglio conosciute nel periodo "plateau ridelles"), che prospettarono l'introduzione di nuove generazioni di veicoli commerciali prevalentemente dotati di unità Diesel. La vettura era distinguibile da alcuni particolari rispetto al modello a benzina 8CV, oltre alla scritta “Diesel” localizzata nella zona posteriore. Nello specifico: paraurti privati di paracolpi e una calandra riva del baffo centrale. Al di sotto del cruscotto, in prossimità dell’accensione, figura anche una sorta di spia delle candelette, precisamente un piccolo contenitore dotato di un coperchio cromato con dei fori utili per verificare l'incandescenza della piccola resistenza. Il raggiungimento della giusta temperatura per l’accensione, come ricordato. Essenziale l'abitacolo, con un'ampia seduta nella zona anteriore rispetto ai due posti singoli, fattore che permette la presenza di sei posti a bordo. Quindi rivestimenti in similpelle rispetto all'impiego di tessuto, adottato poi anche su una versione spinta da un propulsore 1.300 cc a benzina, riprendendo le informazioni dedicate al modello. Foto: Peugeot [post_title] => Peugeot 403 Diesel: uno dei primi esempi di grande serie alimentata a gasolio [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => peugeot-403-diesel-storia-caratteristiche [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-08-27 15:46:58 [post_modified_gmt] => 2019-08-27 13:46:58 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=652652 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Peugeot 403 Diesel: uno dei primi esempi di grande serie alimentata a gasolio [FOTO]

Motore Indenor TMD4 capace di erogare 48 cavalli

Una sintesi dedicata alla storica Peugeot 403 Diesel. Differiva dal modello a benzina anche per alcuni elementi

Verso la fine degli anni ’50 fu introdotta la Peugeot 403 Diesel, una delle prime berline di grande serie dotata di unità motrice a gasolio.

Un ricordo a distanza di 60 anni

Una paratia insonorizzata era posta tra l’abitacolo e il propulsore Indenor TMD4 da 1.816 cc, capace di sviluppare 48 cavalli a 4.000 giri/minuto. Un’unità in grado di farle raggiungere i 120 km/h di velocità, con un consumo medio di 6,5 litri per 100 km riprendendo le indicazioni segnalate.
Al modello furono particolarmente interessati i tassisti e gli agenti di commercio dell’epoca, data la necessità di coprire diversi chilometri. In evidenza anche le versioni di 403 familiari e commerciali, variando da Break, furgonate e pick-up (meglio conosciute nel periodo “plateau ridelles”), che prospettarono l’introduzione di nuove generazioni di veicoli commerciali prevalentemente dotati di unità Diesel.
La vettura era distinguibile da alcuni particolari rispetto al modello a benzina 8CV, oltre alla scritta “Diesel” localizzata nella zona posteriore. Nello specifico: paraurti privati di paracolpi e una calandra riva del baffo centrale. Al di sotto del cruscotto, in prossimità dell’accensione, figura anche una sorta di spia delle candelette, precisamente un piccolo contenitore dotato di un coperchio cromato con dei fori utili per verificare l’incandescenza della piccola resistenza. Il raggiungimento della giusta temperatura per l’accensione, come ricordato.
Essenziale l’abitacolo, con un’ampia seduta nella zona anteriore rispetto ai due posti singoli, fattore che permette la presenza di sei posti a bordo. Quindi rivestimenti in similpelle rispetto all’impiego di tessuto, adottato poi anche su una versione spinta da un propulsore 1.300 cc a benzina, riprendendo le informazioni dedicate al modello.

Foto: Peugeot

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati