WP_Post Object ( [ID] => 653768 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-09-02 12:28:23 [post_date_gmt] => 2019-09-02 10:28:23 [post_content] => Volkswagen alza il velo dal nuovo Bulli 6.1, portando nell'era moderna l'erede del mitico T1 e T6.1 di 70 anni fa. Al Salone di Francoforte debutterà la sesta generazione del Volkswagen Bulli, che diventa un veicolo commerciale moderno, pratico e versatile per soddisfare le esigenze di trasporto di privati e aziende, offrendo un elevato livello di connessione e tecnologie all'avanguardia.

Quadro strumenti digitale e connettività

Una ventata di modernità che appare evidente nell'abitacolo del nuovo Volkswagen Bulli, con l'introduzione del Digital Cockpit, strumentazione completamente digitale, affiancato dal nuovo sistema d'infotainment che propone il collegamento con una Online Connectivity Unit (OCU) con eSIM integrata e numerosi servizi online offerti, racchiusi in "We Connect" e "We Connect Plus". A bordo sono presenti anche i comandi vocali.

Nuovo volante e praticità in aumento

Volkswagen ha pensato anche alla versatilità, così il nuovo Bulli propone un cassetto portaoggetti aggiuntivo nella nuova plancia, oltre a nuovi vani e scompartimenti più grandi, come ad esempio quello riservato allo smartphone che, a richiesta, integra anche il modulo per la ricarica wireless. Nuovo è anche il volante multifunzione con tasto "View" che permette di seleziona la configurazione del display del quadro strumenti digitale.

Dotazioni di aiuto alla guida

Il nuovo Volkswagen Bulli si arricchisce di moderni sistemi di aiuto alla guida, oltre che del servosterzo elettromeccanico, come ad esempio il Lane Assist, il Park Assist e l'assistente per il rimorchio Trailer Assist, utile per le attività di traino col nuovo furgone che vanta un peso rimorchiabile fino a 2.500 chilogrammi. Sul Bulli 6.1 troviamo anche le protezione delle fiancate con sensori a ultrasuoni, derivata dal Crafter, il Rear Traffic Alert, il Crosswind Assist che stabilizza il veicolo in caso di eccessivo vento laterale, e il cruise control adattivo in abbinamento al cambio DSG.

Dinamica di guida migliorata

Il nuovo Volkswagen Bulli dispone della regolazione dell'assetto DCC di seconda generazione, con più possibilità di taratura, mentre le doti di maneggevolezza e trazione sono state migliorate dai sistemi antislittamento e di regolazione dei freni che sono stati integrati con la funzione del differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS.

Motori diesel TDI

Per quanto riguarda i motori, il nuovo Volkswagen Bulli 6.1 propone unità diesel TDI di ultima generazione con potenze di 90 CV (non in Italia), 110 CV, 150 CV e 199 CV. Le ultime due varianti di potenza, 150 e 199 CV, dispongono a richiesta della trazione integrale 4Motion. Tutte le motorizzazioni sono omologate Euro 6d-Temp.

Nuovo design

Il design del nuovo Volkswagen Bulli 6.1 propone un frontale scolpito, con grande calandra e nuovo paraurti che danno un nuovo sguardo al veicolo. La Casa tedesca ha rinnovato anche i gruppi ottici e i parafanghi, seppur mantenendo lo stesso stile della T6 originale. Ci sono anche due elementi trasversali cromati che collegano i fari alla calandra a rendere più elegante l'anteriore del veicolo. La gamma della sesta generazione del Bulli propone ampie possibilità di personalizzazione, con sei design di nuova concezione per i cerchi in lega, sei nuovi colori per la carrozzeria e sette opzioni di tinta bicolore per un'ulteriore distintività estetica del veicolo.

Quattro varianti

L'offerta del nuovo Volkswagen Bulli propone quattro varianti: Multivan, Caravelle, Transporter e California. Il Multivan 6.1 è la versione monovolume per famiglia e flotte business. La versione Caravelle è dedicata al trasporto delle persone, disponibile con abitacolo fino a 9 posti ed offerto un due diverse misure di passo (3.000 e 3.400 mm). La versione Transporter strizza l'occhio ad artigiani e aziende con diverse varianti su misura per ogni esigenza: Furgone, Kombi, Camioncino (cabina singola e doppia) e Autotelaio (cabina singola e doppia). Anche il Transporter è disponibile in due diversi passi: 3.000 e 3.400 mm. Infine c'è il motorhome Bulli California, da oltre 30 anni oggetto di culto del mondo automobilistico. [post_title] => Volkswagen Bulli 6.1: l'iconico furgoncino si apre alla digitalizzazione [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuovo-volkswagen-bulli-6-1-2020-salone-francoforte-iaa-2019-prezzo-uscita-motori [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-09-02 12:28:23 [post_modified_gmt] => 2019-09-02 10:28:23 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=653768 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Volkswagen Bulli 6.1: l’iconico furgoncino si apre alla digitalizzazione [FOTO]

Disponibile con motori diesel TDI e in diverse varianti

La sesta generazione del Volkswagen Bulli è pronta a fare il suo debutto al Salone di Francoforte mettendo in mostra tutte le novità di un veicolo commerciale iconico che rimane al passo coi tempi.

Volkswagen alza il velo dal nuovo Bulli 6.1, portando nell’era moderna l’erede del mitico T1 e T6.1 di 70 anni fa. Al Salone di Francoforte debutterà la sesta generazione del Volkswagen Bulli, che diventa un veicolo commerciale moderno, pratico e versatile per soddisfare le esigenze di trasporto di privati e aziende, offrendo un elevato livello di connessione e tecnologie all’avanguardia.

Quadro strumenti digitale e connettività

Una ventata di modernità che appare evidente nell’abitacolo del nuovo Volkswagen Bulli, con l’introduzione del Digital Cockpit, strumentazione completamente digitale, affiancato dal nuovo sistema d’infotainment che propone il collegamento con una Online Connectivity Unit (OCU) con eSIM integrata e numerosi servizi online offerti, racchiusi in “We Connect” e “We Connect Plus”. A bordo sono presenti anche i comandi vocali.

Nuovo volante e praticità in aumento

Volkswagen ha pensato anche alla versatilità, così il nuovo Bulli propone un cassetto portaoggetti aggiuntivo nella nuova plancia, oltre a nuovi vani e scompartimenti più grandi, come ad esempio quello riservato allo smartphone che, a richiesta, integra anche il modulo per la ricarica wireless. Nuovo è anche il volante multifunzione con tasto “View” che permette di seleziona la configurazione del display del quadro strumenti digitale.

Dotazioni di aiuto alla guida

Il nuovo Volkswagen Bulli si arricchisce di moderni sistemi di aiuto alla guida, oltre che del servosterzo elettromeccanico, come ad esempio il Lane Assist, il Park Assist e l’assistente per il rimorchio Trailer Assist, utile per le attività di traino col nuovo furgone che vanta un peso rimorchiabile fino a 2.500 chilogrammi.

Sul Bulli 6.1 troviamo anche le protezione delle fiancate con sensori a ultrasuoni, derivata dal Crafter, il Rear Traffic Alert, il Crosswind Assist che stabilizza il veicolo in caso di eccessivo vento laterale, e il cruise control adattivo in abbinamento al cambio DSG.

Dinamica di guida migliorata

Il nuovo Volkswagen Bulli dispone della regolazione dell’assetto DCC di seconda generazione, con più possibilità di taratura, mentre le doti di maneggevolezza e trazione sono state migliorate dai sistemi antislittamento e di regolazione dei freni che sono stati integrati con la funzione del differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS.

Motori diesel TDI

Per quanto riguarda i motori, il nuovo Volkswagen Bulli 6.1 propone unità diesel TDI di ultima generazione con potenze di 90 CV (non in Italia), 110 CV, 150 CV e 199 CV. Le ultime due varianti di potenza, 150 e 199 CV, dispongono a richiesta della trazione integrale 4Motion. Tutte le motorizzazioni sono omologate Euro 6d-Temp.

Nuovo design

Il design del nuovo Volkswagen Bulli 6.1 propone un frontale scolpito, con grande calandra e nuovo paraurti che danno un nuovo sguardo al veicolo. La Casa tedesca ha rinnovato anche i gruppi ottici e i parafanghi, seppur mantenendo lo stesso stile della T6 originale. Ci sono anche due elementi trasversali cromati che collegano i fari alla calandra a rendere più elegante l’anteriore del veicolo.

La gamma della sesta generazione del Bulli propone ampie possibilità di personalizzazione, con sei design di nuova concezione per i cerchi in lega, sei nuovi colori per la carrozzeria e sette opzioni di tinta bicolore per un’ulteriore distintività estetica del veicolo.

Quattro varianti

L’offerta del nuovo Volkswagen Bulli propone quattro varianti: Multivan, Caravelle, Transporter e California. Il Multivan 6.1 è la versione monovolume per famiglia e flotte business. La versione Caravelle è dedicata al trasporto delle persone, disponibile con abitacolo fino a 9 posti ed offerto un due diverse misure di passo (3.000 e 3.400 mm).

La versione Transporter strizza l’occhio ad artigiani e aziende con diverse varianti su misura per ogni esigenza: Furgone, Kombi, Camioncino (cabina singola e doppia) e Autotelaio (cabina singola e doppia). Anche il Transporter è disponibile in due diversi passi: 3.000 e 3.400 mm. Infine c’è il motorhome Bulli California, da oltre 30 anni oggetto di culto del mondo automobilistico.

Volkswagen Bulli 6.1: l’iconico furgoncino si apre alla digitalizzazione [FOTO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati