WP_Post Object ( [ID] => 654811 [post_author] => 24 [post_date] => 2019-09-05 10:46:46 [post_date_gmt] => 2019-09-05 08:46:46 [post_content] => La Smart EQ ForTwo e la EQ ForFour si rinnovano e lo fanno con un restyling che si concentra soprattutto su una serie di novità stilistiche. I due nuovi modelli delle compatte di Smart, che d'ora in avanti saranno proposte solo con alimentazione elettrica, hanno fatto il loro debutto pubblico al Salone di Francoforte 2019, aperto dal 12 al 22 settembre.

Design rivisto

Il rinnovamento estetico delle due vetture di Smart raccoglie una serie di nuovi spunti derivanti dal design dei recenti concept di Smart, ForEase e ForEase+. Sull'anteriore delle city car si nota la nuova fascia con griglia più vistosa e trama pronunciata. Nuovi sono anche i fari a LED (in optional) e il paraurti con prese d'aria verticali vicini ai bordi esterni. Per il resto gli aggiornamenti sono limitati, tra questi c'è la nuova configurazione dei fanali con un design a rombo formato da un elaborata disposizione di centinaia di piccoli LED.

Dentro c'è il nuovo infotainment

Qualche novità arriva anche nell'abitacolo, con le nuove Smart EQ ForTwo e ForFour che introducono un nuovo sistema d'infotainment con display da 8 pollici che promette una maggiore interazione e connettività continua con lo smartphone del guidatore, oltre ad offrire più intuitività e facilità d'utilizzo. Sulle due vetture elettriche c'è anche una rinnovata console centrale con ampio vano portaoggetti ricavato davanti alla leva del cambio. Smart afferma che tale spazio è abbastanza grande da contenere la maggior parte dei moderni smartphone oppure due tazze da caffè grazie al portabicchieri rimovibile.

Il motore elettrico da 82 CV non cambia

Agli aggiornamenti al design di esterni ed interni, non è corrisposta un'evoluzione della powertrain. Il facelift delle Smart EQ ForTwo e ForFour conferma infatti lo stesso motore elettrico del precedente modello, vale a dire l'unità che sviluppa 82 CV e 160 Nm di coppia, alimentata da una batteria agli ioni di litio da 17,6 kWh.

Autonomia di 159 km

Smart non ha rilasciato informazioni sulle prestazioni delle nuove vetture, ma ha confermato che l'autonomia massima di entrambe si attesta a 159 chilometri nel ciclo NEDC. Nonostante Smart abbia sottolineato che è un'autonomia maggiore di "diverse volte alla media di percorrenza giornaliera dei pendolari" in Germania, questo non fa sparire del tutto l'ansia di molti di restare a piedi.

Tempi di ricarica

Vista l'autonomia non particolarmente elevata, c'è da aspettarsi che le due Smart EQ debbano essere ricaricate con maggiore frequenza. Con il caricatore di bordo da 22 kW (opzionale), la ricarica rapida permette di passare dal 10% all'80% della carica in meno di 40 minuti. Senza la possibilità di ricarica rapida, i tempi per fare il pieno d'energia inevitabilmente si allungano. Con un presa da 230 V per ottenere l'energia necessaria a coprire "la distanza media giornaliera di guida" servono circa tre ore e mezza.

Il futuro con Geely

Per novità sostanziali, sotto l'aspetto tecnico e meccanico, bisognerà aspettare la prossima generazione dei veicoli Smart. Saranno dei nuovi modelli, attesi nel 2022, che nasceranno dalla nuova joint venture che sarà realizzata da Smart e dai cinesi di Geely, ai quali qualche tempo fa Daimler ha venduto il 50% del marchio Smart. [post_title] => Smart EQ ForTwo e EQ ForFour 2020: il restyling a Francoforte [FOTO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => smart-eq-fortwo-forfour-edition-1-prova-prezzo-uscita-motori-consumi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-09-12 17:41:46 [post_modified_gmt] => 2019-09-12 15:41:46 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=654811 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Smart EQ ForTwo e EQ ForFour 2020: il restyling a Francoforte [FOTO LIVE]

Smart EQ ForTwo e ForFour 2020 'vestite' dell'Edition 1: poche ma sostanziali novità

Smart EQ ForTwo e ForFour 2020 'vestite' dell'Edition 1: poche ma sostanziali novità: foto, info, news, motori, estetica e interni

La Smart EQ ForTwo e la EQ ForFour si rinnovano e lo fanno con un restyling che si concentra soprattutto su una serie di novità stilistiche. I due nuovi modelli delle compatte di Smart, che d’ora in avanti saranno proposte solo con alimentazione elettrica, hanno fatto il loro debutto pubblico al Salone di Francoforte 2019, aperto dal 12 al 22 settembre.

Design rivisto

Il rinnovamento estetico delle due vetture di Smart raccoglie una serie di nuovi spunti derivanti dal design dei recenti concept di Smart, ForEase e ForEase+. Sull’anteriore delle city car si nota la nuova fascia con griglia più vistosa e trama pronunciata. Nuovi sono anche i fari a LED (in optional) e il paraurti con prese d’aria verticali vicini ai bordi esterni. Per il resto gli aggiornamenti sono limitati, tra questi c’è la nuova configurazione dei fanali con un design a rombo formato da un elaborata disposizione di centinaia di piccoli LED.

Dentro c’è il nuovo infotainment

Qualche novità arriva anche nell’abitacolo, con le nuove Smart EQ ForTwo e ForFour che introducono un nuovo sistema d’infotainment con display da 8 pollici che promette una maggiore interazione e connettività continua con lo smartphone del guidatore, oltre ad offrire più intuitività e facilità d’utilizzo.

Sulle due vetture elettriche c’è anche una rinnovata console centrale con ampio vano portaoggetti ricavato davanti alla leva del cambio. Smart afferma che tale spazio è abbastanza grande da contenere la maggior parte dei moderni smartphone oppure due tazze da caffè grazie al portabicchieri rimovibile.

Il motore elettrico da 82 CV non cambia

Agli aggiornamenti al design di esterni ed interni, non è corrisposta un’evoluzione della powertrain. Il facelift delle Smart EQ ForTwo e ForFour conferma infatti lo stesso motore elettrico del precedente modello, vale a dire l’unità che sviluppa 82 CV e 160 Nm di coppia, alimentata da una batteria agli ioni di litio da 17,6 kWh.

Autonomia di 159 km

Smart non ha rilasciato informazioni sulle prestazioni delle nuove vetture, ma ha confermato che l’autonomia massima di entrambe si attesta a 159 chilometri nel ciclo NEDC. Nonostante Smart abbia sottolineato che è un’autonomia maggiore di “diverse volte alla media di percorrenza giornaliera dei pendolari” in Germania, questo non fa sparire del tutto l’ansia di molti di restare a piedi.

Tempi di ricarica

Vista l’autonomia non particolarmente elevata, c’è da aspettarsi che le due Smart EQ debbano essere ricaricate con maggiore frequenza. Con il caricatore di bordo da 22 kW (opzionale), la ricarica rapida permette di passare dal 10% all’80% della carica in meno di 40 minuti.

Senza la possibilità di ricarica rapida, i tempi per fare il pieno d’energia inevitabilmente si allungano. Con un presa da 230 V per ottenere l’energia necessaria a coprire “la distanza media giornaliera di guida” servono circa tre ore e mezza.

Il futuro con Geely

Per novità sostanziali, sotto l’aspetto tecnico e meccanico, bisognerà aspettare la prossima generazione dei veicoli Smart. Saranno dei nuovi modelli, attesi nel 2022, che nasceranno dalla nuova joint venture che sarà realizzata da Smart e dai cinesi di Geely, ai quali qualche tempo fa Daimler ha venduto il 50% del marchio Smart.

Smart EQ ForTwo e EQ ForFour 2020: il restyling a Francoforte [FOTO LIVE]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati