Ferrari 812 GTS: il Cavallino ripropone una spider con motore V12 [FOTO E VIDEO LIVE]

Ferrari riporta in auge dopo cinquant'anni un modello spider dotato di motore V12

812 GTS è stata svelata questa mattina durante la prima mondiale del salone Universo Ferrari

A cinquant’anni esatti dall’ultima spider dotata di un motore V12 a anteriore, Ferrari ha deciso di presentare alla stampa la nuovissima 812 GTS, goieiello che si unisce a una serie di modelli leggendari per quello che riguarda la Scuderia del Cavallino Rampante. L’ultimo modello spider dotato di un motore V12, ricordiamo, è stata la 365 GTS4 del 1969, ovvero la Daytona Spider. Un modello storico, nato dopo il trinfo della Scuderia a Daytona nel 1967.

Da quel momento storico in poi, tranne alcuni casi speciali, FerraRi ha scelto di mettere da parte l’architettura V12 per quello che riguarda questa tipologia di auto, scegliendo dei motori più piccoli e compatti (basti pensare ai vari V8 presentati nel corso degli ultimi anni.ndr). La 812 GTS, come detto, può vantare un V12 da 800 cv, particolare che la rende la spider più potente di sempre sul mercato.

Un punto di riferimento su cui Ferrari punta fortemente, soprattutto per quello che riguarda i clienti più affezionati e legati allo stile spider della Rossa. Il tetto rigido, grazie a una tecnologia nuova di zecca, riesce ad aprirsi in appena 14 secondi, raggiungendo una velocità di 45 chilometri/orari, senza contare che il lunetto elettrico (funge anche da wind-stop.ndr) rende la vettura completamente sfruttabile a tetto aperto. Un vero capolavoro di arte e ingegneria.

UN V12 DA 800 CAVALLI, IL PIU’ POTENTE MAI MONTATO SU UNA SPIDER

La 812 GTS è la versione spider della 812 Superfast, dalla quale ha ereditato tutte le specifiche tecniche e il motore. Quest’ultimo, ricordiamo, è un V12 capace di erogare 800 cavalli a 8500 giri/minuti. I suoi 718 Nm di coppia garantiscono un’accelerazione degna di una supercar e del tutto identica a quella della 812 Superfast. La presenza di un limitatore di giri, fissato a 8900 giri/minuti, garantisce inoltre uno stile di guida sportivo e assolutamente indimenticabile.

Grazie allo studio in fabbrica è stato possibile ottimizzare diversi aspetti del propulsore, tra cui il sistema di iniezione diretta a 350 bar e il sistema di controllo dei condotti di aspirazione a geometria variabile (quest’ultima tecnologia proviene dalla Formula 1.ndr). Tali dispositivi, ovviamente, consentono di sfruttare l’incremento di cilindrata da 6.2 a 6.5 litri.

Il profilo di coppia dimostra inoltre come si sia riuscito a evitare il sacrificio della distruzione in favore della potenza. L’80% della coppia è infatti disponibile a partire da 3500 giri/minuto, ovviamente a tutto vantaggio della guidabilità e dell’accelerazione a bassi regimi.

Non è stato sottovalutato, chiaramente, il rispetto delle normative legate alle emissioni. Come riportato durante la conferenza di presentazione, nella 812 GTS è stato inserito un sistema di nebulizzazione del getto di combustibile iniettato. Un particolare innovativo che permette di ridurre drasticamente la quantità di particolato emessa durante la fase di warm-up del catalizzatore.

UN CAMBIO A DOPPIA FRIZIONE CAPACE DI ESALTARE LA SPORTIVITA’ DELLA VETTURA

Le strategia di gestione del cambio a doppia frizione sono volte anch’esse a esaltare la sportività della vettura. I tempi di cambiata in up e in down-shift, ovviamente nelle mappature più sportive, sono stati sensibilmente accorciati. Un manovra che ha permesso di ottimizzare le transazioni, rendendo così la guida più reattiva alle esigenze sportive del guidatore.

UN SOUND DEGNO DI UNA VETTURA SPORTIVA

La geometria dell’impianto di scarico è stata sviluppata al fine di incrementare e bilanciare la sonorità proveniente dal motore e dai terminali di scarico. Sulla linea di scarico è stato dato maggiore risalto agli ordini di combustion,e conformando opportunamente la geometria delle prolunghe centrali. Da notare, inoltre, come tutti i condotti del collettore di scarico al catalizzatore monolitico siano di uguale grandezza, aspetto che garantisce l’ottimizzazione del suono.

FERRARI 812 GTS, UN CONNUBIO PERFETTO TRA SPORTIVITA’ ED ELEGANZA

Progettata dal Centro Stile Ferrari e basata sulla bellissima 812 Superfast, la 812 GTS conferma lo stile e le proporzioni delle V12 Ferrari, senza però alterarne le dimensioni e l’abitabilità interna. Un connubio perfetto che richiama lo stile adottato sulla leggendaria 365 GTB4 del 1968.

Per quanto riguarda la zona posteriore, invece, la carrozzeria è stata totalmente rimodellata rispetto alla Superfast, dando così un nuovo slancio all’equilibrio d’insieme. Troviamo quindi un tetto totalmente nuovo e delle modifiche alla zona dei tonneau e del vano bagagli. A tetto ripiegato, i pannelli a scomparsa trovano alloggio al di sotto del tonneau.

Da un punto di vista stilistico, il parafango posteriore perde la caratteristica presa d’aria della Superfast, vista l’introduzione di un diffusore posteriore che presenta un flap in più. Capitolo cerchi, invece, va evidenziata la presenza di un nuovo layout forgiato multi-razza disponibile in tre versioni: Diamond, Liquid Silver e Grigio Scuro.

UNO STILE AERODINAMICO CHE HA POSTO DUE GRANDI SFIDE AI PROGETTISTI

Per quanto riguarda la performance aerodinamica, la presenza dell’hard top e del suo alloggiamento hanno richiesto delle variazioni alla zona posteriore della vettura, soprattutto nelle porzioni del tonneau e del diffusore (maggiori ingombri dovuti al sistema.ndr).

Gli aerodinamici, proprio in tal senso, sono riusciti a compensare la perdita di deportanza dovuta alla rimozione del condotto di by-pass del passaruota posteriore della 812 Superfast. La resistenza aerodinamica è stata invece ridotta grazie alle bocchette d’aria posizionate sul fianco posteriore.

INTERNI CHE GARANTISCONO COMFORT E SPORTIVITA’

Particolare attenzione è stata dedicata ai dettagli relativi alla guida con hard top. Grazie ad alcune modifiche aerodinamiche, infatti, la Rossa è riuscita a minimizzare le turbolenze e la rumorosità ad alte velocità.

Inseriti inoltre due piccoli deflettori a L nella zona del parabrezza, particolari che evitano il crearsi il dannose sovrapposizioni nella zona dietro alle teste degli occupanti.

LA DINAMICA DELLA 812 GTS



La 812 GTS è equipaggiata con i componenti e i sistemi di controllo di ultima generazione della 812 Superfast e, al pari di quest’ultima, si contraddistingue per la sua eccellente guidabilità. È dotata di EPS (Electric Power Steering), il servosterzo elettrico che, nella migliore tradizione Ferrari, viene impiegato per sfruttare appieno il potenziale prestazionale dell’auto insieme agli altri sistemi di controllo elettronici presenti sulla vettura, tra cui la versione 5.0 del sistema brevettato Ferrari Side Slip Control (SSC) e il Passo Corto Virtuale 2.0 (PCV) che, forte dell’esperienza accumulata sul sistema lanciato per la prima volta sulla F12tdf, è stato ulteriormente evoluto.


Confermato il Ferrari Peak Performance (in fase di sterzata il carico volante fornisce al guidatore l’indicazione che la vettura sta raggiungendo il livello di aderenza limite, aiutandolo a mantenere il controllo della dinamica di guida.ndr) e il Ferrari Power Oversteering. Quest’ultimo entra in funzione nel caso in cui si avverta una tendenza al sovrasterzo, soprattutto in uscita da una curva. Il carico volante, in questo caso, invita il pilota all’esecuzione della corretta manovra di riallineamento.



L’assetto elastico della vettura è rimasto invariato rispetto alla versione berlinetta, nonostante l’aumento di peso di 75 kg dovuto all’irrobustimento del telaio, grazie all’ottimizzazione della calibrazione degli ammortizzatori a controllo magnetoreologico.

Di conseguenza, le prestazioni assolute di questa vettura risultano molto vicine a quelle della berlinetta, con tempi di accelerazione da 0 a 100 km/h inferiori a 3 secondi e da 0 a 200 km/h di appena 8,3 secondi. La velocità massima è stata mantenuta invariata a 340 km/h.

UN PREZZO DA VERA SUPERCAR

Il prezzo di listino della nuova 812 GTS è di 336.000 mila euro, con la produzione che partirà nel corso dei prossimi mesi, presumibilmente nella prima parte del 2020. Ferrari, infatti, intende rilasciare il primo esemplare sul mercato subito dopo l’estate dell’anno prossimo.

LA SCHEDA TECNICA DELLA FERRARI 812 GTS

Motore

Tipo V12 – 65°
Cilindrata totale 6496 cm3
Alesaggio e corsa 94×78 mm
Potenza massima* 588 kW (800 cv) a 8.500 giri/min
Coppia massima* 718 Nm a 7.000 giri/min
Potenza specifica 123 cv/l
Regime massimo 8.900 giri/min
Rapporto di compressione 13,6:1

Dimensioni e peso

Lunghezza 4693 mm
Larghezza 1971 mm
Altezza 1276 mm
Passo 2720 mm
Carreggiata anteriore 1672 mm
Carreggiata posteriore 1645 mm
Peso a secco** 1600 kg
Distribuzione dei pesi 47% ant – 53% post
Capacità vano baule 210 l
Capacità serbatoio benzina 92 l

Pneumatici

Anteriori 275/35 ZR 20” 10” J
Posteriori 315/35 ZR 20” 11,5” J

Freni

Anteriori 398x223x38 mm
Posteriori 360x233x32 mm

Trasmissione e cambio

Cambio F1 dual-clutch a 7 rapporti

Controlli elettronici

EPS, PCV 2.0, E-Diff3, F1-Trac, ABS/EBD prestazionale con Ferrari Pre-Fill, FrS SCM-E, SSC 5.0

Prestazioni

0-100 km/h <3,0 sec 0-200 km/h 8,3 sec Velocità massima >340 km/h

Consumi ed emissioni

In fase di omologazione

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati