WP_Post Object ( [ID] => 655758 [post_author] => 60 [post_date] => 2019-09-10 10:21:23 [post_date_gmt] => 2019-09-10 08:21:23 [post_content] => Dopo le numerose indiscrezioni circolate nelle ultime settimane, Ferrari ha svelato finalmente il layout della nuova F8 Spider, l’ultima generazione di sports car scoperta equipaggiata con il motore centrale-posteriore V8 più di successo di sempre. I punti fondamentali della nuova Rossa, a dire il vero, riprendono per vie sommarie quelli già rappresentati nella F8 Tributo, anche se il progettato presentato ieri è assolutamente parallelo e nasce in maniera indipendente. Il punto di rottura più importante rispetto alla Tributo è chiaramente il tetto ripiegabile RHT (Retractable Hard Top.ndr), il quale posiziona la spider della Rossa al vertice della categoria. Da notare che la F8 Spider, svelata ufficialmente alla mezzanotte di ieri, è l’ultima realizzazione di una prestigiosa linea di vetture V8 aperta con la 308 GTS nell’ormai lontano 1977. Durante la premiere del salone Universo Ferrari, Motorionline ha avuto il piacere di vederla completamente realizzata, scoprendone tutti i dettagli più curiosi. UN MOTORE V8 DA 720 CV Come riportato nella scheda tecnica dell’auto e durante la presentazione a Fiorano, la F8 Tributo sarà dotata di un motore V8 capace di erogare 720 cavalli a 8000 giri/minuto. Un motore brillante, già adottato dalla Ferrari in altre vetture, che per quattro anni è stato premiato come ‘International Engine of the Year’, oltre ad essere riconosciuto come il miglior motore degli ultimi 20 anni. Un palmares incredibile e unico per un motore. Da notare che per ottenere 50 cavalli in più dal propulsore, Ferrari ha deciso di modificare la linea di aspirazione del motore, derivandola da quella della 488 Challenge. Le prese d’aria nella F8 Spider sono quindi posizionati ai lati dello spoiler soffiato, ovvero dove sono direttamente collegate con l’ingresso aria motore. Grazie a questa soluzione, gli ingegneri sono riusciti a ridurre drasticamente le perdite di carico, aumentando la portata del flusso d’aria e quindi la potenza. Presenti anche il sistema ‘Adaptive Performance Launch’ e il ‘Wall Effect’. Il primo monitora le condizioni di grip in fase di accelerazione e ottimizza tramite controlli elettronici la coppia trasmessa, mentre il secondo agiste sul limitatore di giri, estremizzando quindi le prestazioni del motore. Confermata inoltre la strategia del Variable Torque Management in funzione delle marce (tutti gli i rapporti raggiungono la coppia masssma ad alti giri motore.ndr). Rispetto alla 488 Spider, quindi, troviamo una coppia superiore di 10 Nm. MOTORE ALLEGERITO PER MASSIMIZZARE LE PERFORMANCE Il propulsore della F8 Spider eredita dalla 488 Pista alcune efficaci soluzioni di alleggerimento, le quali permettono di ridurre il peso del motore di circa diciotto chili rispetto alla 488 Spider. Un ottimizzazione globale che permette all’unità di salire più velocemente di giri (bielle, albero motore e titanio sono stati ottimizzati.ndr) e di ridurre l’inerzia del 17%. I collettori di scarico Inconel derivati dalle 488, inoltre, permettono di ridurre il peso del motore di 9,7 chili. LAYOUT OTTIMIZZATO PER REGALARE UN TIMBRO INCONFONDIBILE La F8 Spider presenta un layout degli scarichi profondamente diverso rispetto alla 488, visto che gli ingegneri sono intervenuti su tutti i componenti, ottimizzandoli in ottica sound (aspetto fortemente sottolineato dai progettisti durante la press conference.ndr). Il risultato, proprio in tal senso, è stato un suono unico e dal timbro inconfondibile. TETTO RIGIDO E UN LAYOUT CHE TRIBUTA IL V8 FERRARI Come per la 812 Spider, Ferrari ha scelto di inserire nella F8 Spider un tetto rigido ripiegabile RHT (Retractable Hard Top.ndr), il quale è capace di alzarsi e abbassarsi in soli 14 secondi. Per quanto riguarda il disegno aerodinamico, invece, la Rossa ha scelto di tributare lo stile del V8 Ferrari, proponendo un layout che si è ispirato ai modelli scoperti a motore centrale più iconici di sempre. La vista anteriore è fortemente caratterizzata dalla presenza dell’S-DUCT, aspetto che ha costretto gli ingegneri a ridimensionare diverse componenti, tra cui i fanali, i quali risultano sviluppati in orizzontale e dalle forme più compatte e contenute. INTERNI CHE MANTENGONO LO STILE ‘COCKPIT’ Gli interni della F8 Spider mantengono lo stile ‘cockpit’ delle otto cilindri a motore centrale-posteriore. Una simbiosi che asseconda nel migliore dei modi la fusione tra pilota e abitacolo. Inseriti anche dei nuovi edili sportivi e una plancia impreziosita da una vela di alluminio che sostiene il satellite centrale e prosegue all’interno della plancia stessa. Sempre nell’ottica di alleggerimento visivo, una venatura in fibra di carbonio, la quale comprende il display opzionale da sette pollici per il passeggero, divide la parte superiore dalla parte inferiore. Presenti ovviamente i comandi al volante e una rifinitura interna totalmente in carbonio. LA F8 SPIDER RACCOGLIE GLI STUDI AERODINAMICI DEL GT La F8 Spider integra lo stato dell’arte, in termini di soluzioni aerodinamiche, innovazioni e know-how Ferrari, acquisito anche grazie all’impegno nei campionati GT e Challenge, e lo perfeziona per creare la scoperta di serie a motore centrale-posteriore con il più alto livello di prestazioni accessibili a ogni tipo di pilota. Nella F8 Spider, il posizionamento dei radiatori anteriori, con inclinazione invertita rispetto alla 488 Spider, rappresenta un beneficio in termini di raffreddamento ma contemporaneamente riduce le superfici utili sul fondo per la generazione di carico. Per questo motivo si è reso necessario riprogettare la geometria delle canalizzazioni per la dissipazione dell’aria calda, per generare comunque il massimo livello di carico e allo stesso tempo ottenere una diminuzione di resistenza dovuta alla positiva interazione dei flussi in uscita dal radiatore con la ruota anteriore. Il risultato è un miglioramento dell’efficienza globale della vettura del 10% a confronto con la 488 Spider. PREZZO E DISPONIBILITA' SUL MERCATO La F8 Spider sarà disponibile a partire dalla cifra di 268 mila euro e come per la 812 GTS la produzione partirà dalla seconda metà del 2020.

La scheda tecnica della Ferrari F8 Spider

Motore Tipo V8 – 90° – turbo – carter secco Cilindrata totale 3902 cm3 Potenza massima* 720 cv (530 kW) @ 8000 giri/min Coppia massima* 770 Nm @ 3250 giri/min Potenza specifica 185 cv/l Regime massimo 8000 giri/min Rapporto di compressione 9,6:1 Dimensioni e peso Lunghezza 4611 mm Larghezza 1979 mm Altezza 1206 mm Passo 2650 mm Carreggiata anteriore 1677 mm Carreggiata posteriore 1646 mm Peso a secco** 1400 kg Distribuzione dei pesi 41,5% ant – 58,5% post Capacità vano baule 200 l Capacità serbatoio benzina 78 l Pneumatici Anteriore 245/35 ZR 20 J9,0 Posteriore 305/30 ZR 20 J11,0 Freni Anteriore 398 x 223 x 38 mm Posteriore 360 x 233 x 32 mm Trasmissione e cambio Cambio F1 a doppia frizione 7 marce Controlli elettronici E-Diff3, F1-Trac, ABS/EBD prestazionale con Ferrari Pre-Fill, FrS SCM-E, FDE+, SSC 6.1 Prestazioni 0-100 km/h 2,90 s 0-200 km/h 8,2 s Velocità massima 340 km/h Consumi ed emissioni In fase di omologazione [post_title] => Ferrari F8 Spider: svelato il nuovo V8 scoperto del Cavallino [FOTO E VIDEO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-f8-spider-svelato-il-nuovo-v8-scoperto-del-cavallino-foto-e-video-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-09-10 10:31:16 [post_modified_gmt] => 2019-09-10 08:31:16 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=655758 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari F8 Spider: svelato il nuovo V8 scoperto del Cavallino [FOTO E VIDEO LIVE]

La Scuderia di Maranello alza il velo sulla spider da 720 cavalli

Ferrari ha svelato ufficialmente la F8 Spider durante l'anteprima della nuova mostra Universo Ferrari

Dopo le numerose indiscrezioni circolate nelle ultime settimane, Ferrari ha svelato finalmente il layout della nuova F8 Spider, l’ultima generazione di sports car scoperta equipaggiata con il motore centrale-posteriore V8 più di successo di sempre. I punti fondamentali della nuova Rossa, a dire il vero, riprendono per vie sommarie quelli già rappresentati nella F8 Tributo, anche se il progettato presentato ieri è assolutamente parallelo e nasce in maniera indipendente.

Il punto di rottura più importante rispetto alla Tributo è chiaramente il tetto ripiegabile RHT (Retractable Hard Top.ndr), il quale posiziona la spider della Rossa al vertice della categoria. Da notare che la F8 Spider, svelata ufficialmente alla mezzanotte di ieri, è l’ultima realizzazione di una prestigiosa linea di vetture V8 aperta con la 308 GTS nell’ormai lontano 1977.

Durante la premiere del salone Universo Ferrari, Motorionline ha avuto il piacere di vederla completamente realizzata, scoprendone tutti i dettagli più curiosi.

UN MOTORE V8 DA 720 CV

Come riportato nella scheda tecnica dell’auto e durante la presentazione a Fiorano, la F8 Tributo sarà dotata di un motore V8 capace di erogare 720 cavalli a 8000 giri/minuto. Un motore brillante, già adottato dalla Ferrari in altre vetture, che per quattro anni è stato premiato come ‘International Engine of the Year’, oltre ad essere riconosciuto come il miglior motore degli ultimi 20 anni. Un palmares incredibile e unico per un motore.

Da notare che per ottenere 50 cavalli in più dal propulsore, Ferrari ha deciso di modificare la linea di aspirazione del motore, derivandola da quella della 488 Challenge. Le prese d’aria nella F8 Spider sono quindi posizionati ai lati dello spoiler soffiato, ovvero dove sono direttamente collegate con l’ingresso aria motore. Grazie a questa soluzione, gli ingegneri sono riusciti a ridurre drasticamente le perdite di carico, aumentando la portata del flusso d’aria e quindi la potenza.

Presenti anche il sistema ‘Adaptive Performance Launch’ e il ‘Wall Effect’. Il primo monitora le condizioni di grip in fase di accelerazione e ottimizza tramite controlli elettronici la coppia trasmessa, mentre il secondo agiste sul limitatore di giri, estremizzando quindi le prestazioni del motore. Confermata inoltre la strategia del Variable Torque Management in funzione delle marce (tutti gli i rapporti raggiungono la coppia masssma ad alti giri motore.ndr). Rispetto alla 488 Spider, quindi, troviamo una coppia superiore di 10 Nm.

MOTORE ALLEGERITO PER MASSIMIZZARE LE PERFORMANCE

Il propulsore della F8 Spider eredita dalla 488 Pista alcune efficaci soluzioni di alleggerimento, le quali permettono di ridurre il peso del motore di circa diciotto chili rispetto alla 488 Spider.

Un ottimizzazione globale che permette all’unità di salire più velocemente di giri (bielle, albero motore e titanio sono stati ottimizzati.ndr) e di ridurre l’inerzia del 17%. I collettori di scarico Inconel derivati dalle 488, inoltre, permettono di ridurre il peso del motore di 9,7 chili.

LAYOUT OTTIMIZZATO PER REGALARE UN TIMBRO INCONFONDIBILE

La F8 Spider presenta un layout degli scarichi profondamente diverso rispetto alla 488, visto che gli ingegneri sono intervenuti su tutti i componenti, ottimizzandoli in ottica sound (aspetto fortemente sottolineato dai progettisti durante la press conference.ndr). Il risultato, proprio in tal senso, è stato un suono unico e dal timbro inconfondibile.

TETTO RIGIDO E UN LAYOUT CHE TRIBUTA IL V8 FERRARI

Come per la 812 Spider, Ferrari ha scelto di inserire nella F8 Spider un tetto rigido ripiegabile RHT (Retractable Hard Top.ndr), il quale è capace di alzarsi e abbassarsi in soli 14 secondi.

Per quanto riguarda il disegno aerodinamico, invece, la Rossa ha scelto di tributare lo stile del V8 Ferrari, proponendo un layout che si è ispirato ai modelli scoperti a motore centrale più iconici di sempre. La vista anteriore è fortemente caratterizzata dalla presenza dell’S-DUCT, aspetto che ha costretto gli ingegneri a ridimensionare diverse componenti, tra cui i fanali, i quali risultano sviluppati in orizzontale e dalle forme più compatte e contenute.

INTERNI CHE MANTENGONO LO STILE ‘COCKPIT’

Gli interni della F8 Spider mantengono lo stile ‘cockpit’ delle otto cilindri a motore centrale-posteriore. Una simbiosi che asseconda nel migliore dei modi la fusione tra pilota e abitacolo. Inseriti anche dei nuovi edili sportivi e una plancia impreziosita da una vela di alluminio che sostiene il satellite centrale e prosegue all’interno della plancia stessa.

Sempre nell’ottica di alleggerimento visivo, una venatura in fibra di carbonio, la quale comprende il display opzionale da sette pollici per il passeggero, divide la parte superiore dalla parte inferiore. Presenti ovviamente i comandi al volante e una rifinitura interna totalmente in carbonio.

LA F8 SPIDER RACCOGLIE GLI STUDI AERODINAMICI DEL GT

La F8 Spider integra lo stato dell’arte, in termini di soluzioni aerodinamiche, innovazioni e know-how Ferrari, acquisito anche grazie all’impegno nei campionati GT e Challenge, e lo perfeziona per creare la scoperta di serie a motore centrale-posteriore con il più alto livello di prestazioni accessibili a ogni tipo di pilota.

Nella F8 Spider, il posizionamento dei radiatori anteriori, con inclinazione invertita rispetto alla 488 Spider, rappresenta un beneficio in termini di raffreddamento ma contemporaneamente riduce le superfici utili sul fondo per la generazione di carico.

Per questo motivo si è reso necessario riprogettare la geometria delle canalizzazioni per la dissipazione dell’aria calda, per generare comunque il massimo livello di carico e allo stesso tempo ottenere una diminuzione di resistenza dovuta alla positiva interazione dei flussi in uscita dal radiatore con la ruota anteriore. Il risultato è un miglioramento dell’efficienza globale della vettura del 10% a confronto con la 488 Spider.

PREZZO E DISPONIBILITA’ SUL MERCATO

La F8 Spider sarà disponibile a partire dalla cifra di 268 mila euro e come per la 812 GTS la produzione partirà dalla seconda metà del 2020.

La scheda tecnica della Ferrari F8 Spider

Motore

Tipo V8 – 90° – turbo – carter secco
Cilindrata totale 3902 cm3
Potenza massima* 720 cv (530 kW) @ 8000 giri/min
Coppia massima* 770 Nm @ 3250 giri/min
Potenza specifica 185 cv/l
Regime massimo 8000 giri/min
Rapporto di compressione 9,6:1

Dimensioni e peso

Lunghezza 4611 mm
Larghezza 1979 mm
Altezza 1206 mm
Passo 2650 mm
Carreggiata anteriore 1677 mm
Carreggiata posteriore 1646 mm
Peso a secco** 1400 kg
Distribuzione dei pesi 41,5% ant – 58,5% post
Capacità vano baule 200 l
Capacità serbatoio benzina 78 l

Pneumatici

Anteriore 245/35 ZR 20 J9,0
Posteriore 305/30 ZR 20 J11,0

Freni
Anteriore 398 x 223 x 38 mm
Posteriore 360 x 233 x 32 mm

Trasmissione e cambio

Cambio F1 a doppia frizione 7 marce

Controlli elettronici

E-Diff3, F1-Trac, ABS/EBD prestazionale con Ferrari Pre-Fill, FrS SCM-E, FDE+, SSC 6.1

Prestazioni

0-100 km/h 2,90 s
0-200 km/h 8,2 s
Velocità massima 340 km/h

Consumi ed emissioni

In fase di omologazione

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati