WP_Post Object ( [ID] => 659018 [post_author] => 87 [post_date] => 2019-09-19 09:20:49 [post_date_gmt] => 2019-09-19 07:20:49 [post_content] => Iniziano a circolare le prime indiscrezioni riguardo il Decreto Legge per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell'economia verde al centro del programma del nuovo governo composto da M5S e PD. In base a quanto appreso nelle ultime ore, sarà presente un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane e che rottameranno autovetture fino alla classe Euro 4.

Il bonus è un credito d’imposta

Se state andando subito in concessionaria per usufruire del bonus fermatevi immediatamente. Questo incentivo è infatti un credito di imposta utilizzabile entro i successivi cinque anni per abbonamenti al trasporto pubblico locale o ai servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni e può essere sfruttato anche dai familiari conviventi.

Scuolabus green

Il testo che contiene le "misure urgenti per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell'economia verde", è in questo momento composto da 14 articoli. Tra questi colpisce certamente la creazione di un fondo da 10 milioni l’anno per incentivare il servizio di scuolabus a ridotte emissioni per le scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado, comunali e statali, delle città metropolitane più inquinate e su cui grava la procedura di infrazione Ue.  Le famiglie che sceglieranno di usufruire di questi mezzi “green” potranno usufruire di una detrazione fino a 250 euro sulle spese sostenute. Incentivare gli acquisti “plastic free” La bozza del Decreto Legge, inoltre, prevede interventi non strettamente legati alla circolazione su strada. Nello specifico, infatti, è stato disposto uno sconto sui saponi e sui prodotti alimentari acquistati sfusi, ovvero privi della confezione di plastica. Stando a quanto contenuto nella bozza: "Al fine di ridurre la produzione di imballaggi per i beni alimentari e prodotti detergenti, per gli anni 2020, 2021 e 2022 è riconosciuto un contributo pari al 20% del costo di acquisto di prodotti sfusi e alla spina, privi di imballaggi primari o secondari". Lo sconto sarà immediato per i consumatori, mentre i venditori potranno usufruire di un credito di imposta nel limite di 10 milioni l'anno. Nasce la piattaforma per la qualità dell’aria La bozza del Decreto Legge prevede poi l’istituzione di una Piattaforma per il contrasto ai cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità dell'aria che sarà presieduta dal Presidente del Consiglio. Di questa piattaforma faranno parte, tra gli altri, il ministro dell'Economia, il ministro delle Infrastrutture, il ministro dello Sviluppo economico, il ministro per le Politiche agricole. Gli obiettivi che si dovranno perseguire saranno quelli di individuare le aree con maggiori impatti delle emissioni, redigere un Programma nazionale per il monitoraggio e la riduzione dell'inquinamento atmosferico, monitorare gli investimenti sulla mobilità sostenibile e l'abbandono delle fonti fossili di produzione di energia, studiare gli impatti positivi occupazionali, sanitari ed economici derivanti da una riduzione delle emissioni. [post_title] => Decreto Legge ambiente: nella bozza previsto un incentivo alla rottamazione di 2000 euro [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => decreto-legge-ambiente-nella-bozza-previsto-un-incentivo-alla-rottamazione-di-2000-euro [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-09-19 09:20:49 [post_modified_gmt] => 2019-09-19 07:20:49 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=659018 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Decreto Legge ambiente: nella bozza previsto un incentivo alla rottamazione di 2000 euro

Si potrà usare per per abbonamenti al trasporto pubblico locale o ai servizi di sharing mobility

La bozza del Decreto Legge ambiente prevede un credito di imposta di 2000 euro in caso di rottamazione, bonus per il passaggio agli scuolabus green e sconti per l'acquisto di beni "plastic free".
Decreto Legge ambiente: nella bozza previsto un incentivo alla rottamazione di 2000 euro

Iniziano a circolare le prime indiscrezioni riguardo il Decreto Legge per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde al centro del programma del nuovo governo composto da M5S e PD.

In base a quanto appreso nelle ultime ore, sarà presente un bonus fiscale da 2.000 euro per i cittadini che risiedono nelle città metropolitane e che rottameranno autovetture fino alla classe Euro 4.

Il bonus è un credito d’imposta

Se state andando subito in concessionaria per usufruire del bonus fermatevi immediatamente. Questo incentivo è infatti un credito di imposta utilizzabile entro i successivi cinque anni per abbonamenti al trasporto pubblico locale o ai servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni e può essere sfruttato anche dai familiari conviventi.

Scuolabus green

Il testo che contiene le “misure urgenti per il contrasto dei cambiamenti climatici e la promozione dell’economia verde”, è in questo momento composto da 14 articoli. Tra questi colpisce certamente la creazione di un fondo da 10 milioni l’anno per incentivare il servizio di scuolabus a ridotte emissioni per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, comunali e statali, delle città metropolitane più inquinate e su cui grava la procedura di infrazione Ue.  Le famiglie che sceglieranno di usufruire di questi mezzi “green” potranno usufruire di una detrazione fino a 250 euro sulle spese sostenute.

Incentivare gli acquisti “plastic free”

La bozza del Decreto Legge, inoltre, prevede interventi non strettamente legati alla circolazione su strada. Nello specifico, infatti, è stato disposto uno sconto sui saponi e sui prodotti alimentari acquistati sfusi, ovvero privi della confezione di plastica. Stando a quanto contenuto nella bozza: “Al fine di ridurre la produzione di imballaggi per i beni alimentari e prodotti detergenti, per gli anni 2020, 2021 e 2022 è riconosciuto un contributo pari al 20% del costo di acquisto di prodotti sfusi e alla spina, privi di imballaggi primari o secondari“. Lo sconto sarà immediato per i consumatori, mentre i venditori potranno usufruire di un credito di imposta nel limite di 10 milioni l’anno.

Nasce la piattaforma per la qualità dell’aria

La bozza del Decreto Legge prevede poi l’istituzione di una Piattaforma per il contrasto ai cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità dell’aria che sarà presieduta dal Presidente del Consiglio. Di questa piattaforma faranno parte, tra gli altri, il ministro dell’Economia, il ministro delle Infrastrutture, il ministro dello Sviluppo economico, il ministro per le Politiche agricole. Gli obiettivi che si dovranno perseguire saranno quelli di individuare le aree con maggiori impatti delle emissioni, redigere un Programma nazionale per il monitoraggio e la riduzione dell’inquinamento atmosferico, monitorare gli investimenti sulla mobilità sostenibile e l’abbandono delle fonti fossili di produzione di energia, studiare gli impatti positivi occupazionali, sanitari ed economici derivanti da una riduzione delle emissioni.

Decreto Legge ambiente: nella bozza previsto un incentivo alla rottamazione di 2000 euro
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati