WP_Post Object ( [ID] => 659738 [post_author] => 70 [post_date] => 2019-09-23 09:36:44 [post_date_gmt] => 2019-09-23 07:36:44 [post_content] => L’Opel Corsa elettrica, dopo il debutto pubblico al Salone di Francoforte 2019, è già ordinabile ed arriverà nelle concessionarie a partire dalla prossima primavera. È la prima versione a zero emissioni della best seller della casa del fulmine, con un’autonomia dichiarata di 330 chilometri e può essere ricaricata dell’80% con la ricarica rapida in circa 30 minuti. Ma sono varie le opzioni di ricarica per questo modello: sia quando si è a casa che quando si è in viaggio.

I caricatori disponibili per l’Opel Corsa elettrica

Entrando nel dettaglio, Opel Corsa-e viene fornita di serie dal caricatore monofase di bordo da 7,2 kW (l’edizione First Edition prevede il trifase da 11 kW), grazie al quale è possibile utilizzare le stazioni di ricarica veloce fino a 100 kW. Ma la Corsa elettrica è predisposta per tutte le altre possibilità di ricarica: utilizzando il ‘cavo modo 2’ (di serie) si può effettuare la ricarica con la classica presa di corrente domestica. Quando si è in viaggio, sono disponibili per la ricarica pubblica diversi ‘cavi modo 3’ che si adattano in modo ottimale ai caricatori di bordo. Sono lunghi sei metri e consentono quindi di accedere ai punti di ricarica pubblici anche se non è possibile parcheggiare proprio accanto alle colonnine.

Il cavo di ricarica universale della Corsa-e

Per chi vuole un solo cavo per poter effettuare qualsiasi tipo di ricarica, può utilizzare il cavo di ricarica universale. Abbina le funzioni dei cavi ‘modo 2’ e ‘modo 3’ e, attraverso gli adattatori, può essere collegato a tutte le prese domestiche ed alle colonnine pubbliche. Questa soluzione è ideale per i clienti che normalmente ricaricano la vettura di notte a casa ma affrontano anche viaggi più lunghi e devono quindi “fare il pieno” per strada.

L’Opel Corsa elettrica ed i tempi di ricarica

Come dicevamo, la batteria può essere ricaricata fino dell’80% della sua capacità in circa 30 minuti, utilizzando le colonnine di ricarica rapida. Attraverso una wallbox da 11 kW si possono recuperare 100 chilometri di percorrenza in 90 minuti (circa 5h15’ per una ricarica completa), ad una stazione pubblica da 50 kW servono 19 minuti per avere ulteriori 100 km di autonomia, mentre in una stazione da 100 kW si scende a 12 minuti per recuperare 100 chilometri. [post_title] => Opel Corsa-e: le modalità di ricarica dell’elettrica tedesca [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => opel-corsa-elettrica-caratteristiche-ricarica-uscita-motore [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-09-23 09:36:44 [post_modified_gmt] => 2019-09-23 07:36:44 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.motorionline.com/?p=659738 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Opel Corsa-e: le modalità di ricarica dell’elettrica tedesca

Si può ricaricare dell'80% in circa 30 minuti

L'Opel Corsa-e si avvicina all'arrivo nelle concessionarie, previsto per la prossima primavera. Nel frattempo, diamo uno sguardo alle numerose possibilità di ricarica per la prima versione a zero emissioni della best seller tedesca.
Opel Corsa-e: le modalità di ricarica dell’elettrica tedesca

L’Opel Corsa elettrica, dopo il debutto pubblico al Salone di Francoforte 2019, è già ordinabile ed arriverà nelle concessionarie a partire dalla prossima primavera. È la prima versione a zero emissioni della best seller della casa del fulmine, con un’autonomia dichiarata di 330 chilometri e può essere ricaricata dell’80% con la ricarica rapida in circa 30 minuti. Ma sono varie le opzioni di ricarica per questo modello: sia quando si è a casa che quando si è in viaggio.

I caricatori disponibili per l’Opel Corsa elettrica

Entrando nel dettaglio, Opel Corsa-e viene fornita di serie dal caricatore monofase di bordo da 7,2 kW (l’edizione First Edition prevede il trifase da 11 kW), grazie al quale è possibile utilizzare le stazioni di ricarica veloce fino a 100 kW. Ma la Corsa elettrica è predisposta per tutte le altre possibilità di ricarica: utilizzando il ‘cavo modo 2’ (di serie) si può effettuare la ricarica con la classica presa di corrente domestica.

Quando si è in viaggio, sono disponibili per la ricarica pubblica diversi ‘cavi modo 3’ che si adattano in modo ottimale ai caricatori di bordo. Sono lunghi sei metri e consentono quindi di accedere ai punti di ricarica pubblici anche se non è possibile parcheggiare proprio accanto alle colonnine.

Il cavo di ricarica universale della Corsa-e

Per chi vuole un solo cavo per poter effettuare qualsiasi tipo di ricarica, può utilizzare il cavo di ricarica universale. Abbina le funzioni dei cavi ‘modo 2’ e ‘modo 3’ e, attraverso gli adattatori, può essere collegato a tutte le prese domestiche ed alle colonnine pubbliche.

Questa soluzione è ideale per i clienti che normalmente ricaricano la vettura di notte a casa ma affrontano anche viaggi più lunghi e devono quindi “fare il pieno” per strada.

L’Opel Corsa elettrica ed i tempi di ricarica

Come dicevamo, la batteria può essere ricaricata fino dell’80% della sua capacità in circa 30 minuti, utilizzando le colonnine di ricarica rapida. Attraverso una wallbox da 11 kW si possono recuperare 100 chilometri di percorrenza in 90 minuti (circa 5h15’ per una ricarica completa), ad una stazione pubblica da 50 kW servono 19 minuti per avere ulteriori 100 km di autonomia, mentre in una stazione da 100 kW si scende a 12 minuti per recuperare 100 chilometri.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati